New Updates
Sidebar
Recent posts from different topics.

27 settembre 2014

Come si fa la farina autolievitante | Chocolate Victoria Sponge Cake


Una torta tradizionale di origine inglese, nella versione al cioccolato: Chocolate Victoria Sponge Cake, per l'appuntamento della serie: "Un dolce per ogni domenica". Un dolce molto versatile, rappresenta un'ottima base per dolci farciti o decorati (ideale per il cake design), dalla consistenza umida e spugnosa, non necessita di alcuna bagna e ben si adatta all'abbinamento con creme, confetture e frutta fresca. La versione al cioccolato di Peggy Porschen, prevede la preparazione dell'impasto di base, la sostituzione di parte della farina con cacao amaro in polvere e l'aggiunta di cioccolato fondente. Una golosa variante, potrebbe essere costituita dalla realizzazione di cupcakes, o tortine monoporzione, dall'aspetto gradevole e invitante, squisiti serviti accompagnando una buona tazza di tè.


Tips & Tricks
Come si fa la farina autolievitante...
La farina autolievitante è farina comune a cui sono aggiunti agenti lievitanti. Si usa in particolare per torte e sponge pudding (dolci "spugnosi" con farina, uova, zucchero e burro), ma costituisce anche la base di alcuni pani non lievitati. In genere, si tiene di rado in credenza, Daniel Stevens nel suo libro Pane, suggerisce una versione personale, aggiungendo quattro grammi di bicarbonato a ogni etto di farina (vale a dire il 4%). come sempre, più la farina è fresca, migliore sarà il risultato.


Chocolate Victoria Sponge Cake

Ricetta base di Peggy Porschen: 
Ingredienti
200 g di burro,
ammorbidito
4 uova,
a temperatura ambiente
200 g di zucchero semolato
150 g di farina autolievitante
50 g di cacao amaro in polvere
50 g di cioccolato fondente fuso

Ricetta con farina autolievitante homemade:
Ingredienti
200 g di burro,
ammorbidito
4 uova,
a temperatura ambiente
200 g di zucchero semolato
150 g di farina 00
6 g di bicarbonato
50 g di cacao amaro in polvere
50 g di cioccolato fondente fuso

Note: come prima prova della ricetta base ne ho preparato metà dose (aggiungendo qualche goccino di latte). La consistenza della torta è molto soffice e morbida, il risultato del primo tentativo è soddisfacente. Tuttavia, non escludo di continuare a sperimentare per approfondire meglio il discorso applicandolo ad altre ricette, in presenza di ulteriori sostanze naturalmente acide (es. yogurt, succhi di frutta, latticello e così via), per riuscire ad ottenere facilmente una reazione che sviluppi anidride carbonica con maggiore efficacia.    

Accessori utili: stampo rotondo a cerniera diam. 20 cm


Procedimento

1. Setacciare la farina, il cacao e il bicarbonato.
2. In una ciotola, sbattere il burro con lo zucchero fino a quando si otterrà un impasto spumoso di colore chiaro. 
3. Aggiungere al composto il cioccolato fondente fuso a bagnomaria e intiepidito. Unire le uova uno alla volta. Una volta esaurite le uova aggiungere la farina, mescolando delicatamente con una spatola dal basso verso l'alto. 
4. Versare il composto nello stampo imburrato e infarinato, e cuocere in forno a 180°C per 25 minuti circa, fare la prova stecchino. Lasciare freddare su una gratella, spolverizzare di zucchero a velo prima di servire. 

Pubblicato da Seddy

Come si fa la farina autolievitante | Chocolate Victoria Sponge Cake

26 settembre 2014

Fantasia di biscotti alla vaniglia con frolla all'olio


"Graziosi frollini friabili e fragranti, dolci delizie del palato, ideali serviti come accompagnamento all'ora del thé, per gustare meglio il piacere durante il momento di pausa lettura..."


Tips & Tricks
Come utilizzare lo sparabiscotti...
Chissà... vi è mai capitato di imbattervi nell'uso di un particolare strumento chiamato sparabiscotti? Niente di diabolico, almeno fino a quando non avrete compreso le giuste mosse! Ebbene sì, prima di riuscire ad ottenere tante varietà di biscotti per tutti i gusti e dalle diverse forme, sarà una grande impresa, consiglio di non desistere, il risultato ripagherà con la semplificazione dei passaggi tradizionali e dei biscotti perfetti.  Prima di tutto, l'impasto deve avere una giusta consistenza, non troppo dura e secca o umida e troppo morbida; lasciare l'impasto in frigorifero per pochissimo tempo, basta solo qualche minuto; regolare e premere lo stantuffo su una teglia senza carta da forno.   


Prova una variante!
. E' possibile sostituire l'aroma di vaniglia con scorza di arancia o limone biologici, oppure glassare biscotti con del cioccolato fuso, fondente o al latte.


