New Updates
Sidebar
Recent posts from different topics.

25 settembre 2015

Torta stracciatella


Piccole perle di un verde brillante, tra chiome di rami intrecciati e foglie leggere, sotto il timido sole d'autunno, le olive matureranno. Intanto, attendiamo il tempo della raccolta... 
Semplicemente divina! La torta stracciatella all'olio extravergine di oliva e mandorle è un dolce soffice e sano, dalla consistenza ricca e dal sapore delicato e genuino. Un  dolce perfetto da gustare in ogni momento della giornata, l'ideale a colazione o servito nel pomeriggio con una tazza di thè caldo - specialità leggera e deliziosa bontà cioccolatosa. Un'idea golosa molto invitante, particolare per la caratteristica morbidezza e  il profumo intenso. Una vera prelibatezza! 


La scelta ideale...
Per la preparazione della Torta stracciatella ho scelto di utilizzare l'olio extravergine di oliva delicato Carli, dal sapore dolce, delicato e leggero, allo stesso tempo ricco di aromi fragranti e straordinario per la qualità certificata e la versatilità. Un'olio limpido pieno di aromi, che proviene da olive sane, raccolte dall'albero al giusto punto di maturazione e subito lavorate, segno di un'acidità bassa. Le specialità Fratelli Carli vantano una storia all'insegna di una lunga esperienza, con particolare attenzione all'utilizzo dei migliori prodotti, in tutte le fasi di produzione e mediante un'analisi chimica per il controllo della qualità, con elevati standard e certificazione SGS Italia. I sapori dell'Olio Carli sono frutto di un equilibrio tra tradizione artigianale e ricerca continua, nel rispetto dell'ambiente per le future generazioni. 


Torta stracciatella all'olio extravergine di oliva e mandorle

Ingredienti

Per 12 porzioni:
240 g di farina 00
70 g di fecola di patate
25 g di farina di mandorle
140 g di zucchero
3 uova
60 g di olio extravergine di oliva delicato Fratelli Carli
200 g di panna da cucina
25 ml di rum
50 g di gocce di cioccolato
1 bustina di lievito vanigliato per dolci

Accessori utili: per una torta alta stampo a cerniera tondo diam. 16 cm h 10 cm
per una torta normale stampo a cerniera 24 cm


Procedimento

Accendere il forno a 180°C.
In una ciotola, montare le uova con lo zucchero con uno sbattitore elettrico fino a farlo diventare bianco e spumoso (oppure utilizzare una planetaria). Aggiungere l'olio a filo, la panna a temperatura ambiente, il rum e amalgamare bene. Unire a cucchiaiate le farine setacciate e il lievito, con un movimento dall'alto verso il basso per non smontare il composto. Infine aggiungere le gocce di cioccolato fredde da freezer e infarinate. Imburrare e infarinare lo stampo apribile, versare il composto nello stampo alto 16x10 cme cuocere in forno caldo a 180°C per 50/60 minuti circa (se si utilizza lo stampo 24 cm il tempo di cottura sarà di 40/50 minuti circa), fino a cottura facendo sempre la prova stecchino. Una volta pronta, capovolgere su una gratella per fare raffreddare. 
A piacere, prima di servire spolverizzare con dello zucchero a velo.


Prova una variante!
. Si può utilizzare il cioccolato fondente a pezzi al posto delle gocce di cioccolato.
. Il rum può essere sostituito dall'anice o altro liquore a piacere.
. A piacere, prima di servire la torta stracciatella spolverizzare con zucchero a velo o con una glassa agli agrumi.



Pubblicato da Seddy

Torta stracciatella

23 settembre 2015

Cous cous con Amarena



Riprende il viaggio culinario ispirato dall'Amarena Candita in Sciroppo, con un dessert d'eccezione e una nuova tappa dedicata all'Africa. Il cous cous, specialità di origine del Nordafrica, in una proposta alternativa, insolita nella variante dolce con il cioccolato bianco - molto facile da preparare, naturalmente accompagnato dalle squisite amarene. Un dolce semplice e delizioso, presentato in graziose monoporzioni, perfetto a fine pasto e sorprendente, saprà conquistare tutti per la sua bontà!


