New Updates
Sidebar
Recent posts from different topics.

31 gennaio 2014

Bomba di Castagne e Cioccolato


Riprendiamo l'appuntamento settimanale della serie: "Un dolce per ogni domenica", con un dessert SuperCacao veloce, dal tocco classico e raffinato. Un dolce energetico ricco di tentazione, la bomba di castagne e cioccolato conquista per l'aspetto invitante, colpisce per il colore e la rotondità, si distingue per la forte sensazione di bontà e la carica di buonumore infinita!  


Prova una variante!
Con lo stesso composto potete creare dei tartufini: dopo averlo tenuto in frigo a rassodare, prelevate un cucchiaio di composto e rotolatelo tra le mani passate sotto l'acqua ghiacciata. Riponete le palline ottenute e, una volta esaurito il composto rotolate su un piatto sul quale avrete messo abbondante cacao amaro. Tenere i tartufi 2 o 3 ore a temperatura ambiente e servite.


Bomba di Castagne e Cioccolato

Ingredienti per 6 persone
una noce di burro
4 cucchiai di rum
A piacere:
granella di nocciole tostate
marrons glacés
meringhette


Bomba di Castagne e Cioccolato

Ingredienti per 6 persone
una noce di burro
4 cucchiai di rum
A piacere:
granella di nocciole tostate
marrons glacés
meringhette

Procedimento
1. Spezzare il cioccolato fondente e disporre in una casseruola. Fare fondere a bagnomaria finchè risulterà liscio e vellutato.
2. Lavorare a crema, in una terrina, il burro morbido con la crema di marroni e amalgamare bene, quindi aggiungere il rum poco alla volta.
3. Incorporare il cioccolato fuso e raffreddato al composto di marroni e versare la preparazione in uno stampo a cupola rivestito con un foglio di pellicola per alimenti. Mettere in freezer per mezz'ora.
4. Trascorso il tempo indicato, estrarre il dolce dallo stampo con l'aiuto della pellicola e collocarlo su un piatto. Cospargere con cacao amaro e decorare a piacere con granella di nocciole tostate, marrons glacés oppure qualche meringa sbriciolata. 

Pubblicato da Seddy

Bomba di Castagne e Cioccolato

30 gennaio 2014

Linguine al cartoccio con scampi, zucchine e pomodorini


Il profumo del mare nella proposta di un primo piatto delicato e ricco di gusto: le linguine al cartoccio con scampi, zucchine e pomodorini. Una deliziosa ricetta per una cottura del pesce al vapore in grado di esaltare tutte le sfumature dei sapori degli alimenti, anche dal punto di vista nutrizionale. 


Prova una variante!
L'alternativa suggerita è di arricchire il piatto con l'aggiunta di vongole e gamberi o altri tipi di pesce.
La cottura delle linguine al cartoccio al vapore può essere sostituita con la tecnica di cottura eseguita al forno, ponendo il cartoccio nel forno già caldo, ad una temperatura di 200° C per qualche minuto. 


Linguine al cartoccio con scampi, zucchine e pomodorini

Ingredienti per 2 persone:
200 g di linguine
Per il condimento:
8 scampi (lavati in acqua e sale)
25 g di olio extravergine di oliva
1 cucchiaio di passata di pomodoro
2 zucchine 
5 pomodori ciliegino 
aglio in granuli
cipolla tritata
1 mazzetto di prezzemolo fresco
peperoncino rosso secco
20 g di brandy
1 pizzico di pepe nero
sale q.b. 
(oppure del dado vegetale preparato in casa)
Per il cartoccio:
2 fogli di allumino da cm 40-45 per lato
un filo di olio extravergine di oliva
4 pomodori ciliegino
basilico


PREPARAZIONE
Preparare il condimento:
. Pulire gli scampi incidendo la parte dorsale per lungo senza dividerle per agevolare la cottura. Tagliare le zucchine a julienne e tritare il prezzemolo.
. In un tegame mettere l'olio, il peperoncino, l'aglio, la cipolla, le zucchine, il prezzemolo, il sale (o dado vegetale), pepe e insaporire qualche minuto. Unire la passata di pomodoro, i pomodorini, gli scampi e cuocere ancora qualche minuto.
. Sfumare con il brandy per qualche minuto e mettere da parte.
Cuocere la pasta: 
. Lessare le linguine in abbondante acqua salata, scolare la pasta al dente avendo cura di conservare l'acqua di cottura.
. Unire la pasta al sugo, mescolare e cospargere con il prezzemolo tritato rimasto; suddividere la pasta in 2 porzioni.
Preparare i cartocci:
. Tagliare 2 fogli di carta alluminio di circa cm 40-45 cm e spennellarli di olio. Su ogni foglio versare una porzione di pasta e pesce, aggiungere i pomodorini ciliegino divisi a metà o interi, qualche foglia di basilico e per finire irrorare con un filo di olio. Chiudere a cartoccio e sistemare in un cestello per la cottura a vapore.
. Rimettere l'acqua di cottura della pasta nella pentola e portare a bollore; sistemare il cestello e cuocere per 5 minuti. 
. Servire le linguine nel cartoccio sistemato nel piatto singolo.