Biscotti alla vaniglia con frolla all'olio

Ingredienti
Per la frolla all'olio:
200 g di farina
25 g di fecola di patate
60 g di zucchero a velo
1 uovo
65 ml di olio
aroma di vaniglia
1/2 cucchiaino di lievito
vanigliato per dolci
un goccino di latte (all'occorrenza)


Note: Per ottenere contemporaneamente l'altra variante al cacao occorre dividere l'impasto in due parti e in una aggiungere a piacere qualche cucchiaino di cacao amaro in polvere

Accessori utili: sparabiscotti


Procedimento

1. In un mixer impastare tutti gli ingredienti, fino a ottenere un impasto morbido, liscio e omogeneo. Se dovesse occorrere aggiungere qualche goccino di latte. Compattare con le mani, avvolgere in pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero pochi minuti (Attenzione: non fare indurire troppo l'impasto!)
2. Inserire l'impasto nello sparabiscotti, spingere la levetta di bloccaggio tirando tutto lo stantuffo e montare la trafila prescelta. Tenere in posizione verticale, premere lo stantuffo su una teglia senza carta da forno, fare uno o due scatti e collocare man mano i biscotti ben distanziati. Se si desidera avere una fantasia di biscottini, alternare le trafile.
3. Mettere in forno a cuocere a 180°C per circa 13-15 minuti o finchè cominceranno a dorarsi un pò in superficie. Togliere i biscotti dal forno e farli raffreddare del tutto sulla teglia (occorreranno almeno 2 infornate).

Pubblicato da Seddy

Fantasia di biscotti alla vaniglia con frolla all'olio

24 settembre 2014

Chocolate Cookie Icebox Cake - Torta gelato di biscotti al cioccolato


Non c'è settimana senza una coccola speciale per i miei cari, la sorpresa è sempre attesa con ansia da tutta la famiglia. Toh, che arriva il dolce tanto desiderato! "C'è il dolce... per caso?" Non è una semplice domanda, assume un tono lieve e delicato, di chi nell'espressione non riesce a trattenersi, per nascondere la curiosità compresa in una richiesta, che soddisfi i suoi gusti senza deludere preferenze e aspettative di tutti. Allora, in quel momento un dolce diventa un regalo perfetto per esaudire un desiderio... E' sempre un piacere prenderli la gola!


Naturalmente, per essere al top ci vuole qualcosa di molto cioccolatoso e stuzzicante dall'effetto petali. Una torta gelato a strati di biscotti al cioccolato e panna al gusto di crema di nocciole. La proposta di oggi per la rubrica Delicious Tips & Tricksè tratta dal libro Martha Stewart's Cakes, rielaborata a cominciare dal titolo e ampiamente rivisitata adattandola ai gusti, sia per quanto riguarda le dosi (alleggerita di grassi e zuccheri) che per alcuni ingredienti sostituiti, del resto nel testo le ricette sono sempre accompagnate da una serie di opzioni e suggerimenti di diverse varianti. 


Prova una variante!
. Si può farcire con una crema di panna al sapore di estratto di menta piperita, oppure in un mix con burro di arachidi non salato.


Chocolate Cookie Icebox Cake - Torta gelato di biscotti al cioccolato

Ingredienti
Per i chocolate wafer cookies:
200 g di farina 00
60 g di zucchero di canna
60 g di zucchero semolato
85 g di burro
1 uovo
30 g di cacao amaro in polvere
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1/4 di cucchiaino di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
Per la crema:
350 ml di panna
1 cucchiaio di zucchero a velo
2 cucchiai di crema di nocciole


Note: potete aumentare la dose della panna (500 ml) e lo zucchero a velo (40 g) per uno strato di crema abbondante. 


Procedimento

Preparare i cookies.
L'impasto può essere lavorato a mano o con un mixer.
1. In una ciotola o mixer, lavorare burro, zucchero e uovo. (Con il Bimby: 40'' vel. 4). 
2. Unire la farina, l'aroma, il sale, il lievito e il bicarbonato. (Con il Bimby 40'' vel. 5).
3. Creare una palla con l'impasto, avvolgerla nella pellicola trasparente e metterla in frigorifero a riposare per 30 minuti prima di utilizzarla o 15 minuti in freezer.
4. Con l'impasto tirare uno strato di circa mezzo centimetro di altezza, cercando di non riscaldare la pasta durante la lavorazione.
5. Tagliare i biscotti con uno stampino per biscotti, ricaverne in tutto 45 forme e cuocerli sulla placca del forno rivestita di carta forno a 180°C per 10-15 minuti circa. Raffreddare posti su una gratella.
Preparare la crema.
In una ciotola montare la panna ben fredda con lo zucchero a velo. Aggiungere la crema di nocciole fino ad ottenere un composto ben omogeneo.
Comporre torta gelato a strati.
Tamponare la parte inferiore di 7 biscotti con una piccola quantità di crema, ponendoli sul piatto da portata. Disporre 6 biscotti a forma di cerchio e 1 biscotto centrale, alternare ogni strato con la crema lasciando un pò margine, ripetere per altri 5 strati, per finire con la crema. Tagliare 3 biscotti a metà e decorare la parte superiore della torta con metà biscotto. Refrigerare tutta la notte (8 ore); per servire tagliare a spicchi con un coltello seghettato. 

