New Updates
Sidebar
Recent posts from different topics.

30 maggio 2014

Pizza di kamut con pere e gorgonzola


"La pizza: straordinaria invenzione! Tante varietà di possibili accostamenti da sperimentare, impasti e condimenti diversi, c'è sempre l'imbarazzo della scelta. Per tutti gli amanti della pizza, un piatto unico che vale la pena di preparare, la proposta di un abbinamento dal sapore ancora più particolare. La pizza di kamut con pere e gorgonzola conquista il palato per la delicatezza, un ripieno cremoso e dolce rende il sapore ottimo. Una ricetta semplicissima dal gusto allettante,  per una volta nessuna variante... è perfetta!" 


Consigli & Segreti
Uno dei metodi migliori per cuocere le pere è il forno. Per questa ricetta scegliere pere mature ma non troppo morbide.


Pizza di kamut con pere e gorgonzola

Ingredienti
Per l'impasto:
125 g di farina tipo 0 per pizza Molino Rossetto
125 g di farina di kamut biologica Molino Rossetto
125 ml di acqua tiepida
5 g di lievito di birra
1 cucchiaino di miele Rigoni di Asiago
5 ml di olio extravergine di oliva
5 g di sale
Condimento per la farcitura:
100 g gorgonzola dolce DOP
2 pere Abate
100 g di mozzarella
olio extravergine di oliva
pepe bianco

Accessori utili: teglia da forno rotonda


Procedimento

Impastare le farine setacciate con l'acqua tiepida, il miele e il lievito, mescolare gli ingredienti per alcuni minuti. Unire l'olio e il sale, che va aggiunto alla fine, lavorare l'impasto finchè non avrà una consistenza omogenea. Lasciare riposare coperto 10 minuti e praticare le pieghe di rinforzo. Trasferire l'impasto in un contenitore unto di olio e coperto con pellicola per alimenti, lasciare riposare fino al raddoppio del suo volume. 
Stendere l'impasto lievitato delicatamente sulla teglia, dare uno spessore uniforme e lasciare riposare ancora per altri 30 minuti. Distribuire sulla superficie il gorgonzola a fiocchetti, la pera sbucciata e tagliata a fettine sottili, pepe bianco e un filo di olio extravergine di oliva.
Cuocere in forno caldo a 250°C, posizionando la teglia nella parte bassa del forno per i primi 10 minuti, poi spostare a metà o in alto per completare la cottura, aggiungendo la mozzarella sulla pizza. 


Pubblicato da Seddy

Pizza di kamut con pere e gorgonzola

29 maggio 2014

Tartufi al cioccolato bianco e pistacchi


"Piccoli momenti di piacere e grande risorsa quando il tempo è tiranno: i Tartufi al cioccolato bianco e pistacchi rappresentano una dolce coccola e delizia per viziare il palato. Il dolce più facile, rapido e gradevole che possiate preparare, estremamente versatile permette diverse varianti, la croccantezza dei piastacchi con la delicata base cioccolatosa li rende irresistibili, da gustare in ogni momento della giornata" 


Curiosità
Il pistacchio è il seme contenuto nel frutto di un albero della famiglia delle Anacardiaceae (Pistacia vera), originario del Medio Oriente. I frutti sono drupe ovali rivestite dal mallo e i semi che contengono, dal tipico verde brillante, sono a loro volta rivestiti da una sottile buccia violacea. Vi sono ampie zone di coltivazione in Iran, Turchia e California, mentre in Italia sono rinomati i pistacchi di Bronte, alle pendici dell'Etna. una coltivazione di nicchia che si fregia del marchio DOP, dando origine a un prodotto molto ricercato anche all'estero per l'alta qualità del sapore e l'intensa colorazione verde.
Al momento dell'acquisto preferire i pistacchi con il guscio (che non deve presentare ammaccature) e piuttosto pesanti, segno di freschezza, infatti i semi più invecchiano, più si disidratano perdendo peso.
La particolare sfumatura di sapore dei pistacchi conferisce alle preparazioni un gusto particolare che viene valorizzato soprattutto nei dolci (gelati, torte, pasticcini), ma anche nei ripieni di carne in agrodolce e negli insaccati. Infine, tostati e salati, i pistacchi rappresentano un goloso snack.


Prova una variante!
A piacere, sostituire il cioccolato bianco con il cioccolato fondente o al latte. 
E' possibile sostituire i pistacchi con nocciole tostate, cacao amaro o cocco.


