31 marzo 2014

Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato


"Tutte le volte che si presenta l'opportunità di preparare, per la prima volta, un nuovo lievitato c'è un'esultanza generale con esplosione di gioia! Se, poi, si tratta di proporre una ricetta legata alle tradizioni, con la possibilità di rivisitazione in chiave diversa, personalizzare sperimentando in base alle proprie esigenze, ancora di più. Per la rubrica Sapori d'Italia, la ricetta dei Maritozzi con la panna, tradizione laziale, con più di una variante rispetto alle originali. Semplici con l'aggiunta di gocce di cioccolato alla panna e la particolarità di una preparazione con l'utilizzo della farina macinata a pietra, farina Antiqua Linea Casa Tipo 1, sfatando così il mito della classica manitoba. Il risultato è molto gradevole, in termini di profumi con l'accrescere di sapore, ottima la struttura dei panini e colore stupendo, tanto da ritenersi più che soddisfatti della scelta con grande stupore!"


Prova una variante!
La ricetta originale prevede l'aggiunta nell'impasto di: arancia o cedro canditi, uvetta e pinoli. Si può anche aromatizzare con buccia di limone; al posto del latte è possibile sostituire con l'acqua. 


Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato

Ingredienti per 12/14 pezzi:
75 g di zucchero
2 uova
250 ml di latte o acqua
70 g di olio di semi
1 cucchiaino di miele
1 arancia biologica, la scorza
12 g di lievito di birra
aroma di vaniglia
1 cucchiaino di sale
Per farcire:
250 ml di panna fresca +
25 g di zucchero a velo
gocce di cioccolato q.b.
Per glassare:
sciroppo di zucchero
(75 g zucchero + 50 ml di acqua) 


Procedimento

Tritare nel mixer la buccia di arancia. 
Su una spianatoia disporre la farina a fontana o nell'impastatrice, incorporare al centro il lievito, il miele, il latte tiepido, le uova (tenendo da parte un pò di albume per spennellare), la buccia di arancia tritata, l'aroma di vaniglia e l'olio. Lavorare l'impasto (se si vuole aggiungere l'uvetta, il candito e i pinoli farlo in questo momento). Formare una palla, trasferirla in una ciotola unta di olio, (incidere una croce al centro per controllare la lievitazione) coperta con pellicola lasciandola per 2 ore nel forno spento con la lucina accesa, fino al raddoppio.
Sgonfiare l'impasto e ricavare dei panini di forma allungata di 50 g circa (oppure 80 g se li desiderate più grandi), disponendoli nella teglia foderata con carta forno e bene distanziati tra loro. Far lievitare con pellicola per 40 minuti circa o 1 ora, finchè saranno raddoppiati di volume.
A questo punto, spennellare con l'albume tenuto da parte. Cuocere in forno preriscaldato a 180°-200°C per 15-20 minuti circa, saranno ben gonfi e dorati. 
Preparare lo sciroppo mettendo in un pentolino lo zucchero a sciogliere nell'acqua. Spennellare i panini ancora caldi, far raffreddare su una gratella.
Montare la panna mescolata allo zucchero, in una planetari o con sbattitore elettrico, tagliare a metà o trasversalmente i maritozzi (lasciandoli uniti su un lato tipo "conchiglia aperta") e, con una sacca da pasticcere farcirli con la panna montata e gocce di cioccolato.
  

Modalità Bimby:
1. Tritare la buccia d'arancia qualche secondo vel. 8. Mettere da parte.
2.  Nel boccale mettere il latte, il miele, il lievito sbriciolato e lo zucchero: 1 min./37°/ vel. 3.
3. Aggiungere le uova, la farina, l'aroma di vaniglia, l'arancia e l'olio, impastare: 3 min./modalità Spiga; durante aggiungere il sale dal foro del coperchio. 
4. Lasciare lievitare l'impasto nel boccale, fino al raddoppio del volume.
5. Sgonfiare l'impasto e ricavare dei panini di forma allungata di 50 g circa (oppure 80 g se li desiderate più grandi), disponendoli nella teglia foderata con carta forno e bene distanziati tra loro. Far lievitare con pellicola per 40 minuti circa o 1 ora, finchè saranno raddoppiati di volume.
6. A questo punto, spennellare con l'albume tenuto da parte. Cuocere in forno preriscaldato a 180°-200°C per 15-20 minuti circa, saranno ben gonfi e dorati. 
7. Preparare lo sciroppo mettendo in un pentolino lo zucchero a sciogliere nell'acqua. Spennellare i panini ancora caldi, far raffreddare su una gratella.
8. Montare la panna mescolata allo zucchero a vel. 3, dopo aver inserito la farfalla, per qualche minuto fino a consistenza desiderata. Tagliare a metà o trasversalmente i maritozzi (lasciandoli uniti su un lato tipo "conchiglia aperta") e, con una sacca da pasticcere farcirli con la panna montata e gocce di cioccolato.
Buona colazione o merenda!
Post più recente Post più vecchio

    Share This

8 commenti:

  1. ... dalle mie parti vi è una pasticceria famosissima per i maritozzi con la panna e la tradizione vuole che non si possa passare davanti a questa senza acquistarne ... almeno uno... ma i tuoi non hanno nulla da invidiar direi!!! Buona settimana!

    RispondiElimina
  2. Un risultato eccezionale sembrano della nuvole!

    RispondiElimina
  3. una piccola e deliziosa chicca!!! complimenti!!!

    RispondiElimina
  4. Amo le tue ricette e mi perdo nella bellezza delle foto talmente "vive" che mi sembra di sentire il profumo del dolce. Io però ho un problema, da poco tempo ho scoperto di essere allergica all'uovo, dici che in un ricetta tipo questa posso evitare di usarlo o posso sostituirlo con altro?
    Ciao.
    Francesca

    RispondiElimina
  5. @francesca
    Ciao Francesca, grazie i tuoi complimenti mi lusingano. :)
    I panini dolci lievitati si possono preparare anche senza uova, in questo caso basta semplicemente ometterle, verranno più leggeri e soffici.
    In genere, la presenza dell'uovo facilita la lievitazione, oltre a contribuire alla buona colorazione, magari in questo caso basterebbe sostituire parte della farina con quella di forza e aumentare di poco la dose del lievito (dipende anche dai tempi a disposizione), altrimenti potrebbe alterare il gusto. Poi, la superficie si può spennellare con del latte al posto dell'albume.
    Spero di esserti stata utile...
    Buona giornata, a presto!

    RispondiElimina
  6. Oh mamma i maritozzi, li amo, da romana di nascita (ma milanese d'adozione) non posso che amarli ma soprattutto associarli a tanti ricordi della mia infanzia, in giro con i miei nonni per Roma, d'estate, le tappe in pasticceria, che bello! grazie!!!!

    RispondiElimina
  7. ciao...complimenti per il blog...ti seguo volentieri..un bacio
    passa da me se ti fa piacere
    http://cottoespazzolato.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. @marty90
    Benvenuta! Grazie tante, appena possibile sarà un piacere.
    Ciao!

    RispondiElimina


.