Pubblicato da Seddy

Chocolate Cookie Icebox Cake - Torta gelato di biscotti al cioccolato

22 settembre 2014

Focaccine con fiocchi di avena


"Mio caro autunno, volevo solo dirti che con te non ci voglio parlare! Non sei più la mia stagione preferita, di ricordi preziosi che riaffiorano, di trasformazioni e di rinascite, riprenditi tutte le tue malinconie, i paesaggi dai colori brillanti e il profumo di bosco senza stravolgere ogni cosa. Voglio saltare in alto leggera, viaggiare alla velocità della luce e...  afferrare solo azzurri pensieri per vivere serenamente le mie stagioni!"


Una versione di pane facile da preparare e ottimo da condividere, potete evitare gli aromi e non avrete bisogno di cospargere la superficie di sale, anche se la focaccia autentica lo prevede. L'impasto è molto versatile, potete inoltre arricchire la ricetta e sperimentare con mescolanze di ingredienti vari per dare maggiore sapore. Le focaccine con i fiocchi di avena sono così morbide e gustose che potete farcirle a piacere sempre in modo diverso, scegliendo le alternative ideali per soddisfare tutti gusti senza stancarvi mai!


Prova una variante!
. Si può aggiungere all'impasto una patata cotta durante la lavorazione per una consistenza ancora più morbida.
Si può dare un sapore rustico e deciso assaporando le focaccine semi-integrali, in questo caso basta scegliere una mescolanza mista di farine. 


Focaccine con fiocchi di avena

Ingredienti
Per la pasta lievitata:
250 g di farina 0
250 g di farina manitoba 
150 ml di acqua
150 ml di latte tiepido
40 g di burro
1/2 cubetto di lievito di birra
5 g di Miele di Fiori Rigoni di Asiago
10 g di sale
Per guarnire:
fiocchi di avena tostati

Procedimento

1. Procedere come nella preparazione di una normale pasta lievita se si sceglie di eseguire l'impasto a mano.
Su una spianatoia setacciare le farine e formare una fontana. Al centro versare i liquidi tiepidi, il miele e il lievito stemperato, iniziare ad impastare lavorando per circa 10 minuto, fino a ottenere un impasto elastico e morbido. Il sale e di seguito il burro, vanno aggiunti soltanto verso la fine.
(Con l'uso del Bimby: Mettere nel boccale tutti gli ingredienti e impastare 4' modalità Spiga.)
2. Con la pasta formare una palla e incidervi sopra una croce. Trasferire l'impasto in una terrina, coprire con pellicola da cucina e fare lievitare in un luogo tiepido.
3. A fine lievitazione riprendere la pasta e dividerla in tante palline di circa 100 g ciascuna. Schiacciarle formando delle pizzette. Disporle sulla placca del forno foderata con carta forno. Lasciarle lievitare per altri 30 minuti.
4. Accendere il forno a 180°-200°C. Imprimere le dita su ogni focaccia per dare la forma delle classiche fossette. Spennellare con latte e cospargere la superficie con i fiocchi di avena. Cuocere in forno caldo a 180°C - 200°C per  circa 20 minuti.
Servire farcite a piacere. 


..ottime gustate in riva al mare!

Pubblicato da Seddy

Focaccine con fiocchi di avena

18 settembre 2014

Crostata alle mele con marmellata e senza uova


"Un classico della pasticceria in una versione senza uova: la crostata alle mele con marmellata. Un momento dedicato tutto al comfort food, con la proposta di un dolce morbido e friabile, dal sapore genuino e sano. E' vero, esistono un'infinità di tipi di crostate, di ogni forma e consistenza, ma vale sempre la pena di provare la delicatezza di accostamenti deliziosamente accattivanti!"


Prova una variante!
. Si può sostituire il latte con succo di mela.
. Si può aromatizzare la frolla con la scorza di limone.


Sapevate che...
Le ricette senza uova, adatte a chi è intollerante e nelle diete speciali, presentano anche il vantaggio di un ridotto apporto di grassi animali. Si possono elaborare dolci, creme e composti vari interamente privi di uova, ma al tempo stesso di perfetta consistenza e di ottimo gusto. 