Tartufi al cioccolato bianco e pistacchi

Ingredienti
100 - 120 g di pistacchi
250 g di cioccolato bianco
100 g di panna (min. 30% di grassi)
30 g di burro
1 stecca di vaniglia, i semi estratti
o 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia naturale
1 cucchiaino di scorza di limone tritata

Accessori utili: pirottini di carta


Procedimento


1. Tritare in un mixer i pistacchi. Trasferire la granella ottenuta in una ciotola e tenere da parte.
2. Tritare anche il cioccolato bianco.
3.  In un tegame, scaldare la panna a fuoco moderato, aggiungere: il burro, la vaniglia, la scorza di limone. Togliere dal fuoco e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneoTrasferire il composto in una ciotola coperta da pellicola trasparente a contatto e lasciare raffreddare nel congelatore per 30 minuti.
4. Riprendere il composto freddo, formare delle palline (diamentro 3-4 cm), porre immediatamente su un foglio di carta da forno man mano preparate e passarle nella granella di pistacchi, assicurandosi che tutta la superficie sia ricoperta.
5. Trasferire i tartufi nei pirottini di carta e conservare in frigorifero prima di servire.
Modalità Bimby:
1. Mettere nel boccale i pistacchi e tritare: 6''/vel. 6. Trasferire la granella ottenuta in una ciotola e tenere da parte.
2. Mettere nel boccale il cioccolato bianco e tritare. 6''/vel. 8.
3. Aggiungere la panna, il burro, la vaniglia, la scorza di limone e sciogliere: 3 min./50°C/vel.3. Trasferire il composto in una ciotola coperta da pellicola trasparente a contatto e lasciare raffreddare nel congelatore per 15-20 minuti. Riprendere dal punto 4.
Servire su un vassoio o su una alzatina.

Consigli & Segreti
Si consiglia di lavorare velocemente il composto al passaggio 4 poichè si potrebbe sciogliere facilmente.

Pubblicato da Seddy

Tartufi al cioccolato bianco e pistacchi

27 maggio 2014

Coppe di gelato al melone


"Un'idea fresca di giornata, le coppe alla frutta di gelato al melone, un nuovo sapore da scoprire per il gelato artigianale. La ricetta per la preparazione del gelato al melone, può essere considerata una buona base da adattare ad altri gusti di frutta fresca, per la facilità dell'esecuzione può essere garantito un risultato magnifico."


Presentatelo cosi!
Una volta preparate le coppe, per arricchirle e renderle ancor più squisite, guarnire all'ultimo momento la superficie del gelato con il Mytopp ai frutti di bosco Toschi. Un'idea per abbellire le coppe consiste in: qualche rametto di menta, classici ombrellini di carta da cocktail, cialde croccanti. 


Gelato al melone

Ingredienti
250 g di polpa di melone
100 g 80 g  di zucchero semolato
150 g di latte intero
150 g di panna fresca
1 cucchiaio di succo di limone, a piacere

Procedimento

1. Frullare la polpa di melone con lo zucchero e il succo di limone. Raffreddare il composto ottenuto.
2. Montare la panna a neve quasi ferma. Mescolare accuratamente la purea di melone con il latte e la panna  montata,  in modo da inglobarla omogeneamente. 
3. MODALITA' CON LA GELATIERA Accendere la gelatiera e versare il composto nel recipiente per un tempo di preparazione di 30-40 minuti.
MODALITA' SENZA LA GELATIERA Mentre senza gelatiera, trasferire il composto in un contenitore per freezer largo e basso e, riporlo nel congelatore per 8 ore o anche tutta una notte. Togliere dal congelatore e trascorsi 5 minuti, tagliare a pezzi di 2 cm circa, tritare e mantecare con un mixer. Rimettere in congelatore per alcuni minuti, se necessario. 
Note: i tempi di raffreddamento del gelato dipendono dalla temperatura del freezer.

Pubblicato da Seddy

Coppe di gelato al melone

26 maggio 2014

Pane ai cereali con semi di girasole


"Un pane meraviglioso del sabato sera, il pane dell'ultima ora, per chi dovesse dimenticare di comprarlo. Un pane ai cereali con semi di girasole, gustosissimo per la colazione della domenica mattina, morbido da mangiare con la confettura, miele o burro e ottimo anche da solo. I semi di girasole gli danno un tocco croccante, semplice da preparare, potete rifarlo tutte le volte che avete voglia di qualcosa di genuino e saporito." 


Prova una variante!
La ricetta può essere un modello per ottenere delle altre varianti, basta seguire lo stesso procedimento con altre farine macinate a pietra: la farina Antiqua Linea Casa Tipo 1, o la farina Antiqua Linea Casa Tipo Integrale.