Curiosità
Tra i piatti etnici più conosciuti e apprezzati, tipico primo piatto esotico internazionale originario del Maghreb (Tunisia, Algeria e Marocco), legato alla storia e alle tradizioni conviviali delle popolazioni arabe, la sua nascita risale in epoca molto remota. Qualche notizia risale agli antichi Berberi abitanti delle montagne e delle valli del Maghreb, già prima dell'invasione araba del VII secolo dopo Cristo. Utilizzavano soprattutto frumento, miglio o orzo, da cui ricavavano una specie di semola che impastavano con acqua o latte. Dal mediterraneo, sua terra d'origine, segue le rotte dei mercanti e dei conquistatori approdando in Spagna, Francia e anche in Sicilia. 


Cous cous con Amarena

Ingredienti

Per 2 persone:
80 g di cous cous precotto
80 ml di latte (o acqua)
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di sciroppo amarena Toschi 
30 g di cioccolato bianco
amarene Toschi a pezzetti, a piacere
Per guarnire:
amarene sciroppo Toschi
foglioline di menta

Attrezzature utili: stampo semisfera Pavonidea


Procedimento


Preparare il cous cous, mettendolo in una ciotola resistente al calore. A parte in un pentolino, portare il latte (o l'acqua) a bollore con lo zucchero. Versare il composto di latte bollente sopra il cous cous  (usare la stessa quantità di liquido e di cous cous), coprire e lasciare riposare finchè avrà assorbito il tutto, per circa 5 minuti. Sgranare con una forchetta.
Nel frattempo, scioglire il cioccolato bianco a bagnomaria, unire al cous cous insieme allo sciroppo e i pezzettini di amarene, mescolare bene e con un cucchiaio riempire le semisfere dello stampo. Coprire con pellicola per alimenti e lasciare in frigo il tempo necessario per compattare il composto. Sformare le semisfere di cous cous su dei piattini da dessert e guarnire con amarena frutto e sciroppo e foglioline di menta.



Pubblicato da Seddy

Cous cous con Amarena

21 settembre 2015

Noodles con verdure croccanti


Un piatto semplice della cucina orientale, che esalta la freschezza delle verdure nel condire i noodles, un'ottima alternativa alla pasta classica. Un mix di colori e sapori in un piatto da gustare anche in altre varianti, sostituendo i vari tipi noodles con diverse verdure di stagione e l'aggiunta a piacere di carne o pesce. A me piacciono molto, deliziosi e di buon auspicio!


Noodles con verdure croccanti

Ingredienti

Per 2 persone:
125 g di noodles istantanei 
(oppure di riso)
2 carote 
2 zucchine
1 peperone rosso
1/2 cipolla
olio extravergine di oliva
salsa di soia
un pizzico di sale


Procedimento


1. Per prima cosa pelare e lavare le carote. Tagliare a striscioline sottili con un pelapatate. Lavare le zucchine, tagliare a metà e poi a rondelle. Allo stesso modo, lavare il peperone rosso, togliere i filamenti e i semi, tagliare a striscioline con un coltello. 
2. In un wok mettere un filo di olio extravergine di oliva con la cipolla tritata, unire tutte le verdure e saltare a fiamma moderata. Lasciare cuocere per pochi minuti, aggiustare di sale e lasciare le verdure croccanti.
3. In una terrina con acqua bollente immergere i noodles. Coprire la terrina e lasciare a bagno per 5 minuti (o il tempo indicato sulla confezione). Successivamente mescolare e scolare.
4. Una volta pronti i noodles, saltarli nel wok con le verdure unendo a piacere la salsa di soia. Servirli caldi e gustarli con le bacchette di legno.