Crostata alle mele con marmellata e senza uova

Per la frolla senza uova:
70 g di farina macinata a pietra Molino Rossetto
70 g di farina 00 Molino Rossetto
aroma di mandorle
40 g di zucchero
5 g di Miele di Fiori Rigoni di Asiago
50 ml di olio di semi
25 g di latte
1/4 di cucchiaino di lievito
vanigliato per dolci
Per farcire:
2 mele sbucciate
Fiordifrutta Albicocche Rigoni di Asiago q.b.
zucchero semolato
liquore cointreau

Accessori utili: stampo rotondo a cerniera diam, 18 cm


Procedimento

1. In una ciotola versare le farine, lo zucchero, il miele, l'olio, il latte e impastare fino a rendere l'impasto omogeneo.
2. Formare un panetto con le mani e avvolgere in un foglio di pellicola trasparente. Lasciare riposare in frigorifero per 30 minuti.
3. Sul piano di lavoro posizionare un foglio di carta da forno, posare il panetto di frolla e ricoprire con un altro foglio di carta forno. Stendere la pasta frolla con l'aiuto di un matterello.
4. Con l'aiuto della carta forno trasferire la pasta frolla nello stampo. Far aderire delicatamente la frolla anche ai bordi dello stampo, rimuovere il foglio di carta da forno superiore e con la forchetta bucherellare la frolla.
5. Versare sulla base della frolla uno strato di marmellata e con l'aiuto di un cucchiaio pareggiare la superficie.
6. Sbucciare le mele e bagnare con qualche goccia di liquore cointreau. Sistemare le mele a raggiera sullo strato di marmellata e cospargere di zucchero semolato.
7. Cuocere in forno caldo a 180°C  per 30 minuti. Togliere la crostata dal forno, rimuovere delicatamente la carta da forno e lasciare raffreddare.
8. Riporre in frigorifero per almeno 1 ora prima di servire.

Pubblicato da Seddy

Crostata alle mele con marmellata e senza uova

17 settembre 2014

Pollo arrosto con patate e panatura croccante


"Cuore di Sedano family è in fase di assestamento! L'inizio del nuovo anno scolastico porta inevitabilmente un'ondata di scompiglio, con conseguenti cambiamenti di ritmi nello stile di vita. Ogni giorno si accumula stanchezza e poca concentrazione, così diventa una necessità riappropriarsi delle proprie energie per riprendere sistematicamente la curiosità e lo slancio creativo. Voglia di recuperare spazi e tempi di sempre. Intanto, per accelerare e favorire l'adattamento, cibi semplici e appetitosi per tutti!"


Gli arrosti di carne rientrano nei piatti forti della cucina, costituiscono la portata più sostanziosa di un pranzo, molto indicato come piatto domenicale, per poterlo gustare tutti insieme. Il pollo con panatura croccante si accompagna perfettamente con patatine aromatiche, che rendono più piacevole la sensazione di sapidità della carne arrosto

L'aroma che si sprigiona in cottura
 è meraviglioso e...
 la perfetta doratura offre un bellissimo
 colpo d'occhio!


Pollo arrosto con patate e panatura croccante

4 cosciotti di pollo
olio extravergine di oliva
1/2 bicchiere di vino bianco secco
2 fette di pane rustico
15 g di parmigiano grattugiato
aglio in granuli
rosmarino
salvia
origano
maggiorana
sale e pepe
600 g di patate a pezzi
o patatine novelle

Accessori utili: wok linea Terracotta Domo Enjoy Cooking 


Procedimento

1. Pulire i cosciotti di pollo togliendo la pelle, lavare e asciugare; incidere la carne e cospargere di aromi.
2. Nel wok o padella antiaderente a fuoco basso sigillare la carne nell'olio caldo aromatizzato a piacere con l'aglio in granuli, irrorare con il vino bianco secco, salare e pepare.
3. Trasferire la carne in una teglia, irrorare con un filo d'olio e il succo di cottura; cuocere nel forno già caldo a 200°C per 40-45 minuti. 
4. Nel frattempo, in una pentola con acqua bollente salata, sbollentare le patate tagliate a pezzi per 10 minuti. Scolare e condire con un filo d'olio.
5. Tritare nel mixer il pane, aggiungere il parmigiano, gli aromi, il sale e il pepe. Circa 10 minuti prima di spegnere il forno, cospargere la carne in superficie con il composto, unire le patate cosparse con il restante composto e lasciare dorare.

Pubblicato da Seddy

Pollo arrosto con patate e panatura croccante

12 settembre 2014

Ricetta gioiello: Frittelle dolci di pasta lievitata


Non c'è dubbio, le ricette del cuore uniche e dal sapore antico, portano in sè sempre un valore e una capacità ineguagliabile nel tempo. Le ricette gioiello, tramandate da madre a figlia, si custodiscono nell'angolo dei ricordi, caratterizzano la qualità e gli insegnamenti di vita, si realizzano con un certo entusiasmo, con grande dedizione e passione, trasmettendo tutta l'armonia e il calore di cui si ha bisogno in quel momento. La semplicità è l'aspetto che in molti casi le identifica, tanto facili da realizzare quanto da gustare. La ricetta delle Frittelle dolci di pasta lievitata è di una facilità estrema, partendo da un impasto di base, che si presta per diverse preparazioni dolci o salate succulente. Probabilmente, rientrano in quei dolci fritti più diffusi, magari denominati anche in modo diverso. Una cosa è certa: ovunque ci si trovi nel mondo, non c'è modo migliore per sentirsi a casa, una ricetta gioiello è sinonimo di vero affetto!