La confettura Vis,  della linea Più Frutta light gusto Amarene è Il modo migliore per gustare questo pane e renderlo squisitamente adatto per una perfetta colazione o merenda equilibrata.  


Pane ai cereali con semi di girasole

Ingredienti
Per un pane piccolo:
3 g di lievito fresco
o 2 di lievito secco attivo
200 ml di acqua tiepida
semi di girasole q.b.

Accessori utili: stampo per plumcake Granforno Domo Enjoy Cooking,
unto con olio vegetale


Procedimento

1. In una ciotola (più piccola) setacciare la farina.
2. In un'altra ciotola (più grande), versare l'acqua e unire il lievito.
3. Unire gli ingredienti secchi a quelli umidi. Mescolare con un cucchiaio di legno e poi con le mani fino a formare un impasto, aggiungendo il sale.
4. Coprire con la ciotola che conteneva gli ingredienti secchi e fare riposare 10 minuti.
5. Dopo 10 minuti, lasciando l'impasto nella ciotola, iniziare a fare le pieghe tirando un pezzo di impasto di lato premendolo al centro. Girare leggermente la ciotola e ripetere l'operazione con un'altra porzione d'impasto. Ripetere per altre 8 volte. L'intero processo dovrebbe richiedere circa 10 secondi e l'impasto dovrebbe iniziare a fare resistenza.
6. Coprire di nuovo la ciotola e fare riposare per 10 minuti.
7. Ripetere due volte le fasi 5 e 6, poi ancora la 5. Coprire la ciotola e fare lievitare 1 ora.


8. Quando l'impasto è raddoppiato di volume, schiacciare delicatamente con il pugno per fare uscire l'aria.
9. Spolverare di farina un piano di lavoro e trasferire l'impasto. Schiacciare per dare una forma ovale.
10. Ripiegare verso il centro l'estremità destra dell'ovale. Adesso ripiegare l'estremità sinistra verso il centro. Premere leggermente per sigillare l'impasto, di forma più o meno rettangolare. 
11. Dare una forma al pane tirando l'estremità superiore del rettangolo verso il centro, premendola sull'impasto e raccogliendolo fino ad avere  un panetto regolare delle dimensioni dello stampo.
12. Mettere l'impasto all'interno dello stampo predisposto, con il lato della chiusura verso il basso. Coprire con un sacchetto di plastica pulito (gonfiato). Fare lievitare finchè non raddoppia di volume.
13. Accendere il forno 240°C. Scaldare una teglia sul fondo del forno (se il forno è grande). Riempire d'acqua una tazza e mettere da parte.
14. Quando la lievitazione sarà terminata, togliere il sacchetto e ricoprire la superficie leggermente unta con semi di girasole.
15. Mettere il pane nel forno già caldo, versare tazza d'acqua nella teglia per creare vapore e abbassare la temperatura a 200°C.
16. Cuocere per circa 30-35 minuti o finchè è ben dorato.
17. Per controllare se è ben cotto, rovesciare e dare dei colpetti sul fondo, dovrebbe suonare vuoto.
18.  Se non è pronto lasciarlo ancora nel forno per qualche minuto. Altrimenti, farlo raffreddare su una griglia.

Pubblicato da Seddy

Pane ai cereali con semi di girasole

23 maggio 2014

Rose Chocolate Cake: Video Tutorial



"Come fare una torta glassata al cioccolato in modo facile e veloce, con un video tutorial per creare, senza difficoltà, semplici effetti decorativi d'effetto utilizzando la tecnica delle rose. Un dolce goloso, per metà versione dark, dal gusto cremoso e delicato, renderà più festosa la tavola per un'occasione importante."


Segui il Video Tutorial...


Rose Chocolate Cake

Ingredienti per 10 porzioni:
Per la torta base al cacao:
2 uova
200 g di zucchero
120 g di yogurt bianco intero
40 g di olio di semi
15 g di cacao amaro in polvere
1 bustina di lievito vanigliato per dolci

Accessori utili: Stampo rotondo a cerniera 18 cm
piatto in ceramica Lékué

Per spennellare:
confettura di albicocche q.b.