Modalità Bimby:
Preparare il condimento:
. Pulire gli scampi incidendo la parte dorsale per lungo senza dividerle per agevolare la cottura. Tritare il prezzemolo 5 sec./vel. 7. Tagliare le zucchine a julienne. 
. Mettere nel boccale l'olio, il peperoncino, l'aglio, la cipolla, le zucchine, il prezzemolo, il sale (o dado vegetale), pepe, insaporire: 3 min./100°/ /vel. .
. Unire la passata di pomodoro, i pomodorini, gli scampi, cuocere: 2 min./100°/ /vel.
. Sfumare con il brandy: 2 min./Varoma/ /vel. , togliere e mettere da parte.
Cuocere la pasta: 
. Versare l'acqua (400/500 ml) nel boccale, portare a bollore: 5 min./100°/vel. 1.
. Cuocere le linguine 2 min. in meno del tempo indicato sulla confezione/100°/ /vel. .
. Scolare la pasta avendo cura di conservare l'acqua di cottura.
. Unire la pasta al sugo, mescolare e cospargere con il prezzemolo tritato rimasto; suddividere la pasta in 2 porzioni.
Preparare i cartocci:
. Tagliare 2 fogli di carta alluminio di circa cm 40-45 e spennellarli di olio.
. Su ogni foglio versare una porzione di pasta e pesce, aggiungere i due pomodori ciliegino, qualche foglia di basilico e per finire irrorare con un filo di olio.
. Chiudere a cartoccio e sistemare nel recipiente del Varoma.
. Rimettere l'acqua di cottura della pasta nel boccale e portare a bollore: 12-13 min./Varoma/vel. 2.
. Posizionare il Varoma e cuocere: 5 min./Varoma/vel. 2.
. Servire le linguine nel cartoccio sistemato nel piatto singolo.

Pubblicato da Seddy

Linguine al cartoccio con scampi, zucchine e pomodorini

27 gennaio 2014

Dolce Brioche


Non è la solita brioche, ma la dolce brioche per eccellenza, la più buona in termini di sapore e morbida che si possa ottenere. Un pane dolce, classico francese, dalla splendida doratura, perfettamente soffice e alveolato internamente, che si presta ad essere farcito come meglio piace. Per gli appassionati dei lievitati dolci, il consiglio è di provarla per poter apprezzare un impasto così particolare e delizioso, preparatevi al colpo, perchè da quel momento in poi sarà la vostra brioche preferita. Incredibilmente vero!   


La scelta ideale...
L'ideale per gustare la dolce brioche è il miele millefiori italiano, Natura e Tradizione, dell'azienda Vis. Un morbido ripieno spalmato sulle fette, particolarmente gustoso e delicato, cremoso e avvolgente, arricchisce di sapore: un comfort food. 



Dolce Brioche

Ingredienti
Per una brioche piccola:
4 g di sale
30 g di zucchero
20 g di lievito di birra fresco
o 10 g di lievito secco
60 ml di latte intero tiepido
2 uova medie
100 g di burro morbido 
Per spennellare: 1 uovo sbattuto con un pizzico di sale
Per spalmare: miele millefiori Vis