Prova una variante!
. Le frittelle di pasta lievitata si possono adattare al salato, basta omettere l'ultimo passaggio, senza cospargerle di zucchero semolato. In questo caso, l'alternativa ideale è farcirle con salumi o formaggi. 


Sapevate che...
Ottimo per la frittura, l'olio di semi di arachide, non altera le caratteristiche di odore e di sapore, ha un elevato punto di fumo e non presenta una quantità eccessiva di acidi grassi polinsaturi che si alterano ad elevate temperature. 


Frittelle dolci di pasta lievitata

Per l'impasto:
500 g di farina per pane
275-300 ml di acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio di extravergine di oliva
5 g di lievito di birra
7 g di sale
Per friggere:
olio di semi di arachide
Per guarnire:
zucchero semolato


Procedimento


1. In una ciotola, fare una fontana con la farina setacciata e impastare con l'acqua tiepida, lo zucchero e il lievito, mescolare gli ingredienti per alcuni minuti. Unire l'olio e il sale, che va aggiunto alla fine, lavorare l'impasto finchè non avrà una consistenza omogenea.
2. Trasferire l'impasto in un contenitore unto di olio e coperto con pellicola per alimenti, lasciare riposare fino al raddoppio del suo volume. ( A piacere, fare una seconda lievitazione).
3. A fine lievitazione riprendere l'impasto lievitato e dividerlo in tante palline. Schiacciarle, dando uno spessore uniforme, formando delle pizzette e praticando un foro centrale con il dito; lasciare riposare ancora per altri 30 minuti. 
4. Friggere in abbondante olio caldo fino a doratura, asciugarle su un foglio di carta assorbente e spolverizzare con dello zucchero semolato. Servire calde.
Modalità Bimby: mettere nel boccale tutti gli ingredienti e impastare 3' modalità Spiga. Lasciare lievitare l'impasto nel boccale.

Pubblicato da Seddy

Ricetta gioiello: Frittelle dolci di pasta lievitata

10 settembre 2014

Spiedini di pollo marinati con panatura di corn flakes e riso alla cantonese vegetariano


"Una ricetta sfiziosa e facile per presentare degli spiedini semplici, marinaticon panatura croccante di corn flakes, in abbinamento al riso alla cantonese vegetariano. Una preparazione ricca, che può costituire un piatto unico o un secondo piatto di carne dal contorno gustoso. Il metodo rapido per realizzare gli spiedini, consiste nell'utilizzare la carne in modo pratico, cioè tagliata a striscioline, anziché a tocchetti, da infilzare sugli spiedini di legno. Dopo aver proceduto alla marinatura, che manterrà la carne perfettamente tenera all'interno, intensificando il sapore con la panatura croccante, da servire insieme al riso e verdure davvero appetitoso!"



Prova una variante!
. Si può aggiungere alla panatura della granella di frutta secca a piacere, ad es. noci o nocciole.
. Si possono variare gli ingredienti in aggiunta agli spiedini o realizzarli semplici, solo con le strisce di carne di pollo.


Spiedini di pollo marinati con panatura
 di corn flakes e  riso con verdure

Ingredienti
400 g di fettine di petti di pollo
tagliati a strisce
Per la marinatura:
50 ml olio extravergine di oliva
1/2 limone, succo
un pizzico di paprika
sale e pepe
aromi vari
(origano, salvia..)
wurstel, o altro
Per la panatura:
100 g di corn flakes
tritati
Per il riso alla cantonese vegetariano:
200 g di riso
100 g  piselli
2 carote
1 uovo
olio extravergine di oliva
salsa di soia

Accessori utili: wok linea Terracotta Domo Enjoy Cooking 
stecchi di legno 



Procedimento

Preparazione degli spiedini.
1. Per prima cosa, in un contenitore o ciotola versare tutti gli ingredienti per la marinatura e aggiungere i petti di pollo tagliati a striscioline larghe 2 cm e lunghe a piacere. Lasciare marinare per 1 ora circa in frigorifero.
2. Trascorso il tempo, infilzare ogni striscia di pollo sugli spiedini, alternando con i wurstel o altri ingredienti a piacere. 
3. A parte, in un piatto mettere i corn flakes tritati e passare gli spiedini nella panatura, disponendoli su una teglia foderata con carta da forno leggermente unta con olio extravergine di oliva, versando sopra un pò di succo della marinatura.
4. Cuocere nel forno caldo a 180°C per 40 minuti circa, fino a doratura.
Preparare il riso.
1. Sciacquare il riso sotto l'acqua fredda e cuocere in abbondante acqua salata per 10 minuti circa.
2. Cuocere i piselli e le carote a vapore (o scottati in acqua bollente), a parte nel wok strapazzare l'uovo e sbriciolarlo. Mettere da parte.
3. Nel wok stesso, saltare con un filo di olio extravergine (cipolla tritata a piacere) il riso cotto, la salsa di soia, le verdure e l'uovo strapazzato, amalgamando bene tutti gli ingredienti.
4. Servire gli spiedini caldi con il riso cantonese vegetariano. 