Per la glassa al cioccolato fondente:
80 g di cioccolato fondente tritato
40 ml di panna liquida
10 g di zucchero o di sciroppo di glucosio
una noce di burro

Per il frosting al mascarpone:
250 g di mascarpone
 Nocciolata Rigoni di Asiago q.b.
zucchero a velo q.b.
(un pò di panna montata, a piacere)


PREPARAZIONE

Preparare la base:
1. Accendere il forno a 180°C.
2. In una terrina, con uno sbattitore, montare le uova con lo zucchero per 5 minuti.
Attenzione!
Montare bene le uova con lo zucchero fino ad otttenere un composto spumoso, così la torta sarà perfettamente alta, 6 cm circa.
3. Aggiungere l'olio, lo yogurt e mescolare.
4. Aggiungere a cucchiaiate la farina mescolata con il cacao e il lievito, con un movimento dall'alto verso il basso per non smontare il composto.
5. Ungere il fondo in uno stampo a cerniera con diametro 18 cm e infarinarlo, rimuovendo l'eccesso di farina.
6. Versare l'impasto e cuocere in forno (180°C) per 30' circa.
7. Capovolgere su una gratella e far raffreddare. 
Con il Bimby
1. Accendere il forno a 180°C.
2. Posizionare la farfalla. Montare le uova con lo zucchero: 5' vel. 3.
3. Aggiungere l'olio, lo yogurt e mescolare: 20'' vel. 3.
4. Con le lame in movimento a vel. 3 aggiungere dal foro del coperchio a cucchiaiate la farina mescolata con il cacao e il lievito. Continuare a mescolare: 20'' vel. 3.
5. Ungere il fondo in uno stampo a cerniera con diametro 18 cm e infarinarlo, rimuovendo l'eccesso di farina.
6. Versare l'impasto e cuocere in forno (180°C) per 30' circa.
7. Capovolgere su una gratella e far raffreddare. 
Preparare la glassa per la copertura:
8. Per la glassa, in un pentolino versare la panna liquida, unire lo zucchero e portare a bollore. unire il cioccolato tritato, spegnere e continuare a mescolare finchè si sarà fuso completamente. Al termine si otterrà una crema lucida. Lasciare intiepidire.
9. Spalmare su tutta la superficie la confettura (si può anche riscaldare e diluire con pochissima acqua), facendo attenzione a chiudere eventualmente i fori della torta.  Ricoprire la torta disposta sulla griglia con la glassa servendosi dell'ausilio di una spatola. Mettere in frigo e lasciare raffreddare per 15 minuti.
Preparare il frosting per la decorazione: 
10. Mescolare il mascarpone con la nocciolata e lo zucchero a velo secondo il gusto, aggiunti poco alla volta, proporzionalmente tanto quanto basta per ottenere una consistenza compatta. (Se il composto dovesse risultare troppo compatto, si può aggiungere a piacere un pò di panna montata.) Montare bene tutti gli ingredienti insieme. Mettere in frigo per compattare.
11. Una volta fredda, riempire una sac à poche con beccuccio a stella chiusa e comporre sulla superficie della torta le rose, con vortici in senso antiorario seguendo il tutorial, mentre ai bordi della base dei ciuffetti decorativi. 
Note: Si può farcire la torta a strati a piacere prima del punto 8.
Ti potrebbe interessare con la stessa tecnica: Rose Turquoise Cake (QUI).

Pubblicato da Seddy

Rose Chocolate Cake: Video Tutorial

21 maggio 2014

Come fare le orecchiette: Video Tutorial


"Spesso ho pensato di realizzare dei video tutorial pratici per Cuore di Sedano. Qualcosa di semplice e accessibile, che raccolga brevemente i passaggi più importanti, in modo da rimanere impressi facilmente e guidare nella pratica l'esecuzione. La realizzazione del primo video è stata del tutto casuale, anche abbastanza divertente, spero sia utile e di stimolo per gli appassionati della pasta fresca fatta in casa. Dopo aver visto il tutorial, potrete così creare le orecchiettespecialità di pasta fresca pugliese, particolari per la loro forma e per la superficie ruvida che riesce a trattenere bene diversi tipi di condimento, proprio come le originali gustate durante i miei viaggi in Puglia."  


Cuore di Sedano presenta:

Il primo video tutorial per inaugurare il canale YouTube.
Tecnica pratica per fare le orecchiette in casa.
Buona visione!


Orecchiette con farina di grano arso
e farina di grano duro

Dose per 2 persone
Per l'impasto:
160 g di farina di semola
rimacinata di grano duro Molino Rossetto
20 g di farina di grano arso
 biologica Molino Rossetto
90 ml di acqua tiepida
un goccino di olio
extravergine di oliva
un pizzico di sale

Procedimento

In una ciotola mescolate le due farine e trasferitele su una spianatoia. Fate una fontana con il buco al centro e aggiungete gli altri ingredienti; l'acqua poco per volta. Impastate bene fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. (Con il Bimby: 30'' vel. 6 e 1 min. modalità Spiga.). Lasciate riposare l'impasto coperto con un canovaccio per 10-15 minuti circa affinchè diventi ben elastico.  
Trascorso il tempo, dividete la pasta a pezzetti e formate con il palmo delle mani dei cilindretti. Tagliate dai cilindretti dei pezzettini di pasta di circa 1 cm di larghezza e, con un coltello dalla punta arrotondata, aiutandovi con l'indice della mano, strisciateli sulla spianatoia infarinata e rovesciateli al contrario sul dito pollice per ottenere dei dischetti concavi. 
Fate asciugare le orecchiette ben distanziate sulla spianatoia e cosparsa di farina.