Accessori utili: stampo per plumcake Granforno Domo Enjoy Cooking


PREPARAZIONE
L'impasto eseguito a mano:
1. In una ciotola mescolare gli ingredienti secchi: farina, sale e zucchero.
2. A parte sciogliere il lievito nel latte. 
3. Sbattere le uova e unirle al composto con il lievito. 
4. Unire gli ingredienti umidi a quelli secchi, amalgamando finchè il composto sarà omogeneo, anche se risulterà molto appiccicoso.
5. Coprire e fare riposare 10 minuti.
6. Dopo 10 minuti lavorare l'impasto nella ciotola, tirando un pezzo d'impasto di lato e premendolo al centro. Girando leggermente la ciotola, ripetere con le altre porzioni dell'impasto. Ripetere per 8 volte; l'intero processo dovrebbe richiedere 10 secondi e l'impasto dovrebbe iniziare a fare resistenza. 
7. Coprire ancora e fare riposare per altri 10 minuti. 
8. Ripetere le fasi 6 e 7.
9. Incorporare all'impasto i pezzettini di burro, lavorare fino ad averlo incorporato completamente. Coprire e fare lievitare per 10 minuti.
10. Lavorare un'ultima volta l'impasto per assicurarsi che il burro sia ben incorporato.
11. Coprire, mettere in frigo e fare lievitare per 1 ora.
12. Sgonfiare l'impasto con un pugno. Spolverizzare di farina un piano di lavoro e trasferire l'impasto.
13. Dividere l'impasto in 3 pezzi uguali, prendere ogni pezzo, rotolare fra le mani formando una palla tonda e liscia. 
14. Mettere nello stampo le palle di impasto, coprire e fare lievitare fino al raddoppio del volume: ci vorranno circa 30-45 minuti (in questo caso l'ho posto nel forno spento con la lucina accesa). 
15. Preriscaldare il forno a 200°C, scaldare una teglia sul fondo del forno.
16. Quando la brioche è lievitata spennellare con l'uovo sbattuto e fare un taglio con le forbici su ogni cupola della brioche.
17. Infornare e versare una tazza di acqua nella teglia del fondo.
18. Cuocere per circa 20 minuti o finchè non sarà dorata. Fare raffreddare su una griglia.  


Impasto Modalità Bimby: mettere nel boccale gli ingredienti umidi: 1min. 37° vel.3, incorporare le uova alla stessa velocità. Unire gli ingredienti secchi: 30'' vel.6, 2 min. modalità Spiga. Lasciare riposare per 10 minuti nel boccale. Lavorare l'impasto 30'' modalità Spiga e lasciare riposare altri 10 minuti. Ancora una volta, ripetere di nuovo le fasi di riposo e impasto. Incorporare il burro finchè non sarà completamente assorbito, sempre utilizzando la modalità Spiga. Trasferire l'impasto in una ciotola coperta e porre in frigo per 1 ora. A questo punto riprendere dalla fase 12 della spiegazione della preparazione a mano. 
Nota: la ricetta della Brioche è di Emmanuel Hadjiandreou, rivisitata per la modalità Bimby.

Pubblicato da Seddy

Dolce Brioche

20 gennaio 2014

Biscottini di latte al cioccolato


Sempre alla ricerca del gusto particolare, creando qualcosa di semplice e straordinariamente "ciccolatoso", da un insieme di accostamenti gradevoli e sorprendenti. Croccanti biscottini al cioccolato, con latte e farina di riso, ideali per i più golosi, dal risultato unico e speciale, per non rinunciare al piacere di assaporarli in qualsiasi momento della giornata. 


Prova una variante!
La versione senza cacao è un'ottima alternativa, consiste nel sostituire la dose di cacao con la farina di riso, utilizzando l'aroma della buccia di limone. Inoltre, per una dose maggiore basta raddoppiare le dosi. 


Biscottini di latte al cioccolato

Ingredienti
85 g di burro morbido
100 g di zucchero
1 uovo
30 ml di latte di riso 
200 g di farina per dolci Molino Rossetto
50 g di farina di riso
aroma di vanillina
4 g di lievito vanigliato per dolci


PREPARAZIONE
L'impasto può essere lavorato a mano o con un mixer.
1. In una ciotola o mixer, lavorare burro, zucchero e uova. (Con il Bimby: 40'' vel. 4). 
2. Unire il latte, la farina, l'aroma e il lievito. (Con il Bimby 40'' vel. 5).
3. Creare una palla con l'impasto, avvolgerla nella pellicola trasparente e metterla in frigorifero a riposare per 30 minuti prima di utilizzarla.
4. Con l'impasto tirare uno strato di circa mezzo centimetro di altezza, cercando di non riscaldare la pasta durante la lavorazione.
5. Cospargervi sopra le gocce di cioccolato e schiacciare per bene con le mani per compattare con la frolla. 
6. Tagliare i biscotti dando forme a piacere e cuocerli sulla placca del forno rivestita di carta forno a 180°C per 15-20 minuti circa.
7. Servire tiepidi o freddi.