Pubblicato da Seddy

Spiedini di pollo marinati con panatura di corn flakes e riso alla cantonese vegetariano

Remember


Dall'album fotografico di Cuore di Sedano...






"Ma se, nel vostro pensiero, non potete fare a
meno di misurare il tempo con le stagioni, fate che 
ogni stagione racchiuda tutte le altre stagioni,
E che l'oggi abbracci il passato con il ricordo,
E il futuro con desiderio."
                                       - Kahlil Gibran, Il Profeta -
                                         

Pubblicato da Seddy

Remember

8 settembre 2014

Torta quattro quarti al profumo di mandorla - Gateau quatre quarts


"Ora, una cosa si potrebbe dire con certezza! Ogni volta, finito di sperimentare una ricetta, si procede sempre verso qualcosa di diverso, che in particolare attira l'attenzione e suscita una certa curiosità. L'aspetto della cosa è piacevole, considerando che scatta una scelta del tutto casuale, spesso si finisce per accantonare la lunghissima lista delle ricette in attesa, per proporre ciò che per te rappresenta una novità in quel momento, come fare una piccolissima scoperta. Allora, subito si passa con la presentazione nella migliore veste, scegli, spieghi e illustri la tua versione. Proprio così è successo!


La settimana inizia con un dolce classico francese molto singolare, la torta quattro quarti o gateau quatre quarts bretone. All'improvviso conquista la semplicità del dolce, consiste nella composizione e facilità del dosare solo quattro ingredienti: uova, burro, zucchero e farina. Il peso delle uova determinerà il peso di tutti gli altri ingredienti, cioè dovrà corrispondere proporzionalmente al medesimo: 1/4 di uova, 1/4 di burro, 1/4 di zucchero, 1/4 di farina. Un gusto unico e speciale, buona e compatta si conserva morbida per diversi giorni, si consuma a colazione o merenda, perfetta da servire all'ora del thè.


Prova una variante!
. Si può scegliere una forma a piacere, si realizza anche nello stampo da plumcake.
. Si può personalizzare la ricetta con l'aggiunta di altri ingredienti come: vaniglia, aroma di limone, arancia, frutta secca, amarene, ecc... 


Torta quattro quarti al profumo di mandorla
 - Gateau quatre quarts

Ingredienti
120 g ( 2 uova)
120 g di burro fuso
120 g di zucchero
120 g di farina 00
essenza di mandorla
un pizzico di sale
4 g di lievito vanigliato
 per dolci (facoltativo)

Per guarnire: zucchero a velo, frutti di bosco,
Mytopp ai frutti di bosco Toschi

Accessori utili: stampo a cerniera 18 cm


Procedimento

1. Accendere il forno a 160°.
2. Prima di tutto, pesare le uova e dosare tutti gli altri ingredienti nella stessa quantità. In un pentolino, sciogliere il burro a fiamma bassa e fare raffreddare. 
3. In una ciotola, montare le uova e lo zucchero con uno sbattitore elettrico, fino a farli diventare bianchi e spumosi per almeno 10 minuti; aggiungere il burro fuso a filo e l'aroma di mandorla.
4. Unire al composto la farina (lievito) un poco alla volta per non smontare il tutto.
oppure a scelta...
Preparazione con gli albumi montati:
1. In una ciotola montare gli albumi a neve ben ferma. Mettere da parte.
2. In un'altra ciotola montare insieme i tuorli con lo zucchero con uno sbattitore elettrico, fino a farli diventare bianchi e spumosi per almeno 10 minuti; aggiungere il burro fuso e l'aroma di mandorla.
3. Unire al composto la farina (lievito) a poco a poco, amalgamando bene e senza grumi.
4. Incorporare gli albumi montati a neve delicatamente, con un movimento dal basso verso l'alto per non smontare il composto.
Cottura
4. Versare il composto nello stampo imburrato e infarinato, cuocere a 160°C circa per 40-45'; fare la prova stecchino. Raffreddare su una gratella. Prima di servire, cospargere di zucchero a velo, guarnire con frutti di bosco e mytopp ai frutti di bosco.


Modalità bimby:
1. Accendere il forno a 160°C.
2. Posizionare la farfalla. Montare le uova con lo zucchero: 5' vel. 3.
3. Aggiungere il burro fuso, l'aroma di mandorla e mescolare: 20'' vel. 3.
4. Con le lame in movimento a vel. 3 aggiungere dal foro del coperchio a cucchiaiate la farina mescolata con il lievito.
5. Versare il composto nello stampo imburrato e infarinato, cuocere a 160°C circa per 40-45'; fare la prova stecchino. Raffreddare su una gratella. Prima di servire, cospargere di zucchero a velo e guarnire con frutti di bosco.
6. Cuocere in forno (160°C) per 40-45 minuti circa.
7. Capovolgere su una gratella e far raffreddare. Prima di servire, cospargere di zucchero a velo, guarnire con frutti di bosco e mytopp ai frutti di bosco.


