11 dicembre 2014

Panettone Marietta di Pellegrino Artusi


Un benvenuto nella cucina di Cuore di Sedano, il libro "La Scienza in cucina e l'Arte di mangiar bene" di Pellegrino Artusi, noto scrittore, gastronomo e critico letterario italiano. Un manuale pratico per le famiglie, molto apprezzato e famoso, composto da 790 ricette, con tanto di garbato ritratto dell'autore in prima pagina, ristampato infinite volte. Ahimè, non ho avuto ancora modo di consultare l'opera a dovere, ma sfogliando velocemente, cade l'occhio subito a caso sulla ricetta del Panettone Marietta, ottima alternativa al panettone classico, come egli stesso definisce: "E' un dolce che merita di essere raccomandato perchè migliore assai del panettone di Milano che si trova in commercio, e richiede poco impazzamento." Ottimo il risultato della variante adattata ai gusti personali, un dolce soffice e aromatico, dal gusto gradevolissimo e dall'aspetto invitante, da presentare sulla tavola delle feste, oppure da offrire come dono speciale. Presto nuove proposte da sperimentare, consultando questo ricchissimo e prezioso ricettario della cucina italiana!


La ricetta originale

604. Panettone Marietta
di
Pellegrino Artusi

"La Marietta è una brava cuoca, e tanto buona ed onesta da meritare che io intitoli questo dolce col nome suo, avendolo imparato da lei."

300 g di farina finissima
100 g di burro
80 g di zucchero
80 g di uva sultanina
1 uovo intero
2 tuorli
una presa di sale
10 g di cremor tartaro
5 g scarsi di bicarbonato di sodio
20 g di candito a pezzettini
odore di scorza di limone
2 decilitri di latte
granella di zucchero

"Versatelo in uno stampo più liscio che largo e di doppia tenuta onde nel gonfiare non trabocchi e possa prendere la forma di un pane rotondo."


Prova una variante!

Ingredienti
300 g di farina biologica Molino Rossetto
100 g di burro
80 g di zucchero
80 g di gocce di cioccolato
1 uovo intero
2 tuorli
una presa di sale
10 g di cremor tartaro
5 g scarsi di bicarbonato di sodio
aroma di scorza di arancia
1 cucchiaio di rum
2 dl di latte

Accessori utili: stampo a cerniera 18 cm di diametro



Procedimento

In una ciotola ammorbidire il burro a bagnomaria e lavorarlo con le uova; aggiungere la farina e il latte poco per volta, l'aroma di arancia, il rum e lavorare con le fruste elettriche per almeno 15 minuti, in modo da montare bene. Il composto deve risultare di una consistenza nè troppo liquida e nè troppo solida. Infine, unire le gocce di cioccolato infarinate, le scorzette di arancia a pezzetti, il cremor tartaro e il bicarbonato di sodio. Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato o foderato con carta da forno, spolverizzare di zucchero a velo misto di farina e cospargere di granella di zucchero; cuocere in forno caldo a 180°C per 55 minuti circa, fino a doratura.


"Se vi vien bene vedrete che cresce molto formando in cima un rigonfio screpolato."

da  "La Scienza in cucina e l'Arte di mangiar bene"
 di Pellegrino Artusi
Post più recente Post più vecchio

    Share This

23 commenti:

  1. un panettone particolare, che non avevo mai visto da nessuna parte, ma proprio per questo mi piace tanto! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. Ma sai che ho quel libro e non ho mai preparato una ricetta, :) questo panettone ha un aspetto davvero delizioso, qualcosa di golosamente diverso da portare sulla tavola delle feste, belle anche le foto, bravissima!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  3. Fantastico! questo lo potrei fare anche'io che non maneggio la pasta madre!
    Mi piacciono entrambe le versioni, la classica e la tua interpretazione.
    Ma senti lo hai messo in una normale tortiera o hai preso uno stampo apposito?
    saluti Su

    RispondiElimina
  4. E panettone sia!
    Ciao Seddy!!!!

    RispondiElimina
  5. Cara Seddy, credo proprio che tu mi stai viziando con tutti questi dolci che a me piacciono tanto:-)
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. E' una versione più alla mia portata. :)

    RispondiElimina
  7. bellissimo,grazie della ricetta,buon weekend

    RispondiElimina
  8. wow... stupendo, perfetto...

    RispondiElimina
  9. @sississima
    Ciao Silvia, ti assicuro che è buonissimo!
    Un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
  10. L'ho mangiato è buonissimo il tuo è perfetto:)

    RispondiElimina
  11. @Ely Mazzini
    E' un libro unico che non può mancare, non vedo l'ora di sperimentare altre ricette. Un panettone è delizioso!
    Grazie Ely, bacioni...

    RispondiElimina
  12. @cincia del bosco
    E' un panettone facile e veloce rispetto al tradizionale, ma nel contempo buonissimo! Per la cottura ho utilizzato uno stampo piccolo e alto, proprio come è suggerito nel libro.
    Un saluto a te!

    RispondiElimina
  13. @Tiziana Bontempi
    Proprio così! :)
    Un abbraccio Tiziana, a presto

    RispondiElimina
  14. @Tomaso
    Grazie Tomaso, mi fa piacere che tu abbia gradito!
    Buona serata a te

    RispondiElimina
  15. @Fr@
    In effetti, è una versione semplice e buona, pronta subito, senza strapazzarsi troppo con lunghi tempi di lievitazione.
    A presto!

    RispondiElimina
  16. @paola
    Grazie Paola!
    Un buon week end anche a te

    RispondiElimina
  17. @Raffi
    Grazie Raffi, mi fa piacere che tu abbia apprezzato la ricetta.
    A presto!

    RispondiElimina
  18. @uncestinodiciliege
    E' vero, una bontà unica!
    Grazie, a presto

    RispondiElimina
  19. Bellissimo questo Panettone! E mi piace tanto perché è semplice da fare! Sicuramente lo proverò in questi giorni!
    Seddy, ma si può sostituire il cremor tartaro con il classico lievito per i dolci?

    RispondiElimina
  20. @Kristine Suibra
    Ciao Kristine, puoi sostituirlo con il lievito vanigliato per dolci... provalo e vedrai che bontà!
    Buona preparazione!

    RispondiElimina
  21. Ciao Seddy!
    Lo fatto ieri sera... è davvero buono, molto soffice e profumato! Grazie ancora per la ricetta!
    Ho un blog anch'io. Posso pubblicare la tua ricetta? Certamente con l'indirizzo del tuo blog. ;)

    RispondiElimina
  22. @Kristine Suibra
    Ciao Kristine, sono molto contenta di essere stata utile e complimenti per l'ottimo risultato. Grazie a te per aver trovato la ricetta interessante.
    Certo, puoi pubblicarla tranquillamente indicando la fonte, anzi mi fa molto piacere e non vedo l'ora di vedere il panettone! :)
    Buona serata, a presto

    RispondiElimina
  23. Grazie molte, Seddy! Sei gentilissima!
    Buona serata anche a te!

    RispondiElimina


I commenti anonimi non saranno moderati.

.