Una volta asciugate, se non consumate fresche, si possono conservare, sistemate su un vassoio, in frigorifero per qualche giorno; oppure si possono congelare riposte in un vassoio ben distanziate. Una volta congelate riporle in un sacchetto gelo, per qualche mese.

A presto con la ricetta delle orecchiette condite squisitamente!

Pubblicato da Seddy

Come fare le orecchiette: Video Tutorial

20 maggio 2014

Cake pops gusto albicocca e mandorle


"Piccole e ghiotte palline di dolce sbriciolato, ricoperte con cioccolato e decorate con granella di mandorle, per esaltare un cuore al gusto albicocca, specialità di frutta biologica e naturale Vis. I Cake pops gusto albicocca e mandorle sono molto indicati nel recupero di avanzi di torte o dolcetti, rappresentano una merenda golosa e nutriente, ottima proposta da gustare all'aperto, per inaugurare la stagione Dolce Party."  


Prova una variante!
. E' possibile sostituire la confettura di albicocche con altro gusto Vis a piacere. 
. Il pan di Spagna al cioccolato con quello classico, oppure con una torta semplice al limone, ciambella o torta al cioccolato; il cioccolato fondente con quello bianco.



Cake pops gusto albicocca e mandorle

Ingredienti per 22 pezzi:
200 g di pan di Spagna al cioccolato (QUI)
70 g di confettura Biodelizia gusto albicocca
Vis Prodotti Tipici Valtellinesi
120 g di cioccolato fondente a pezzi
granella di mandorle
o altra decorazione a piacere

Accessori utili: stecchi lunghi in legno (10 cm)

Procedimento

Preparazione Cake pops:
1. Una volta pronta la base, sbriciolare il pan di Spagna in una ciotola e amalgamare alla confettura di albicocche. Impastare con le mani fino ad ottenere un impasto dalla consistenza lavorabile.
2. Formare delle palline, poco più grandi di una nocciola (circa come le palline di un lecca-lecca), porle su un vassoio foderato con carta forno e lasciare in freezer per almeno 2 ore.
3. Tritare il cioccolato fondente e sciogliere a bagnomaria.
4. Togliere le palline dal freezer, infilare lo stecco (anche stecchi in legno da spiedini tagliati a metà)  in ogni pallina.
5. Versare il cioccolato in una ciotola e immergervi le palline fino a ricoprirle completamente.
6. Ricoprire e decorare con granella di mandorle, mentre il cioccolato è ancora liquido. Asciugare nel polistirolo e lasciare in frigo prima al momento di servire.
Modalità Bimby:
Punto 1: tritare il pan di Spagna nel boccale, 10'' vel. 4. aggiungere la confettura e mescolare, 20'' vel.4.
Punto 5: tritare il cioccolato fondente: 10'' vel. 8. Riunire sul fondo con la spatola. Sciogliere 3' 50°C vel.2.

Pubblicato da Seddy

Cake pops gusto albicocca e mandorle

19 maggio 2014

Spighette d'orzo e timo


"Un lievitato stuzzicante e gustosissimo! Le Spighette d'orzo e timo, una proposta squisita, semplicemente decorata e dalla forma accattivante. Un pane speciale, preparato con pochi sani ingredienti, mescolati con un pizzico di manualità, per scatenare la fantasia. Un successo garantito, si realizza presto e con grande soddisfazione!" 


Prova una variante!
Si può sostituire il timo con altre erbe aromatiche a piacere o con semi vari.


La scelta ideale...
Per una migliore realizzazione della ricetta, la scelta di preparare le Spighette d'orzo e timo utilizzando una miscela di farine Molino Rossetto, ricche di sapore e proprietà nutritive: la farina di grano tenero tipo 1 macinata a pietra, ottenuta con l'antico processo di macinazione a pietra, con la farina speciale biologica d'orzo, ottenuta dalla macinazione di materie prime non tradizionali.