Pubblicato da Seddy

Torta quattro quarti al profumo di mandorla - Gateau quatre quarts

5 settembre 2014

Biscottini Chicchi di Caffè al Cioccolato


"Deliziosi, sfiziosi e semplici, i Biscottini Chicchi di Caffè al Cioccolato inducono alla golosità gli intenditori di dolci aromatici. Super veloci da realizzare, sono davvero buoni, perfetti per fare bella figura a conclusione di un pranzo o cena importante nella maniera più egregia, pur essendo ideali in ogni momento della giornata. Una vera tentazione per il palato, l'abbinamento caffè e cioccolato è paradisiaco, stimola con una carica di energia positiva. Sorprendenti!


Sapevate che...
Una leggenda sull'origine del caffè racconta del pastore etiope Kaldi e delle sue pecore lente e svogliate. Una sera le pecore si avvicinarono ad una pianta di caffè e ne mangiarono bacche e foglie: divennero così vivaci che il pastore provò a farne un infuso...nacque così il caffè.


Biscottini Chicchi di caffè al Cioccolato 

Ingredienti per 6 persone:
165 g di farina 00
50 g di amido di mais
40 g di zucchero a velo
90 g di cioccolato fondente
1 tazzina di caffè
forte ristretto
120 g di burro
essenza di vaniglia
latte
1/2 cucchiaino di
caffè macinato in polvere


Note: la preparazione è senza uova.


Procedimento

1. Fare fondere a bagnomaria il cioccolato fondente spezzettato. Disporre il burro morbido a tocchetti in una terrina, unire lo zucchero a velo e amalgamare bene. Quando il composto risulta omogeneo e vellutato unire il cioccolato fuso intiepidito, il caffè forte, che deve essere anch'esso tiepido e l'essenza di vaniglia.
2. Setacciare la farina, l'amido di mais e il caffè in polvere e unire a piccole dosi al composto, amalgamando bene dopo ogni aggiunta. Se l'impasto risultasse troppo consistente, si può unire un goccio di latte. Compattare il composto con le mani e mettere in frigo il panetto avvolto nella pellicola per 30 minuti o 15 minuti in freezer (non di più altrimenti assumerebbe una consistenza troppo dura). Una volta trascorso il tempo di riposo, prelevare una noce di composto, rotolarla fra le mani ben fredde, quindi appiattire e fare in modo di ottenere una forma ovale.
3. Collocare l'ovale ottenuto su un foglio di carta da forno posto sulla teglia del forno e incidere lungo la sua linea mediana utilizzando il fianco di una forchetta appena inumidita, in modo da simulare così un chicco di caffè. Ripetere l'operazione allo stesso modo per gli altri biscotti fino a esaurimento del composto.
4. Mettere i biscottini in forno caldo a 190° e cuocere per circa 11-13 minuti. Toglierli dal forno, lasciare raffreddare senza toccarli. Trasferire su una gratella farli raffreddare e servire. Conservare in un contenitore ermetico.

Pubblicato da Seddy

Biscottini Chicchi di Caffè al Cioccolato

2 settembre 2014

Bigné Tartufati


"I Bignè Tartufati si ammirano spesso nelle vetrine delle pasticcerie, nonchè tutte le volte dopo averli gustati a me sorge sempre la stessa curiosità: come sono fatti? ...c'è voluto un pò prima di scoprirlo! Nel mese di giugno, per caso, in un libro raccolta di ricette, ho trovato tutti i passaggi di questi dolci, dalla preparazione molto lunga e abbastanza laboriosi da realizzare. Per chi ha voglia di sperimentare, il consiglio che posso dare a lavoro compiuto, trattandosi di tre ricette in una, è quello di cimentarvi in un giorno libero, quando si ha più tempo a disposizione, o magari una domenica mattina come nel mio caso. Ora, subito pronti per svelare l'arcano!" 


La scelta ideale...
L'atmosfera delicata e vintage per una presentazione elegante dei Bigné Tartufati, grazie allo stile decorativo retrò della magnifica collezione firmata Orval Créations
Le Petit plateau Gourmandisel'allegro vassoio dolci, per una presentazione perfetta, dando una nota allegra alla tavola. Ideale per servire a colazione, merenda e aperitivo.
Le distributeur de serviette Gourmandise, pratico e simpatico accessorio dal look retrò, indicato per ogni tipo di degustazione e utile per avere tovaglioli sempre a portata di mano! 
...e tanti altri oggetti a scelta disponibili sul sito Orval Créations.


