10 luglio 2013

Fileja con ragù di carne


Per la rubrica Sapori d'Italia, i Fileja con ragù di carne, la ricetta regionale che può meglio rappresentare il piatto tipico tradizionale della cucina calabrese. Una pasta fresca preparata in casa, molto antica, che si tramanda di generazioni in generazioni, dall'impasto semplice di acqua e farina e senza uova, particolare per il metodo di filatura e molto saporita condita con il ragù di carne. La Calabria, terra di magici promontori, spiagge bianche e acque cristalline e turchesi, tra le tante bellezze, meravigliosa la "Costa degli Dei", che evoca miti e leggende conservando ancora oggi il suo fascino intatto.


Curiosità
Sin dalla notte dei tempi, il promontorio di Capo Vaticano, tra il golfo di sant'Eufemia e quello di Gioia Tauro, è il posto ideale per ammirare dall'alto il mare, le isole Eolie dall'orizzonte e tutta la costa tirrenica calabrese. Il suo nome porta un'origine magica, Vaticano deriva dal latino vaticinium, che significa oracolo. Infatti, si narra che quando i greci abitavano in queste zone, la punta estrema del promontorio fosse abitata da un'indovina di nome Manto (in greco significa "predire"). A lei si rivolgevano i naviganti prima di avventurarsi verso sud tra i vortici di Scilla e Cariddi, l'attuale stretto di Messina, e lo stesso Ulisse le avrebbe chiesto auspici due volte, prima di affrontare quei vortici pericolosi e dopo essere uscito vivo, visto che il suo viaggio sarebbe stato ancora lungo. E' da quei tempi che lo scoglio davanti al capo porta il nome di Mantineo. La baia di Grotticelle, formata da tre spiagge poste una accanto all'altra, il faro bianco in cima al capo, il mare che accoglie coralli preziosi e pesci, il territorio che custodisce conchiglie e resti preistorici. Tra il  cielo e il mare, presente e passato si respira aria d'eterno.


Fileja con ragù di carne

Ingredienti per 6 persone
Per i Fileja:
300 ml di acqua 
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
Per la trafilatura:
Bastoncino sottile di legno o ferro da calza

Per il ragù di carne:
600 g di carne di maiale o manzo (oppure mista) a pezzetti
500 ml di olio extravergine d'oliva
aglio in granuli (o trito di sedano, carota e cipolla)
50 ml di vino rosso secco o vino bianco secco
600-800 g di passata di pomodoro
peperoncino piccante (facoltativo)
basilico
sale q.b.


PREPARAZIONE

Modalità di esecuzione utilizzando il metodo tradizionale: 
Per la preparazione dei Fileja
Su un piano di lavoro o terrina abbastanza capiente, setacciare le farine e fare una fontana.
Versare al centro l'acqua e l'olio piano piano e iniziare a impastare fino a rendere la consistenza dell'impasto omogenea. Occorreranno almeno 15 minuti circa di lavorazione, il panetto di pasta deve essere molto liscio, nè appiccicoso e nè asciutto. L'accortezza durante la lavorazione di bilanciare bene le dosi di farina e acqua in modo da ottenere un impasto che scivoli bene e e non si attacchi o sia troppo secco.

 Step by step


1 Filare dei bastoncini di pasta sottili e lunghi 5 cm circa.
2 Arrotolare ognuno di questi bastoncini intorno al bastoncino di legno o ferro, facendolo ruotare sul tagliere per la trafilatura.
3 Sfilare il bastoncino di legno e ferro con delicatezza facendolo scivolare per lungo.
4 Stendere i fileja su un piano e ben distanziati tra loro.
5 Lasciare asciugare la pasta per circa 1 ora.
6 Cuocere dopo aver portato l'acqua a bollore, saranno pronti quando verranno a galla.

Per la preparazione del Ragù di carne
Tagliare a pezzetti la carne.
In una pentola versare l'olio e fare appassire il trito di aromi o l'aglio in granuli.
Aggiungere la carne a pezzetti e cuocere per 10 minuti. Sfumare con il vino e senza coperchio fino a farlo evaporare.
Unire la passata di pomodoro, il basilico, continuare la cottura per 30-40 minuti circa (la carne dovrà essere morbida), aggiustare di sale e pepe a piacere. A cottura ultimata mettere da parte.

Modalità di esecuzione utilizzando il metodo Bimby: 
Per la preparazione dei Fileja
Inserire nel boccale acqua e olio: 10' vel. 6.
Aggiungere dal foro del coperchio con lame in movimento vel. 6 la farina: 1 minuto vel. 6 e 3 minuti modalità impasto Spiga.
Seguire Step by step.
Per la preparazione del Ragù di carne
Nel boccale tritare le verdure: 5'' vel. 7 e unire l'olio, appassire 5' 100° vel. 2.
Aggiungere la carne a pezzetti, cuocere 10' temp. Varoma antiorario vel. soft. Sfumare con il vino ed il misurino inclinato: 5' temp. Varoma, ant. vel. soft.
Unire la passata di pomodoro, il basilico, continuare la cottura: 30' 100° ant. vel. soft, aggiustare di sale e pepe a piacere. A cottura ultimata mettere da parte.