Spighette d'orzo e timo

Ingredienti
175 ml di acqua
100 g di lievito madre
o 10 g di lievito di birra
5 g di Miele di Fiori Rigoni di Asiago
7 g di sale
timo fresco, a piacere



Procedimento

Miscelare le farine con il timo e impastare, a mano o con l'impastatrice, tutti gli ingredienti tranne il sale, che andrà aggiunto alla fine. Porre l'impasto in una ciotola, coprire con un telo di cotone o pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio del volume. Trascorso il tempo, rovesciare l'impasto sul piano da lavoro, dividere in 3 parti uguali e formare dei filoncini; con le forbici praticare dei tagli lasciandoli uniti e ricavare una spiga da ogni filoncino.
Fare lievitare per 30 minuti a una temperatura di 23°C su una teglia foderata con carta forno, fare cuocere nel forno a 200°C per 10 minuti, quindi ridurre la temperatura a 180°C e cuocere ancora per 30 minuti o fino a doratura.
Modalità Bimby:
1. Mettere nel boccale l'acqua, il lievito e il miele, 1 min./37°/vel.3.
2. Aggiungere le farine, il timo e il sale, 3' modalità Spiga. Lasciare l'impasto nel boccale per la prima lievitazione. Riprendere dal punto 3.


Pubblicato da Seddy

Spighette d'orzo e timo

18 maggio 2014

Flowers





















"La mente è un terreno molto fertile!
Qualsiasi cosa ci pianti, cresce,
sia che si tratti di fiori meravigliosi
sia d'erbacce infestanti."
                                      - detto cinese -

Pubblicato da Seddy

Flowers

17 maggio 2014

Crostata di fragole con frolla al farro e crema al cioccolato bianco


"Un'idea semplice e raffinata per l'appuntamento della serie: "Un dolce per ogni domenica". Un dolce classico secco arricchito da un goloso ripieno, per gustare la bontà di una frolla, speciale e croccante, preparata con farina di farro, farcita con crema pasticcera al cioccolato bianco e tanta frutta fresca primaverile. Una proposta colorata molto invitante, adatta a fine pasto, delicata per ogni momento della giornata."


Crostata di fragole con frolla al farro e crema al cioccolato bianco

Ingredienti
Per la frolla al farro:
175 g di farina di farro biologica Molino Rossetto
1 uovo
70 g di burro
65 g di zucchero
aroma di vaniglia
1 cucchiaino di lievito vanigliato
per dolci
Per la crema al cioccolato bianco:
250 ml di latte intero
50 g di zucchero semolato
1 tuorlo d'uovo
aroma di vaniglia
un pizzico di sale fino
100 g di cioccolato bianco
Per guarnire:
crema al cioccolato bianco
2 confezioni di fragole
1/2 bustina di Tortagel chiaro

Accessori utili: pirofila per crostata diam. 24 cm


Procedimento

Preparare la frolla:
1. In una ciotola disporre la farina a fontana e collocare al centro il burro, lo zucchero, l'uovo, l'aroma di vaniglia, il sale e lavorare cominciando dal centro con le mani fredde. Cercando di lavorare il meno possibile rendere il composto omogeneo. 
2. Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e lasciare riposare 30 minuti in frigorifero.
Preparare la crema al cioccolato bianco:
3. Tritare il cioccolato bianco. Versare il latte in un tegame, unire l'aroma vaniglia e portare ad ebollizione.
4. A parte sbattere il tuorlo con lo zucchero con le fruste elettriche finchè il composto non risulta ben gonfio, mescolando dal basso verso l'alto per non smontare il composto incorporare la farina setacciandola, versare il latte a filo sul composto di uova facendolo passare attraverso un colino. Amalgamare bene gli ingredienti e travasare il composto nel tegame utilizzato per il latte a fuoco basso. Mescolare di continuo con un mestolo di legno, fino a quando il composto non si addensa velando il cucchiaio.Togliere dal fuoco e aggiungere il cioccolato bianco tritato, amalgamare bene fino al completo scioglimento. Raffreddare la crema coperta da pellicola.
Comporre la torta:
5. Accendere il forno a 180°.
6. Con l’aiuto del matterello stendere su un foglio di carta da forno l’impasto, foderare il fondo e i bordi di uno stampo da crostata.
7. Premere con i polpastrelli in modo da fare aderire perfettamente la pasta allo stampo e da farla penetrare nelle scanalature dei bordi.
8. Ritagliare un disco di carta forno da appoggiare sulla base della frolla bucherellata con uno stuzzicadenti: ricoprire con uno strato di fagioli o ceci secchi.
9. Mettere lo stampo nel forno a 180° e cuocere 15'-20', finchè la superficie non risulterà dorata. Questa cottura è detta "in bianco"poichè non è presente la farcitura. Terminata la cottura eliminare la carta e i legumi secchi, rimettere la pasta per altri 5' in forno. Togliere e far raffreddare.
Preparare la gelatina:
10. In un pentolino, portare ad ebollizione 125 g di acqua, 1/2 bustina di torta gel e 2 cucchiai di zucchero, mescolare per 2 minuti e raffreddare.
11. Farcire la crostata con uno strato di crema pasticcera al cioccolato bianco livellandola bene; lavare e tagliare le fragole a fette di uguale spessore, lasciandone da parte una intera per la decorazione al centro.
12. Disporre le fragole in giri concentrici partendo dal bordo, spennellare con la gelatina.
Modalità Bimby
Preparare la frolla:
1. Mettere tutti gli ingredienti nel boccale, 20'' vel.5.
2. Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e lasciare riposare 30 minuti in frigorifero.
Preparare la crema al cioccolato bianco:
3. Tritare il cioccolato bianco per qualche secondo a vel.7 e mettere da parte. 
4. Senza lavare il boccale, versare il latte e tutti gli altri ingredienti, cuocere: 7 min. 90° vel. 4. A fine cottura aggiungere il cioccolato tritato, amalgamare: vel. 3. Versare la crema in una ciotola e lasciare raffreddare.
Riprendere dal punto 5.


