1 luglio 2013

Sacher Torte originale


La settimana inizia in dolcezza, per la rubrica Un Mondo di Sapori un dolce tradizionale austriaco: la Sacher Torte. Un dolce a base di cioccolato e semplici ingredienti naturali da aggiungere alla serie delle golose tentazioni. Un tocco personale di colore sull'effetto monocromatico lo renderà unico, sbizzarrendo la fantasia e mettendo in risalto la brillantezza del cioccolato lucido. Il suggerimento di una decorazione finale con delle roselline in sugar paste seguendo il TUTORIAL Roselline (QUI) o di guarnire semplicemente con delle ciliegine candite rosse.


Sapevate che...
La Torta Sacher (Sachertorte) nacque nel 1832 a Vienna, il principe Mettermich, grande politico e buongustaio, chiese al suo chef un dolce sublime per i suoi ospiti. Lo chef era ammalato e fu così il suo aiutante, Franz Sacher, ad inventare un capolavoro, con ingredienti naturali, diffuso poi in tutto il mondo.


Vino consigliato: CARPENE’ MALVOLTI 
Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG - Dry 
SCHEDA TECNICA
1868 Dry
Prosecco Superiore DOCG
Classificazione: Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG
Vino Spumante di Qualità del Tipo Aromatico - Dry
Vitigno: Glera (già conosciuto come Prosecco)
Provenienza e Suolo: Vigneti situati sui pendii delle colline nell’area DOCG storica di Conegliano Valdobbiadene con esposizione pienamente a sud, ad un’altitudine di 300/400 metri s.l.m. Stratificazione di tipica terra rossa lamellare, marna calcarea e creta grigio - verde.
Spumantizzazione: Metodo Conegliano Valdobbiadene
Note Sensoriali: Colore giallo paglierino.
Bouquet: delicato e molto fruttato.
Gusto: delicato, morbido e amabile con una punta di fresca acidità.
Perlage: finissimo, assicura la persistenza del sapore.
Dati Analitici: Gradazione Alcolica: 11% vol.
Acidità: 6,5 g/l
Residuo Zuccherino: 22 g/l
Come Servirlo: Eccellente come aperitivo e per accompagnare la pasticceria fine.
Temperatura di servizio consigliata: 6 - 8° C.


Sacher Torte originale

Ingredienti
150 g di farina 00 il Molino Chiavazza
130-150 g di burro morbido
150 g di cioccolato fondente al 70% 
5 uova
100 g di zucchero semolato extrafine
50 g di zucchero a velo S. Martino
1 cucchiaino di lievito per dolci S. Martino
150 g di marmellata di albicocche q.b
Per la glassa:
200 di cioccolato fondente tritato
100 ml di panna liquida
25 g di zucchero o di sciroppo di glucosio
Per decorare:
Sugar paste blu Silikomart

Vino consigliato: CARPENE’ MALVOLTI 
Conegliano Valdobbiadene Superiore DOCG - Dry

PREPARAZIONE


Preparare la base. Rompere le uova e separare i tuorli dagli albumi. Montare il burro con lo zucchero a velo con l'aiuto di un frullino elettrico. Ottenuto il composto cremoso, aggiungere i tuorli, continuando a lavorare. fare fondere il cioccolato a bagnomaria portandolo a una temperatura di 50-55°C. Una volta fuso, incorporarlo al composto.
Montare gli albumi, aggiungere lo zucchero semolato e continuare a mescolare fino a ottenere un composto sodo. Riprendere l'impasto di burro, tuorli e cioccolato e aggiungere la farina setacciata con il lievito mescolando dal basso verso l'alto. 
Unire gli albumi montati e continuare a mescolare. Versare l'impasto in una tortiera a cerniera di 24 cm, mettere in forno caldo a 160°-180°C e cuocere per 30-40 minuti circa. Verificare la cottura inserendo uno stecchino al centro del dolce: se uscirà asciutto il dolce è ben cotto, se presenterà delle briciole o sarà bagnato proseguire la cottura per qualche minuto. Levare e sfornare la base lasciandola raffreddare su una griglia.
4  Per la glassa, in un pentolino versare la panna liquida, unire il glucosio o lo zucchero e portare a bollore. unire il cioccolato tritato, spegnere e continuare a mescolare finchè si sarà fuso completamente. Al termine si otterrà una crema lucida. Lasciare intiepidire.
5  Tagliere a metà la base della torta e farcire con uno strato di marmellata. Ricomporre la base e spalmare su tutta la superficie la marmellata rimasta, facendo attenzione a chiudere tutti i fori della torta. Mettere in frigo e lasciare raffreddare per 15 minuti. Levare e disporre il dolce su una griglia. Ricoprire la torta con la glassa servendosi dell'ausilio di una spatola.
6  Per decorare, con della pdz blu comporre una rosellina, --> TUTORIAL Roselline QUI.
ricavare dall'impasto una pallina delle dimensioni di una noce e 5 (o più) di una nocciola. Alla pallina più grande dare la forma di una pera e tenerla da parte. Lavorare le palline più piccole con le dita fino a renderle sottili come petali. Cominciare a posizionarli sulla "pera" fino a ottenere una rosa, Disporre sulla Sacher.
Post più recente Post più vecchio

