3 novembre 2014

Ciabatta rustica con poolish



Per la rubrica, "Profumo di buon pane", raccolta di ricette che comprende varie tipologie di pane, la proposta della ciabatta rustica, un pane speciale ad alta idratatazione, dall'aroma dell'olio di oliva, la mollica dalle enormi bolle d'aria e la crosta ruvida. Prima di cimentarsi e mettere le mani in pasta, il consiglio di consultare sempre le sperimentazioni dei grandi maestri panificatori, messe a disposizione attraverso i loro lavori che perfezionano costantemente con la pratica, nel corso delle loro attività. Nelle preparazioni delle ricette tradizionali, un valido supporto può essere fornito dai libri, alcuni dei quali: Panificando... di Piergiorgio Giorilli, un approfondimento delle conoscenze di alto livello; Come si fa il pane di Emmanuel Hadjiandreou, un bel concentrato di passione; Pane di Daniel Stevens, ricco di curiosità ed entusiasmante; Tutta la bontà del pane e Pane, dolci & fantasia di Sara Papa, l'amore per la semplicità, l'arte di creare e la natura.  Buona panificazione!


Il Poolish...
Il poolish è un composto molle e di effetto rapido. Si ottiene mescolando acqua, farina e lievito in proporzioni tali da da ricavare una massa molto liquida. Il rapporto tra acqua e farina è di 1:1. Il poolish si utilizza indicativamente nella percentuale del 20-30 % rispetto alla quantità di farina indicata nella ricetta. La sua caratteristica è che la percentuale di lievito varia in base alla durata della fermentazione:
- 2,5 % del peso della farina per una fermentazione di 2 ore;
- 1,5 % del peso della farina per una fermentazione di 3 ore;
- 0,5 % del peso della farina per una fermentazione di 8 ore;
- 0,1 % del peso della farina per una fermentazione di 16 ore.
Il composto si aggiunge quando si lavora con il metodo indiretto, cioè quando si procede per gradi: la preparazione di un preimpasto, mentre in un secondo momento l'impastamento di tutti gli ingredienti con il composto formato in precedenza. Con questo metodo si otterrà un ottimo pane, con alveolatura regolare, un'elevata digeribilità, sapore e profumo intensi e lunga conservazione.


Ciabatta rustica con poolish
di Sara Papa

Per il poolish:
300 g di farina 1
7,5 g di lievito di birra fresco
(oppure 95 g di lievito madre)
300 g di acqua
Per l'impasto:
600 g di farina 1
375 g di acqua
9 g di lievito di birra fresco
(oppure 113 di lievito madre)
9 g di miele
18 g di sale
semola di grano duro per cospargere

Procedimento

1. Preparazione poolish: sciogliere il lievito nell'acqua appena intiepidita (22° C), unire la farina setacciata e impastare. Porre l'impasto a lievitare in una ciotola unta di olio e coperta da un canovaccio umido o pellicola per alimenti (in modo che non asciughi). Utilizzando il lievito di birra occorreranno circa 2 ore, invece di più con un impasto con lievito madre.
2. Preparazione impasto: setacciare la farina, sciogliere il lievito nell'acqua, aggiungere il miele, il poolish e infine il sale. Attenzione! L'impasto è molto idratato (quasi liquido), impastare e incordare bene. Mettere a lievitare nuovamente in una ciotola unta di olio fino al raddoppio del suo volume.
3. Formatura e cottura: spolverizzare il piano di lavoro con abbondante farina di semola e rovesciare delicatamente l'impasto, spolverizzare anche la superficie dell'impasto e tagliare tocchetti di 5 cm x 10 cm, rigirare di lato e picchiettare con le dita, ponendo ogni pezzo su una teglia da forno, ognuno ben distanziato dall'altro. A questo punto, dovranno lievitare coperti con un telo, ancora per circa 20-30 minuti.  Infornare a 200° - 220° C, con il vapore dei cubetti (5/6) di ghiaccio posti a parte in una teglietta alla base del forno. Lasciare raffreddare su gratella.
Post più recente Post più vecchio

    Share This

12 commenti:
Join the discussionCiabatta rustica con poolish

  1. 6 sempre fonte di ispirazione..grazie cara x tutto <3

    RispondiElimina
  2. fantastico questo pane... proverò!

    RispondiElimina
  3. Che bei pani! Hanno un aspetto bellissimo. LE ricette di Sara Papa mi piacciono tanto, hanno una perfetta riuscita e tanti segreti nascosti al loro interno.
    Salvo la ricetta per provarla con pasta madre. Grazie.

    RispondiElimina
  4. complimneti e grazie per la precisione della spiegazione,bellissimo pane che addenterei proprio volentieri,grazie cara

    RispondiElimina
  5. quanto e' appetitoso, ne sento il fantastico profumino, un'altra idea geniale!!!!Brava!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  6. @consuelo tognetti
    Grazie a te cara!
    Un abbraccio <3

    RispondiElimina
  7. @giochidizucchero
    Un pane fattibile e non difficile come sembra, provalo e ti darà soddisfazioni!
    Grazie, a presto

    RispondiElimina
  8. @Natalia
    Ciao Natalia, le ricette di Sara Papa piacciono molto anche a me, perchè riesce a trasmettere bene l'arte della panificazione con spiegazioni perfette e precise, assicurando sempre una buona riuscita.
    Grazie a te!

    RispondiElimina
  9. @paola
    Grazie a te Paola, mi fa piacere che tu abbia gradito, spero di essere stata utile.
    A presto!

    RispondiElimina
  10. @SABRINA RABBIA
    Delizioso e farcito ancora più invitante!
    Ti ringrazio Sabry, baci anche a te!

    RispondiElimina
  11. Anonimo1.2.15

    Ho copiato questa ricetta perchè a mio marito piacciono molto le ciabattine.
    Ho preparato il polish ieri pomeriggio e verso le 19.30, visto che era tutto bolloso, ho fatto l'impasto (con la planetaria). Prima di andare a letto l'ho trasferito in frigo per rallentare la crescita.Stamattina ho provato a fare la formatura: impresa piuttosto ardua, visto che la pasta tendeva a scappare; comunque ho ricavato 12 pezzi collocati in due teglie.
    Ho acceso il forno a 240 (il mio forno è a gas) e dopo circa 15 min. ho abbassato a 220 e infornato. Dopo 15 min ho invertito le teglie e continuato la cottura sempre impostando il timer di 15 min x volta. Dopo circa un'ora i panini erano dorati sotto ma bianchi sopra e quindi mi sono arresa e acceso la ventola per 10 min e abbassato a 170.
    Il pane non è sgradevole, ma mi aspettavo delle ciabattine con una bella crosticina dorata e quasi vuote dentro; puoi dirmi cosa ho sbagliato? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le ricette di Sara Papa sono perfette e infallibili, mi fa piacere che tu l’abbia provata, non a caso è stata scelta come proposta. L’impasto della ciabatta è molto idratato, più liquido rispetto a tutte le altre tipologie di pane. A tal proposito, ti lascio direttamente il link della video ricetta eseguita dall'autrice con il procedimento completo anche della formatura dei pani: http://www.panperfocaccia.tv/video/ciabatta-poolish/

      Per quanto riguarda i tempi e le modalità di cottura dipendono dal forno in dotazione, ognuno dovrebbe conoscere bene il proprio, la cottura potrebbe aver inciso sul risultato.
      Spero di essere stata utile, per favore la prossima volta potresti firmare il commento, in quanto solitamente in questo blog gli anonimi non vengono moderati.
      Buona serata!

      Elimina


I commenti anonimi non saranno moderati.

.