Note: una volta composta la crostata, conservare in frigorifero.

Pubblicato da Seddy

Crostata di fragole con frolla al farro e crema al cioccolato bianco

15 maggio 2014

Come fare i Croissant Sfogliati: Tutorial guida sfogliatura con foto della ricetta passo passo


"Prima o poi... la sfogliatura è una tappa prevista e fondamentale per tutti gli appassionati del gusto, molto utile nella realizzazione di diverse ricette, impiegata in varie preparazioni dolci e salate. Non scoraggiatevi, anche se non è semplice, neanche così complessa! Una volta appresi i passaggi del processo di lavorazione della sfoglia, riusciti a padroneggiare le tecniche di un lavoro articolato, rispettando completamente le fasi e i tempi di preparazione, si riduce la difficoltà iniziale. L'impasto richiede un tempo di riposo, tra una fase e l'altra, con la pratica di vari giri, che consistono nella piegatura della sfoglia, indispensabili per ottenere la crosticina croccante e la deliziosa morbidezza. Al primo impiego della sfoglia, la proposta dei croissant sfogliati, il risultato di un impegno eseguito con precisione, che ripaga dell'attesa con una specialità insostituibile!"  


Prova una variante!
. I croissant si possono farcire prima di arrotolarli, mettendo alla base un cucchiaino di: marmellata, crema di nocciole, etc.
. Per dare una maggiore resa all'impasto, si può aggiungere un tuorlo piccolo in fase di preparazione.
. Prima della lievitazione, dopo la formatura, possono essere congelati. In questo caso, basterà toglierli dal freezer la sera prima, durante la notte lieviteranno e la mattina, dopo averli spennellati, infornarli.
. Per la sfogliatura si può aumentare a 150 g  la dose del burro; la dose della farina può essere sostituta con metà farina manitoba e metà farina 00 Molino Rossetto.


Croissant (Cornetti) Sfogliati

Ingredienti per circa 8 croissant:
250 g di farina per sfoglia Molino Rossetto
20 g di zucchero
5g/1 cucchiano di sale 
10 g di lievito di birra fresco
o 5 g di lievito secco attivo
20 g di burro
125 g di acqua o latte
(oppure 80 g di acqua e 45 g di latte)
1 cucchiaino di Miele di Fiori Rigoni di Asiago
aroma di vaniglia
Per la sfogliatura:
100 g di burro freddo,
leggermente ammorbidito
Per spennellare:
1 uovo sbattuto con un pizzico di sale,
oppure tuorlo + latte o panna

a piacere zucchero a velo,
per spolverizzare

Accessori utili: due teglie foderate di carta forno



Step by step


1. A mano, con una planetaria o Bimby, mescolare gli ingredienti umidi: l'acqua, il latte, il lievito e il miele. Aggiungere gli ingredienti secchi: la farina, lo zucchero, l'aroma di vaniglia, infine il burro a cubetti poco per volta (eccetto il burro che servirà per la sfogliatura), impastare bene e lavorare fino a quando raggiungerà una consistenza elastica, liscia e omogenea. L'operazione durerà almeno 10 minuti, vi accorgerete che tirando un pezzo di pasta tra le dita assumerà l'aspetto di un velo.
2. Fare riposare l'impasto, posto in un contenitore coperto da pellicola per alimenti, nel frigorifero tutta la notte. Se si usa il lievito secco attivo, lasciare lievitare l’impasto per altri 30 minuti a temperatura ambiente prima di riporlo in frigorifero. In questo modo si attiverà il lievito.


