26 settembre 2013

Pesche all'alchermes


Le Pesche all'alchermes ricche di bontà e allegria, graziose alla vista con delicatezza racchiudono le tante gustose farciture. Quale miglior modo per rendere colorata la giornata, se non con una sfiziosa proposta infrasettimanale deliziosa e irresistibile, lasciandosi conquistare dal piacere di vivere la vita ogni giorno e con un pizzico di dolcezza in più!  


Prova una variante!
Un'ottima variante consiste nel sostituire la crema pasticcera con Fiordifrutta Albicocche Rigoni di Asiago Nocciolata Rigoni di Asiago le vostre "pesche" saranno spettacolari!


Consigli & Segreti
"Le pesche" sono migliori preparate il giorno prima, perchè l'impasto avrà modo di assorbire meglio il liquore e risulterà più morbido e compatto.


Pesche all'alchermes

Ingredienti
Per l'impasto:
250 g di farina 00 il Molino Chiavazza
50 g di burro morbido a pezzetti
70 g di zucchero
 2 uova
un goccino di latte
1/2 bustina di lievito vanigliato in polvere
buccia di limone o aroma di vaniglia
un pizzico di sale
Per farcire
Crema pasticcera bimby:
250 ml di latte
1 tuorlo
aroma di vaniglia
25 g di farina
50 g di zucchero
Per la variante:
Per guarnire:
150 ml di liquore Alchermes rosso
150 g di zucchero semolato
foglioline di cialda

Accessori utili: carta da forno, placca del forno, gratella

PREPARAZIONE


Per l'impasto: 
1. Accendere il forno a 180°C.
2. Versare nel boccale tutti gli ingredienti e impastare: 30'' vel. 4
3. Aiutandosi con le mani formare delle palline grandi quanto una noce o nocciola, dipende dalla grandezza desiderata.
4. Posizionarle su una placca foderata di carta da forno ben distanziate.
5. Mettere in forno caldo (180°C) per 15-20 minuti. Devono essere dorate ma non troppo colorite.
6. Sfornare le semisfere ottenute e far raffreddare su una gratella, preparare intanto la crema.
Per la crema:
Mettere tutti gli ingredienti nel boccale, cuocere 7' 90° vel. 4. Trasferire il composto in una ciotola.
Per comporre le pesche:
7. Scavare l'interno delle sfere da sotto formando una conca, riempire le conche con crema, con Fiordifrutta albicocche, con Nocciolata, unire due semisfere formando una pesca.
8. Passare velocemente prima ogni pesca nel liquore e poi nello zucchero semolato, decorando con foglioline di cialda.
9. Sistemare in pirottini di carta e conservare in frigorifero fino al momento di servire. 
Note: la ricetta essendo molto versatile e di facile esecuzione può essere preparata seguendo il metodo tradizionale.
Post più recente Post più vecchio

    Share This

30 commenti:
Join the discussionPesche all'alchermes

  1. Ecco un'altra delizia :)
    Da tanto voglio provare questa dolcissima ricetta, ora non ho più scuse... sono splendide!!
    Un abbraccio e complimenti!!!!

    RispondiElimina
  2. @Lory B.
    Ciao Lory!!!
    Adesso non hai davvero più scuse e non oso immaginare quelle preparate da te con la tua grazia...saranno meravigliose!!!!! ;)
    Grazie tante.
    Un abbraccio stretto cara e a prestissimo!!!

    RispondiElimina
  3. Le ricordo come un dolce desideratissimo e mitico.
    La forma, il colore, lo zucchero cristallino...

    RispondiElimina
  4. Ti sono venute benissimo. Qui a Firenze le pesche sono famosissime, le si trova ovunque, prevalentemente con la crema, ma anche con il cioccolato. Con la marmellata invece non le ho mai viste.
    Hai ragione, vanno preparate il giorno prima per gustarne a pieno il sapore, dopo che l'archemes ha bagnato ben bene la pasta brioche.

    RispondiElimina
  5. Bellissime! Un gran piacere per gli occhi e per il palato. Ne prendo una e ne prendo nota!

    RispondiElimina
  6. Splendida ricetta!!! a presto!

    RispondiElimina
  7. Proprio belline!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. bellissime, le tue ricette sono sempre interessantissime!!!

    RispondiElimina
  9. Ottime, devono essere deliziose! Complimenti e un abbraccio, buona serata :)

    RispondiElimina
  10. @gioia
    ...ma che bella definizione hai dato alle pesche! Mi piace molto. :)
    Grazie Gioia.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. @Ilaria
    Grazie Ilaria, mi fa piacere l'apprezzamento. La marmellata è anche un'ottima variante, prova e ne rimarrai soddisfatta. Si, il giorno dopo raggiungono la giusta compattezza, ma solo quelle che avanzano opponendo resistenza, sono così buone e belle che è difficile resistere alla tentazione di gustarle subito!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. @serena
    Grazie Serena e buona preparazione!
    A presto

    RispondiElimina
  13. @Federica Simoni
    Vero!
    Grazie Federica e a presto!

    RispondiElimina
  14. @manu
    Grazie Manu...un abbraccio a te!

    RispondiElimina
  15. @~ Inco
    Grazie Incoronata.
    A presto!

    RispondiElimina
  16. @Natural Photography
    Grazie..mi fa piacere che le trovi interessanti, spero anche utili.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  17. @Valentina
    Ciao Vale e grazie.
    Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  18. bravissima come sempre, i tuoi piatti sono profumati e colorati. passa da me ti ho lasciato un regalo. bacionissimi ltiziana la cucina di pitichella

    RispondiElimina
  19. Adoro questo dolce!! Le tue peschine sono deliziose Seddy !
    Felice giornata cara :*

    RispondiElimina
  20. Non ne sono mai andata pazza, ma mi ricordano tanto mia nonna che le faceva sempre.
    E' bello ritrovare la ricetta. Quasi quasi le faccio, giusto per sentirla vicina.
    Buon fine settimana.

    Alice

    RispondiElimina
  21. Spettacolari! bravissima!

    RispondiElimina
  22. @Tiziana Pitichella
    Un regalo per me?!... grazie Tiziana sei molto gentile. :)
    Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  23. @Sandra dolce forno
    Grazie tante. ;)
    Felice giornata a te cara!

    RispondiElimina
  24. @Alice - Operazione fritto misto
    Ciao Alice, mi fa piacere del dolce ricordo, provale pure la ricetta è ben testata.
    Grazie tante.
    Buon fine settimana a te!

    RispondiElimina
  25. @Annalisa Sandri
    Ti ringrazio Annalisa e a presto!

    RispondiElimina
  26. Mi sembrano anche semplici oltre che spettacolari!!! Mamma che voglia di farle ... Grazie per la ricetta cara. un baciotto

    RispondiElimina
  27. Ne mangiavo a quintali quando mia nonna le preparava...dio come mi piacevano! Un bacione!

    RispondiElimina
  28. @terry giannotta
    Sicuramente..più difficili a dirsi che a farsi!
    Grazia cara, spero la ricetta sia utile.
    Un baciotto anche a te!

    RispondiElimina
  29. @Mirtillo E Lampone
    E' proprio vero..una tira l'altra!
    Grazie Berry.
    Un bacione a te!

    RispondiElimina


.