    Share This

48 commenti:
Join the discussionSacher Torte originale

  1. Che bontà ! L'ho mangiata a Vienna, ed è svenevole da quanto è buona ! Loro l'accompagnano sempre con un ciuffetto di panna appena montata e senza zucchero. Quanto è bella la tua !
    Che belle le ciotoline che hai fotografato :)
    Buona giornata :)

    RispondiElimina
  2. La adoro... e la tua deve essere deliziosa... bellissima! :) Complimenti anche per le splendide ciotoline e per le foto :) Un bacione, buon inizio settimana :**

    RispondiElimina
  3. l'ho fatta un sacco di tempo fa, ricordo solo d'aver usato olio ma mi sono segnata la tua ricetta, ho un debole per il burro nei dolci e io non ho mai capito nella sacher cosa ci va:-)

    RispondiElimina
  4. Semplicemente meravigliosa questa torta! La sacher di suo è già buonissima, ma poi presentata in questo modo con questa abbinamento di rosellina e ciotole raku... semplicemente meraviglioso!

    RispondiElimina
  5. @m4ry
    Esatto una bontà indescrivibile!..le ciotoline fotografate fanno parte di una collezione di ceramiche raku. :)
    Grazie tante e buona giornata!

    RispondiElimina
  6. @Valentina
    Una torta adorabile...
    Grazie mille Vale!!!
    Un abbraccio e buona settimana a te

    RispondiElimina
  7. @la cucina della Pallina
    Questa è la prima Sacher.
    Confrontando varie ricette si ritrova il burro come condimento, ma con l'olio sarà ugualmente buona. :)
    Buona giornata e grazie

    RispondiElimina
  8. @serena
    Grazie Serena, mi fa proprio piacere che la trovi meravigliosa sia nella bontà che nella presentazione.
    Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  9. Una Sacher è un colpo al cuore, in qualunque stagione! ;)

    RispondiElimina
  10. E poi? Com'è andata a finire? Il vecchio chef, al ritorno dalla malattia, fu sbattuto fuori a pedate? Fu destinato all'area lavaggi del pentolame? Iniziò una faida fra i due, con fazioni avverse, che decretarono la fine dell'igiene in quella cucina, con copiosi spargimenti di cioccolato fuso? In tutti i casi....lunga vita al suo inventore e lunga vita a te, che l'hai riprodotta così bene. Ho un'ipersalivazione in atto...mi devo preoccupare? Bacio

    RispondiElimina
  11. Oddio..che libidine! Questa è una torta che mi mangerei anche con 40 gradi all'ombra...e quelle ciotoline sono bellissime! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. ... meravigliosa e sublime... La mangerò ad ottobre a Vienna, ma certo, se ne avessi ora un bel pezzo del tua non mi farei pregare!
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  13. urca che bell'inizio di settimana ci regali!!!!!!

    RispondiElimina
  14. che meraviglia, una delle mie torte preferite, che non ho mai avuto il coraggio di fare!

    RispondiElimina
  15. Adoro questa torta in ogni suo più piccolo particolare, dalla base alla farcitura passando per la glassa!!
    Posso averne una fetta non posso proprio resistere!
    Complimenti davvero bellissima!

    RispondiElimina
  16. Ora passo ad assaggiarla...anzi, portala tu, il caffè è pronto ;))

    RispondiElimina
  17. Ho avuto la fortuna di mangiare una fettona di sacher torte a Vienna, in una delle più antiche pasticcerie della città quando andai in gita con la scuola in secondo liceo classico...mmmmm ancora mi ricordo la bontà stratosferica!!!
    Ho assaggiato altre volte una sacher, poi, ma nessuna reggeva il confronto.
    Confesso di aver sempre evitato di provare a farla io....magari mi segno questa ricetta che adoperi tu e chissà, forse mi decido a provare ;-)

    Un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  18. Questa mi fa proprio venire l'acquolina in bocca :P
    Buonissima davvero.

    RispondiElimina
  19. Ti avverto cuoricino mio, che sono ingrassata cinque chili esatti , tra uno stress e l'altro tanto per prepararmi per l'estate ...
    Io fuscello sto diventando una baleniera ..
    Ma come si fa a rinunciare alla Sacher Tarte?
    Bacissimi!!!!::))

    RispondiElimina
  20. Sono affascinata dalla storia che confesso non conoscevo, rapita dalle bellissime foto e ingolosita dalla ricetta.. complimenti:*

    RispondiElimina
  21. Semplicemente meravigliosa!!!!
    Bravissima come sempre!!
    Un bacione e buona settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  22. @Loredana
    Un dolce per tutte le stagioni! :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  23. @Ros Mj
    E poi..vada per un lieto fine!!! :))
    Grazie e lunga vita a te!
    Baci

    RispondiElimina
  24. @Berenice Boncioli
    Una torta così cioccolatosa da non rinunciare neanche con il caldo. ;)
    Grazie Berry e un abbraccio!