Pubblicato da Seddy

Biscottini di latte al cioccolato

17 gennaio 2014

Knaeckebroed o pane svedese di segale & Zuppa di lenticchie, funghi e lattuga


Per la rubrica "Un Mondo di Sapori", il pane svedese di segaleKnaeckebroed, preparato con un mix di farine: farina di segale e farina Antiqua 1 macinata a pietra. Un tipo di pane rustico molto croccante e distinto dalla sua forma particolare, diverso dal solito con ottime possibilità di conservazione. Il periodo invernale stuzzica l'idea di preparare un abbinamento caldo al pane appena sfornato, perfetto per accompagnare la proposta di un piatto altrettanto rustico, la saporita zuppa di lenticchie, funghi e lattuga, una ghiotta specialità tutta da gustare, trasformando un pasto intrigante in una portata ricca di sicuro successo.


Sapevate che...
Il buco centrale di questo tipo di pane è tradizionale. I pani, una volta cotti, venivano legati con una corda che passava attraverso i fori e appesi a seccare nelle cucine.


Knaeckebroed (pane svedese di segale)

Ingredienti:
350 g di farina di segale
150 g di farina Antiqua Linea Casa Tipo 1
300 ml di acqua
150 g di lievito madre
oppure 15 g di lievito di birra
10 g di sale


PREPARAZIONE
1. Preparare un impasto con tutti gli ingredienti tranne il sale, che verrà aggiunto alla fine; lavorare finchè non raggiunge una consistenza elastica e omogenea. Fare riposare in una ciotola unta di olio per 30 minuti.
2. Formare delle palline da 130 g l'una, farle lievitare su un telo, coperte, in un luogo caldo per circa 2 ore se si utilizza il lievito di birra, fino al raddoppio del volume se si utilizza il lievito madre. 
3. Stendere ogni pallina con un mattarello formando dei dischi di 20-22 cm di diametro spessi 3-4 mm; praticare un foro centrale con un coppapasta di 2 cm e mezzo di diametro e, con un rullo di pasticceria, praticare dei buchi su tutta la superficie. Man mano che si formeranno le ciambelle, coprire con un telo di cotone. 
4. Scaldare i forno a 250°C ponendo all'interno la teglia dove andrà posizionato il pane per la cottura oppure su una pietra refrattaria. Fare scivolare 2 o 3 dischi per volta (in base alla capienza del forno) su una teglia calda e cuocere per 10-15 minuti, rigirando le ciambelle dopo 4-5 minuti.
5. Continuare a cuocere pochi pezzi alla volta in base alla capienza del forno, fino a esaurimento. Fare raffreddare, con un pennello eliminare la farina in eccesso e conservare in sacchetti di plastica.
Note: la ricetta del Knaeckebroed è una rivisitazione dell'originale di Sara Papa

             
Zuppa di lenticchie, funghi e lattuga

Ingredienti per 4 persone:
200 g di lenticchie piccole
20 g di funghi misti
1 cespo di lattuga
qualche cucchiaio di passata di pomodoro
sedano-carota-cipolla
olio extravergine di oliva
15 g di burro
sale - pepe


PREPARAZIONE 
1. Lavare le lenticchie, scolarle, metterle in una pentola, coprire con acqua. Aggiungere l'olio e un trito di sedano, carota e cipolla, poi il pomodoro e il sale; cuocere per il tempo indicato sulla confezione.
2. Lavare le foglie di lattuga, sgrondare e tagliare a tocchetti.
3. Scaldare 2 cucchiai di olio in una padella, rosolare un pò di trito di cipolla e i funghi, unire alle lenticchie a metà cottura.
4. Mettere il burro nella stessa padella del soffritto, fare saltare la lattuga e bagnare con un mestolino di brodo di lenticchie lasciandola insaporire. Frullare, unendo, se è necessario, altro brodo di lenticchie. Aggiungere alle lenticchie a circa 5 minuti dal termine della cottura, mescolare, controllare di sale e pepare.
5. Servire la zuppa calda accompagnandola con il pane svedese appena sfornato.

Pubblicato da Seddy

Knaeckebroed o pane svedese di segale & Zuppa di lenticchie, funghi e lattuga

14 gennaio 2014

Rose sfogliate alle mele con cacao e cannella


L'idea di realizzare un dessert particolarmente sfizioso si può trasformare subito in una ricetta perfetta? Ecco la dimostrazione, nessun tocco magico per creare dei dolcetti golosi in poco tempo, le rose sfogliate alle mele, leggere e delicate conquistano per la consistenza croccante e soffice insieme. Un dessert facile e veloce da preparare, divertente per la semplicità dell'esecuzione e  un risultato sorprendente che ne esalta la bellezza e la bontà!