3. Togliere e riprendere l'impasto dal frigorifero, rovesciarlo sul piano di lavoro e stenderlo tirando i bordi dell'impasto con un mattarello verso l'esterno, fino a ottenere un rettangolo di 15x30 cm. E' utile in questa fase utilizzare, orientativamente, come modello un foglio di carta forno, ritagliato della stessa misura del rettangolo. Riporre la sfoglia ottenuta in frigorifero. (A)
4. Togliere il burro per la sfogliatura dal frigorifero, sistemarlo in una busta ricavata dalla carta forno per avere un rettangolo di circa la metà in lunghezza delle dimensioni della sfoglia dell’impasto, in larghezza deve essere quasi a filo (12x15 cm circa). Stendere con il mattarello fino ad appiattirlo. Attenzione: il burro deve rimanere freddo. (B) (C) (D) (E)


5. Riprendere l'impasto e posizionare il burro appiattito al centro della sfoglia, ripiegando verso il centro le restanti parti dell'impasto sul burro senza sovrapporre; sigillare bene le parti con le dita per far contenere il panetto di burro all'interno, in un pacchetto ordinato e girare per lungo. (F) (G) (H)
6. Premere l'impasto battendo con il mattarello per distribuire uniformemente il burro all'interno e iniziare a spianare l'impasto nel senso della lunghezza fino a ottenere un rettangolo lungo di circa un centimetro di spessore (20x30 circa). (I)
7. Ripiegare il terzo inferiore del rettangolo verso il centro.  (J)


8. Ripiegare sopra il terzo superiore. A questo punto si avranno 3 pezzi rettangolari di impasto uno sopra all'altro: questo sarà il PRIMO GIRO di pieghe, incidere una piccola tacca con il dito per ricordare che è stato eseguito un giro. (K) (L).
Avvolgere l'impasto nella pellicola e mettere in frigorifero per 20/30 minuti.
9. Togliere dal frigorifero e con l'apertura sul lato destro ristendere l'impasto come nel primo giro. Ripiegare il terzo inferiore del rettangolo verso il centro. Ripiegare sopra il terzo superiore. A questo punto si avranno 3 pezzi rettangolari di impasto uno sopra all'altro: questo sarà il SECONDO GIRO di pieghe, incidere due piccole tacche con il dito per ricordare che è stato eseguito un altro giro. (M) (N) (O)
Avvolgere l'impasto nella pellicola e mettere in frigorifero per 20/30 minuti.


10. Togliere dal frigorifero e, con l'apertura sempre sul lato destro, ristendere l'impasto. (P) (Q) (R)
11. Ripiegare il terzo inferiore del rettangolo verso il centro. Ripiegare sopra il terzo superiore. A questo punto si avranno 3 pezzi rettangolari di impasto uno sopra all'altro: questo sarà il TERZO GIRO di pieghe, incidere tre piccole tacche con il dito per ricordare che è stato eseguito un altro giro. (S) (T)
Avvolgere l'impasto nella pellicola e rimettere in frigorifero per 40 minuti.


12. Togliere l'impasto dal frigorifero e stenderlo in un rettangolo di circa 20x40 cm. (U) (V)
13. Tagliare il rettangolo in triangoli lunghi e sottili, come in foto. Si dovranno ottenere 8-9 triangoli. Fare una piccola incisione al centro della base di ogni triangolo. (W) (X)
14. Spennellare la punta di ogni triangolo con dell'acqua, fermare la punta imprimendola con il dito sulla spianatoia o tagliere.  Arrotolare ogni triangolo, partendo dal lato corto, per formare i croissant e fermare la punta sotto. (Y)



15. Disporre i croissant sulle teglie, lasciando un pò di spazio tra l'uno e l'altro in modo che possano lievitare. Lasciare lievitare fino al raddoppio, le pieghe nella pasta si separeranno, circa 2 ore e mezza o 3 ore. Scaldare il forno a 200°C. Quando i croissant saranno pronti per essere infornati, spennellarli leggermente con la miscela di tuorlo e latte. (Z)
16. Infornare a 200°C per 5 minuti circa, proseguire la cottura a 180°C per 10 minuti o fino a doratura. Non preoccupatevi se in fase di cottura vedrete fuoriuscire il burro, perchè verrà assorbito tutto durante il raffreddamento. Fare raffreddare i croissant sulle griglie prima di mangiarli. A piacere, prima di servirli, spolverizzare con dello zucchero a velo. 


Pubblicato da Seddy

Come fare i Croissant Sfogliati: Tutorial guida sfogliatura con foto della ricetta passo passo

.