    RispondiElimina
  25. @lacasasullaScogliera
    Grazie Elli!
    Beh...a Vienna sarà più buona.
    Baci!

    RispondiElimina
  26. @conunpocodizucchero Elena
    Grazie Elena..gentilissima!!! :)

    RispondiElimina
  27. @Geillis
    Una torta semplicissima da fare.
    Grazie Geillis e a presto!

    RispondiElimina
  28. @Semplicemente Buono
    Volentieri!
    E' davvero una torta adorabile. :)
    Grazie e a presto!

    RispondiElimina
  29. @gioia
    Ok Gioiuccia..pronta che arrivo subito con la tortina :))
    Baci!

    RispondiElimina
  30. @maris
    Ciao Maris, che bello quando per un attimo ritornano dei sapori e luoghi del passato. Sicuramente quella sarà stata più buona, ma prova a cimentarti, sei molto brava e poi è una torta dal procedimento semplice e neanche tanto lungo.
    Un abbraccio e buona settimana a te!

    RispondiElimina
  31. @Miss Becky
    Buonissima!
    Grazie e a presto

    RispondiElimina
  32. @Nella Crosiglia
    Ciao Nella!
    Tranquilla cara..se l'appetito c'è allora è un buon segno. :))
    Un abbraccio e baci!!!

    RispondiElimina
  33. @simona
    Grazie tante dei complimenti Simona, mi fa piacere che sia di gradimento.
    A presto!

    RispondiElimina
  34. @carmencook
    Grazie Carmen sei molto gentile.
    Domani provo la tua ricetta sfiziosa del pollo con patate.
    Un bacione e buona settimana a te!

    RispondiElimina
  35. Leggevo della tua torta ieri sera,ma col cellulare,ho difficoltà a lasciare commenti!Oggi non potevo che essere qui e farti i miei complimenti,perchè adoro questo dolce che non è per nulla facile,invece sei stata bravissima!Seguirò la tua ricetta...a me è la glassa che fa impazzire,la vorrei lucidissima!Un bacione cara,bellissima giornata!

    RispondiElimina
  36. mio fratello abita a Vienna.. e quando vado a trovarlo è regolare fermarsi all'hotel sacher per assaggiarne una fettina strepitosa.. come dice Mary accompagnata dal ciuffo di panna!
    le tue foto fanno una voglia..
    io quando la faccio nel pan di spagna uso un po' di farina di mandorle..
    baciotti

    RispondiElimina
  37. @Damiana
    Grazie cara Damiana!
    Con questa ricetta non ci dovrebbero essere problemi, la glassa è molto lucida da rimanere subito soddisfatti del risultato.
    Un abbraccio e una bellissima giornata a te!

    RispondiElimina
  38. @Luisa Piva
    Ciao Luisa!
    Il ciuffo di panna ci sta decisamente bene, ma scegliendo la decorazione in pdz sarebbe esteticamente appesantita. Ottima l'aggiunta della farina di mandorle, la tua versione sarà sicuramente buonissima.
    Grazie e baci!

    RispondiElimina
  39. La sacher è uno dei miei dolci preferiti...ma non lo preparo perchè mi sembra difficilissimo, né lo compro...lo mangio tutto.
    Leccherò lo schermo ancora un pochino... è stupenda!!!!

    RispondiElimina
  40. Questa torta è divina io la adoro!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  41. Questa torta è divina.... la Sacher in fatto di torte al cioccolato non la batte nessuno... un tripudio di bontà!!!!
    PS: Bellissima e molto chic quella rosellina blu in superficie...
    bravissima.

    RispondiElimina
  42. Tesoro, una fettina di questa meraviglia mi renderebbe felice, tra le torte più buone in assoluto!!
    Meravigliose le tue ciotoline!!
    Un abbraccio strettissimo e mille baci!!!

    RispondiElimina
  43. @Raffaella Segalini
    La sacher è davvero tra le torte cioccolatose più buone, per forza di cose tra le preferite. ;)
    Baci cara e grazie!!!

    RispondiElimina
  44. @gwendy
    Oh..perfetta!!!
    Grazie e a presto!!

    RispondiElimina
  45. @Le Dolcissime Creazioni
    Ben detto..bontà divina! Beh..molto ben piazzata nella top ten delle torte. :)
    Grazie Federica e un abbraccio!

    RispondiElimina
  46. @Lory B.
    Ciao carissima Lory!!!
    Allora per renderti ancora più felice una doppia porzione! :)
    Grazie!!!
    Baci e abbracci!

    RispondiElimina
  47. Un vero "mostro sacro"!

    RispondiElimina
  48. @Adriano Maini
    Decisamente! :))

    RispondiElimina


.