Prova una variante!
L'alternativa per ottenere delle rose sfogliate un pò meno delicate e più accese di tono consiste nel sostituire le mele a buccia gialla con quelle a buccia rossa. Per una quantità maggiore di rose utilizzare doppie dosi.
La prossima volta le vorrei provare con pesche, marmellata e granella di nocciole! ...e poi?


Rose sfogliate alle mele 

Ingredienti per 6 rose
1 rotolo di pasta sfoglia
1 mela grande a buccia gialla
50 ml di acqua
50 g di zucchero
succo di limone
1 cucchiaio di zucchero
cannella a piacere
25 g di burro fuso


step by step


1. Lavare bene la mela, eliminare il torsolo, tagliare a metà e poi a fette sottili con uno spelucchino con lama in ceramica.
2. In un pentolino largo versare 50 ml di acqua e lo zucchero, spremere un pò di succo di limone mescolando bene.
3. Aggiungere le fette di mela e lasciare cuocere, a fiamma bassa, per circa 3/5 minuti. Far raffreddare bene.
4. Nel frattempo, stendere la pasta sfoglia e mescolare insieme zucchero, cacao e cannella. Cospargere con il mini setaccio sulla pasta sfoglia leggermente spennellata con burro fuso.
5. Tagliare la pasta sfoglia a strisce di circa 4 cm di altezza.
6. Disporre su ogni striscia le mele con la parte della buccia rivolta verso l'alto.
7. Arrotolare bene e porre la girella su un pirottino di carta o stampo da muffin.
8. Spennellare le rose di pasta con il burro fuso, per sicurezza fermare la chiusura con uno stecchino.


9. Infornare in forno preriscaldato a 200°C per circa 15/20 minuti.
10. Servire a temperatura ambiente o tiepide, accompagnate da ciò che più piace!

Pubblicato da Seddy

Rose sfogliate alle mele con cacao e cannella

11 gennaio 2014

Soda bread semi-integrale



Un pane semplice in assoluto, non occorre lievito e tempi di lievitazione, il soda bread, di origine irlandese, proposto in una versione semi-integrale, preparato con una mescolanza di farine differenti macinate a pietra, ottenuto lavorando velocemente l'impasto e subito in cottura. Il consiglio è di consumarlo appena sfornato, con burro e confettura biodelizia, dal sapore e profumo integro dell'arancia appena colta, in modo da gustare al meglio le particolarità di un pane caldo dal colore meraviglioso.


Prova una variante!
La variante del soda bread integrale con l'uvetta è una squisita alternativa. Perfetto a colazione per la caratteristica consistenza interessante e dolce. Inoltre, può essere preparato semplice solo con farina bianca o interamente integrale.


"La qualità del Made in Italy"

L'azienda Vis (Prodotti Tipici Valtellinesi) nasce nel 1982 nel cuore delle Alpi, con l’idea di affiancare alla tradizionale commercializzazione della frutta fresca la realizzazione di prodotti genuini e conservabili, come le confetture e le marmellate. Un'idea innovativa per quel tempo, trattandosi di realizzare confetture con tanta frutta e con un moderato apporto di zucchero. Nel corso degli anni la qualità, la genuinità e la bontà delle confetture Vis conquistano il mercato Italiano ed estero tanto da ampliare la struttura iniziale dell'azienda, l'assortimento ricco di nuovi gusti con le confetture da agricoltura biologica e tante altre specialità a base di frutta, regalando il piacere autentico dei profumi e dei sapori della natura.



Soda bread semi-integrale

Ingredienti per 1 pane piccolo:
125 g di farina Antiqua Linea Casa tipo 2
125 g di farina Antiqua Linea Casa Tipo Integrale
6 g di sale
4 g di bicarbonato di soda
260 g di latte intero o latticello

da spalmare: 
Biodelizia arance amare Vis

PREPARAZIONE
1. Scaldare il forno a 200°C.
2. Mescolare in una ciotola le farine, il sale e il bicarbonato di soda. 
3. Versare sopra il latte. Mescolare finchè gli ingredienti stanno insieme, senza lavorarli troppo.
4. Spolverare di farina un piano di lavoro pulito e trasferire l'impasto.
5. Formare una palla appiattita leggermente, rotolandola in una quantità generosa di farina. 
6. Incidere una croce profonda sul pane con un coltello ben affilato e mettere sulla tortiera o sulla teglia con carta forno.
7. Cuocere nel forno già caldo per 20-30 minuti o finchè il pane è ben cotto. Per verificare se è pronto girarlo e dare un colpetto sul fondo, dovrebbe suonare vuoto.
8. Se non è pronto, rimetterlo in forno per qualche minuto. Altrimenti farlo raffreddare su una gratella.
Nota: la ricetta del Soda bread semplice è di Emmanuel Hadjiandreou.