Bigné Tartufati

Ingredienti
Per il pan di Spagna:
130 g di farina 00
130 g di zucchero
2 uova a temperatura ambiente
25 g di acqua
1/2 bustina di lievito vanigliato
per dolci (facoltativo)
un pizzico di sale

1 cucchiaino di cacao amaro 
in polvere da unire nella sbriciolatura

Per la pasta Choux:
250 g di acqua
100 g di burro a pezzi
4 uova
150 g di farina 00
un pizzico di sale

Per la crema
 del ripieno bignè:
250 ml di latte intero
temperatura ambiente
1 tuorlo d'uovo
50 g di zucchero
25 g di amido di mais
aroma di vaniglia
100 ml di panna montata
10 g di cacao amaro


Procedimento

Preparare i bignè: mettere l'acqua in una casseruola, unire il sale, il burro a pezzetti, mescolare a fuoco medio fino a fondere completamente il burro. E' molto importante ridurre il burro a tocchetti, così si scioglierà prima che l'acqua arrivi al bollore riducendo il rischio che la pasta risulti troppo secca. 
Buttare la farina tutta in una volta nell'acqua bollente, mescolando con forza con un mestolo di legno, fino a quando l'impasto formerà una palla e si staccherà dalle pareti come se friggesse. Cuocere il composto per almeno 5', mescolando di continuo.
Togliere la casseruola dal fuoco e fare intiepidire il composto collocando la casseruola in una bacinella con acqua fredda per accelerare il raffreddamento. Facendo così le uova non bruceranno e la morbidezza del composto sarà garantita.
Aggiungere le uova uno per volta, non unendo il successivo se il precedente non risulti ben amalgamato. La consistenza dell'impasto deve formare un nastro.
Imburrare degli stampini di alluminio, o antiaderenti, delle dimensioni di 6 cm di altezza e 4 di larghezza (o comunque in stampini per babà). Riempire con il composto una sacca da pasticcere con il beccuccio liscio e riempire gli stampini per 2/3 del loro volume. Cuocerli in forno caldo a 180°-200°C per circa 25-30 min o fino a quando non assumano una colorazione dorata. Lasciarli raffreddare e sformarli.
Preparare la crema per il ripieno: versare il latte in un tegame e portare ad ebollizione. A parte sbattere il tuorlo con lo zucchero con le fruste elettriche finchè il composto non risulta ben gonfio, mescolando dal basso verso l'alto per non smontare il composto incorporare la farina setacciandola, versare il latte a filo sul composto di uova facendolo passare attraverso un colino. Amalgamare bene gli ingredienti e travasare il composto nel tegame utilizzato per il latte a fuoco basso. Mescolare di continuo con un mestolo di legno, fino a quando il composto non si addensa velando il cucchiaio. Togliere dal fuoco e farla raffreddare immergendo il contenitore in acqua e ghiaccio, mescolando per i primi minuti. Unire alla crema il cacao setacciato e la panna montata, con un movimento dall'alto verso il basso. Riempire con il composto i bignè utilizzando una sacca da pasticciere, praticando un foro alla loro base.
Preparare il pandispagna.
Preparare il pan di Spagna montando gli albumi e lo zucchero a neve ferma con l'aiuto di uno sbattitore elettrico. Unire i tuorli uno per volta e l'aroma; incorporare la farina e il lievito setacciati, lentamente e compiendo dei movimenti rotatori dal basso verso l'alto per incorporare l'aria e non smontare il composto. Trasferire il composto in una teglia piccola, ben imburrata e infarinata o foderata con carta da forno. Preriscaldare il forno a 160°-180° C, infornare per circa 20 minuti senza mai aprire il forno. 
Sbriciolare finemente il pandispagna privato della crosta con un mixer. Unire un cucchiaino scarso di cacao e mescolare. Sporcare i palmi delle mani con la crema e passarvi i bignè in modo tale da ricoprire tutta la superficie. Passarli a loro volta nel pandispagna sbriciolato e mettere da parte.
Servire freddi.





Modalità bimby:
Preparare i bignè.
Preparare la pasta per i bignè come da libro base. Imburrare degli stampini di alluminio, o antiaderenti, delle dimensioni di 6 cm di altezza e 4 di larghezza (o comunque in stampini per babà). Riempire con il composto una sacca da pasticcere con il beccuccio liscio e riempire gli stampini per 2/3 del loro volume. Cuocerli in forno caldo a 180° per circa 30 min o fino a quando non assumano una colorazione dorata. Lasciarli raffreddare e sformarli.
Preparare la crema per il ripieno.
Versare nel boccale tutti gli ingredienti, cuocere: 7' 90° vel.4. Trasferire il composto in una ciotola e farla raffreddare immergendo il contenitore in acqua e ghiaccio, mescolando per i primi minuti. Unire alla crema il cacao setacciato e la panna montata, con un movimento dall'alto verso il basso. Riempire con il composto i bignè utilizzando una sacca da pasticciere, praticando un foro alla loro base.
Preparare il pandispagna.
Preparare il pandispagna come da libro base.
Sbriciolare finemente il pandispagna privato della crosta 20 sec. vel. 7-8. Unire un cucchiaino scarso di cacao e mescolare. Sporcare i palmi delle mani con la crema e passarvi i bignè in modo tale da ricoprire tutta la superficie. Passarli a loro volta nel pandispagna sbriciolato e mettere da parte.
Servire freddi.

Pubblicato da Seddy

Bigné Tartufati

.