Questo ragù è l'ideale anche per condire i Fileja e altri tipi di pasta corta. A piacere spolverizzata di formaggio.
Post più recente Post più vecchio

    Share This

28 commenti:
Join the discussionFileja con ragù di carne

  1. I piatti della tradizione sono sempre interessanti.... E questa pasta e' dsvvero perfetta! Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Grazie del bel post e delle spiegazioni. Ely

    RispondiElimina
  3. Bellissimi! Li faccio spesso anche io e li ho sempre chiamati "maccaruni"

    RispondiElimina
  4. un piatto tradizionale davvero fantastico, non l'ho mai assaggiato quando sono venuta in Calabria, spero la prossima volta!

    RispondiElimina
  5. Ma che bella che è questa pasta !! Voglio provarla..mi piace tanto !
    Il ragù ?? Buonissimo ! Ti abbraccio :)

    RispondiElimina
  6. Piatto che appare invero superbo. Come le belle località qui descritte.

    RispondiElimina
  7. niente male!!! li mangiavo sempre in calbria!!!

    RispondiElimina
  8. Ma che bella pasta, vorrei tanto provare a farla, chisà se ne sarò capace!!!
    Tu sei stata bravissima!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  9. che piatto gustoso :D grazie per le preziose info, come sempre :D

    un bacione
    sabrina

    http://mycherrytreehouse.blogspot.it/

    RispondiElimina
  10. ...qualsiasi pasta fatta in casa merita uno sguardo di riguardo!! Mangiati l'anno scorso...che voglia di tornare in Calabria!! cri

    RispondiElimina
  11. I fileja li ho mangiati!! Buoni ma che pazienza per farli! La Calabria è una terra di finti magri, ahah!! Non si possono fare diete, no, no! Comunque il peperoncino da quelle parti non è facoltativo, lo so perché i miei amici calabresi si portano un peperoncino in tasca pure quando escono a far compere :-D. Ciao tesoro!

    RispondiElimina
  12. magnifica! adoro le paste regionali fatte in casa!

    RispondiElimina
  13. @Le Dolcissime Creazioni
    Ricette interessanti da non perdere e continuare a tramandare.
    Grazie Federica e a presto!

    RispondiElimina
  14. @Bellezza in ricicletta
    Grazie a te Ely per averlo trovato interessante!

    RispondiElimina
  15. @terry giannotta
    Bene, allora ne avrai già provato la bontà.
    Grazie Terry e a presto!

    RispondiElimina
  16. @Geillis
    Probabilmente dipenderà dalla zona. Un buon assaggio per la prossima volta!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  17. @m4ry
    Oltre che bella è buona, provala e ne rimarrai soddisfatta.
    Grazie e un abbraccio!

    RispondiElimina
  18. @Adriano Maini
    Esatta la definizione, superbo lo è davvero.
    Grazie Adriano e a presto!

    RispondiElimina
  19. @Natural Photography
    Bene. :)
    Grazie!

    RispondiElimina
  20. @carmencook
    Sicuramente ci riuscirai considerando la tua bravura.
    Grazie Carmen e un abbraccio!

    RispondiElimina
  21. @Cherry Blossom
    Gustosissimo!
    Grazie a te Sabrina.
    A presto!

    RispondiElimina
  22. @Cristiana Beufalamode
    Vero, la pasta in casa è da preferire ed è tutta un'altra cosa.
    Un abbraccio Cri e a presto!

    RispondiElimina
  23. CuorediSedano ha detto...
    @Ros Mj
    Più che pazienza è fatica, farli richiede molta forza nelle braccia per il tempo di lavorazione.
    Tu parli di calabresi con il peperoncino a portata di mano? C'è di peggio!..chi mangia la 'nduja a colazione.. una vera bomba!!!
    Baci cara Ros e a presto!

    RispondiElimina
  24. @Annalisa Sandri
    Ottime tutte le paste regionali.
    Grazie Annalisa e a presto!

    RispondiElimina
  25. Questo piatto rispecchia davvero i miei gusti!!!ho già l'acquolina.
    Adoro il piccante e penso che la Calabria sia stupenda,ha un mare che non ha niente da invidiare a quello dei Caraibi,mi piacerebbe visitarla un giorno.Per quest'anno Puglia!:-)

    RispondiElimina
  26. Anche la mia nonna faceva una pasta con il ferro...ed io ho sempre pensato "che pazienza", la tua è veramente bella e perfetta, w la Calabria allora!

    RispondiElimina
  27. Non conoscevo questo piatto, molto interessante il tuo post

    RispondiElimina
  28. adoro la pasta fatta in casa, questa ricetta non la conoscevo ma ne mangerei volentieri un bel piatto, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina


I commenti anonimi non saranno moderati.

.