Pubblicato da Seddy

Soda bread semi-integrale

10 gennaio 2014

Les Petites Madeleines


Un piccolo piacere da concedersi per allentare il ritmo frenetico della giornata, una tazza di tè accompagnata da dolcetti di piccola pasticceria, che allietano il momento di pausa gustando sempre un qualcosa di diverso. Les Petites Madeleines, tipici dolci a forma di conchiglia, di antica tradizione di pasticceria francese, quelle di Commercy, in Lorena sono le migliori, devono anche la loro notorietà allo scrittore Marcel Prust. Soffici e delicate, nelle tante interpretazioni dalle diverse varianti, sapranno conquistare per la loro eleganza e rendere unico un momento relax per la bontà.  


Prova una variante!
Dalla ricetta di base si possono ottenere diverse varianti con l'aggiunta di aromi diversi, liquori, frutta secca, gocce di cioccolato e tutto ciò che più piace seguendo i gusti personali.
Ottima anche la versione delle madeleines salate!


Consigli & Segreti
Per la forma dovete munirvi del classico stampo, le uova dovranno essere ben montate, il burro fuso aggiunto alla fine e prima della cottura occorre un tempo di riposo in frigo. 
I dolcetti tendono ad asciugarsi subito, quindi è bene collocarli in una scatola di latta a chiusura ermetica.
Attenzione!
Non bisogna riempire gli stampini più di 3/4, altrimenti in cottura usciranno fuori dal bordo!


Les Petites Madeleines con due varianti

Ricetta base delle madeleines:
Ingredienti
90 g di zucchero 
55 g di burro fuso
2 uova
aroma di vaniglia 
1/2 bustina (scarsa) di lievito vanigliato per dolci

Ricetta delle madeleines al cacao:
Per preparare le madeleines al cacao, come quelle proposte, basterà sostituire 10 g di farina con 10 g di cacao amaro ICAM Cioco Pasticceria

PREPARAZIONE
1. In una terrina montare le uova con lo zucchero. Aggiungere la farina setacciata (o farina e cacao per la variante proposta) setacciata con il lievito, l'aroma, il burro fuso. Lasciare il composto in frigorifero per un tempo di riposo di 30 minuti.
2. Ungere lo stampo con le forme di conchiglia (preferibilmente con un pennello e usando il burro fuso), spolverizzare di farina e scuotere per eliminare quella eccedente.
3. Porre il composto preparato in una tasca da pasticceria munita di bocchetta liscia (oppure con un cucchiaio) e riempire le formine.
4. Infornare a 220° per i primi minuti, quando inizieranno a gonfiarsi abbassare la temperatura a 180° per altri 5 minuti circa.
5. Lasciarle raffreddare a temperatura ambiente prima di servire.


Pubblicato da Seddy

Les Petites Madeleines

8 gennaio 2014

Torta salata zucchine e bacon


Squisite e sempre apprezzate, le torte salate, appartengono a tutte quelle preparazioni sfiziose a base di pochi e semplici ingredienti. Veloci e pratiche, hanno il vantaggio di soddisfare le esigenze della vita moderna, sempre alla ricerca di soluzioni pratiche e veloci. Ideali e perfette come piatto forte per ogni occasione, l'idea di racchiudere all'interno i più svariati ingredienti, le varietà di impasti e dare una forma a scelta, portando in tavola tutto il gusto, la bontà e la propria fantasia! 


La scelta ideale...
Le vaste collezioni di Domo Enjoy Cooking comprendono: la linea Granforno dal design accattivante, progettata per tutti i tipi di forno, in alluminio con rivestimento antiaderente Teflon classic; la linea Terracotta, che riassume la più moderna innovazione tecnologica ceramica e il gusto caratteristico della cucina del passato, per una linea moderna e originale, rispettosa dell’ambiente e del ricco sapore del cibo. 


 Prova una variante!
A piacere, usare le zucchine a pezzettoni senza trifolarle. La scamorza può essere tagliata a pezzettoni o tritata. La pasta al vino può essere sostituita con altro tipo di impasto a piacere, es. pasta sfoglia classica o pasta brisé.


Torta salata zucchine e bacon

Ingredienti per 6 persone
Per 1 dose di pasta al vino:
- 300 g di farina tipo 0
- 100 g di vino bianco secco
- 80 g di olio evo
- 1 pizzico di sale
Per il ripieno:
3 zucchine di media grandezza
20 g di pangrattato tritato grosso
10 g di olio extravergine di oliva
1 scamorza affumicata a fette
100 g di bacon a fette
sale q.b.
3 mazzetti di timo fresco
Accessori utili: teglia crostata di 30 cm Granforno Domo Enjoy Cooking

PREPARAZIONE
Per la pasta al vino: l'impasto è versatile, può essere eseguito a mano o con altri tipi di procedimenti mediante l'uso di  robot. In una ciotola con l'aiuto di una frusta emulsionare il vino e l'olio. Aggiungere La farina, un pizzico di sale e impastare amalgamando bene il composto. Compattare l'impasto e metterlo a riposare 15 minuti. Con il Bimby: Versare nel boccale il vino e l'olio, emulsionare: 10'' vel. 4. Aggiungere la farina, un pizzico di sale, impastare: 1 min. Spiga.
Per il ripieno: scaldare l'olio nel wok Terracotta e saltare le zucchine con un filo di olio extravergine di oliva, sale e pepe. Le verdure devono rimanere croccanti. 
Per la torta: rivestire la teglia Granforno con carta forno bagnata e strizzata o imburrare e infarinare. Tirare una sfoglia con l'impasto e sistemarla sulla teglia, distribuire sulla base il pangrattato, le zucchine, la scamorza a fette. Allineare le fette di bacon, a piacere aggiungere i rametti di timo o altro aroma. Infornare a 180°C per 30 minuti.

Pubblicato da Seddy

Torta salata zucchine e bacon

6 gennaio 2014

La Torta Tartufata di Cuore di Sedano


Una golosità da non perdere per concludere la raccolta di ricette delle feste. La Torta Tartufata, dolce tentazione ricca di cioccolato dal cuor di nocciola, si distingue non solo per la bontà, ma per l'aspetto accattivante dall'effetto monocolore stupendo. Sublime! 


La scelta ideale...
Cioccolato fondente ICAM Cioco Pasticceriascioglievole cioccolato fondente, equilibrato nelle note di cacao, duttile e versatile in cucina. Con un gusto rotondo ed amabile, è il cioccolato giusto per realizzare dolci che accontentano il gusto ed il palato di una grande varietà di degustatori. Ideale da sciogliere per realizzare cioccolatini, per guarnire torte o per completare altre preparazioni con una squisita copertura di cioccolato fondente, dall’impeccabile effetto lucido.
Cacao amaro fondente ICAM Cioco Pasticceriapolvere di cacao dal colore rosso-marrone intenso, caratterizzata da un persistente profumo. Prodotto ideale per la preparazione di dolci e gelati, nonché per la guarnitura di dessert come ad esempio Tiramisù, torte, tartufi al cioccolato, etc.


Sapevate che...
I Tartufi al cioccolato furono creati nel Natale del 1895 a Chambery, in Francia, dal pasticcere Louis Dufour. Egli avrebbe dovuto preparare moltissimi cioccolatini per le feste, ma il cioccolato a sua disposizione non bastava: aggiunse a quello che aveva la panna e la vaniglia...


Segreti & Consigli
Per foderare uno stampo a cerniera tagliare un tondo di carta da forno dello stesso diametro dello stampo e adagiare sul fondo leggermente unto di burro. Ritagliare due strisce alte come il bordo dello stampo e lunghe quanto la circonferenza. Fare aderire al contorno  "incollandole" con un poco di burro.


La Torta Tartufata di Cuore di Sedano

Ingredienti
Per la torta al cioccolato:
3 uova intere
75 ml di latte fresco
75 g di burro
75 g di zucchero
1 cucchiaio di rum o di caffè
un pizzico di sale 
12 g di lievito vanigliato per dolci
Per la farcitura e copertura:
50 ml di panna fresca
50 g di burro
150 di crema alle nocciole
rum o caffè
Per i tartufi:
50 g di panna fresca
10 g granella di nocciola 
1 cucchiaino di rum o di caffè
nocciole intere spellate


PREPARAZIONE
Per la torta al cioccolato: in un tegame sciogliere il cioccolato fondente spezzettato con il burro morbido a tocchetti, il latte e lo zucchero, lavorando con una frusta fino ad ottenere una crema. aggiungere il rum o caffè. In una terrina sbattere le uova con uno sbattitore. Unire la farina al composto del cioccolato, mescolando il lievito e infine incorporare le uova. Versare in uno stampo apribile dal diametro di 20 cm, foderato con carta forno o ben imburrato e infarinato. Cuocere nel forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti. Raffreddare capovolta su una gratella, una volta fredda porre in frigorifero per compattare.
Per i tartufi: Versare la panna in un tegame, porre sul fuoco moderato e portare a ebollizione. Fare bollire non più di un minuto, quindi togliere dal fuoco. Immergere nella panna bollente il cioccolato, prima spezzettato finemente, e amalgamare alla preparazione con un cucchiaio di legno. Si dovrebbe ottenere un composto omogeneo al quale unire la granella di nocciole. Fare raffreddare completamente, quindi unire il rum o caffè. Mescolare bene in modo da incorporarlo perfettamente e fare rassodare in frigo per 1 ora o nel freezer per 30 minuti. Togliere dal frigo e, con un cucchiaino, ricavare delle palline, porre al centro una nocciola intera, rotolare nei palmi delle mani per renderle ben tonde. Porre immediatamente su un foglio di carta da forno man mano preparate. 
Per la farcitura e copertura: scaldare la panna con il burro. Quando questo sarà fuso, levare dal fuoco, unire il cioccolato tritato e mescolare finchè sarà ben sciolto. Poi incorporare la crema di nocciole e continuare a rimestare fino a ottenere un composto omogeneo. Fare raffreddare in frigorifero un paio di ore. Nel frattempo livellare la torta, asportando la parte superiore bombata e tagliata a metà orizzontalmente. Riprendere la crema dal frigorifero e montare con lo sbattitore fino a ottenere un composto soffice. Spalmare di crema il disco di base, coprire con un secondo disco, con la crema rimasta ricoprire tutta la torta, livellando bene la crema. Collocare il dolce su un piatto da portata o alzata e cospargere la superficie e i lati  torta con abbondante cacao amaro in polvere. Riprendere i tartufi e, dopo averli rotolati nel cacao amaro disporli sul dolce. Servire su un vassoio o su un'alzatina.
Note: se si desidera rendere la torta più morbida bagnare i dischi con dello sciroppo di acqua e zucchero arricchito con rum o caffè.

Pubblicato da Seddy

La Torta Tartufata di Cuore di Sedano

3 gennaio 2014

Tartufi al cioccolato bianco e cocco


I Tartufi al cioccolato bianco e cocco sono dei deliziosi bonbons dal cuore di mandorla, a base  di ricotta, morbido e cremoso cioccolato bianco e cocco. Un'idea semplice e raffinata, facile e veloce per creare così dei piccoli tartufi bianchi dolci, una coccola sfiziosa ideale da servire a fine pranzo oppure adatta per arricchire un buffet. 


La scelta ideale...
Cioccolato bianco ICAM Cioco Pasticceria: cioccolato con intenso sapore di latte, caratterizzato da dolci note di vaniglia. Particolarmente scioglievole grazie all’elevata presenza di burro di cacao. Confezione in flowpack, che permette di sciogliere direttamente il cioccolato a bagno maria, ed utilizzabile come una piccola sac-a-poche per la guarnitura delle torte. Ideale da sciogliere per realizzare cioccolatini, o per completare dessert con una dolce copertura di cioccolato bianco.


Tartufi al cioccolato bianco e cocco

Ingredienti:
500 g di ricotta asciutta
200 g di zucchero semolato
200 g di cioccolato bianco ICAM Cioco Pasticceria
250 g di cocco disidratato
Per la copertura:
100 g di cocco disidratato
Per la farcitura:
mandorle intere pelate q.b.
Accessori utili: pirottini di carta

PREPARAZIONE
1. In una ciotola versare la ricotta, il cioccolato bianco tritato e lo zucchero. Mescolare bene aiutandosi con un cucchiaio di legno fino a ottenere un composto omogeneo. 
2. Formare con le mani delle palline di circa 2 cm di diametro, farcire l'interno con una mandorla e sistemarle su un foglio di carta forno.
3. Passare le palline nella farina di cocco e sistemarli nei pirottini di carta.
4. Mettere in frigorifero per almeno 1 ora.
5. Servire i minitartufi su un vassoio oppure, se si desidera regalarli confezionare singolarmente.
Note: la ricetta è tratta dal blog Torte e dolcetti di Alu.


Pubblicato da Seddy

Tartufi al cioccolato bianco e cocco

.