Pubblicato da Seddy

Noodles con verdure croccanti

17 settembre 2015

Dobloni morbidi al cacao


Un'idea golosa senza glutine per l'Afternoon Break! - l'appuntamento pomeridiano della dolce coccola, creando un attimo di gusto perfetto. I dobloni morbidi al cacao, sono dei biscotti friabili deliziosi, ripieni di una buonissima crema di cacao e nocciole, ideali per accompagnare un thé o per concedersi un momento di piacevole relax e di carica durante la giornata.


La scelta ideale...
La ricetta dei biscotti morbidi al cacao è totalmente gluten-free. Per la preparazione dell'impasto ho utilizzato la farina senza glutine Ruggeri, prodotta con materie prive naturalmente di glutine e senza conservanti indicata per soggetti intolleranti al glutine. E' composta da una miscela tra semola di riso e farina di mais adatta per tutte le ricette e di facile lavorazione. La presenza del sale rende il sapore dei biscottini leggermente simile ai biscotti sablé. Mentre, per il ripieno goloso ho utilizzato la nocciolata Rigoni di Asiago, un prodotto senza glutine realizzato con ingredienti biologici di alta qualità, senza olio di palma e grassi idrogenati, nè aromi, coloranti e conservanti, mediante una lavorazione di antica tradizione. 


Dobloni morbidi al cacao

Ingredienti

240 g di farina senza glutine Ruggeri
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
125 g di burro
100 g di zucchero a velo
2 tuorli
vaniglia
un pizzico di sale
Per il ripieno:
nocciolata Rigoni di Asiago q.b.


Procedimento


1. Preparare la frolla mettendo in un mixer la farina e il burro morbido, frullare pochi secondi fino a ottenere un composto sabbioso; trasferire su una spianatoia o all'interno di una ciotola, unire lo zucchero a velo, i tuorli, l'aroma di vaniglia e un pizzico di sale. Lavorare l'impasto rapidamente, quindi fare riposare il composto in frigorifero per 30 minuti avvolto in un foglio di pellicola trasparente.
2. Trascorso il tempo, stendere la pasta con un mattarello dello spessore di 1/2 centimetro, ritagliare con uno stampino tondo dei piccoli dischi, oppure prelevare una noce di composto alla volta, rotolare tra le mani ben fredde e schiacciare in modo da creare dei piccoli discchi. Appoggiare metà dei dischi sulla placca con carta da forno, collocandoli ben distanziati l'uno dall'altro e con un cucchiaino porre nel centro una piccola quantità di nocciolata.
3. Chiudere con i restanti dischi, premendo bene con i polpastrelli sul bordo dei due dischi in modo che i due strati di pasta combacino e si fissino perfettamente.
4. Infornare per circa 10/15 minuti a 180°C. Sfornare e lasciare un pò raffreddare prima di toccarli e porre su gratella. Servire tiepidi.
Note: se l'impasto dovesse risultare eccessivamente compatto, ammorbidirlo con qualche cucchiaio di latte.


Presentateli così!
Per gustare meglio e in maniera impeccabile, servire le golose delizie con il tocco di eleganza dei motivi floreali e il fascino dei colori pastello, dalle vivaci sfumature calde delle splendide porcellane WATERCOLORS collection by Easy life.



Pubblicato da Seddy

Dobloni morbidi al cacao

16 settembre 2015

Panini dolci con gocce di cioccolato


Un sabato mattina, alzandosi di buona lena, nel bel mezzo di un trambusto di una probabile partenza per una vacanza lampo, cosa potrebbe venire in mente di fare? Non so, magari iniziare a preparare i bagagli con tutto ciò che serve da portare via! E invece, c'è qualcosa di più urgente e forse insensato da compiere: panificare. Se poi, si vuole aggiungere che il forno non si accende mai per una sola preparazione, bensì ottimizzare l'impiego per almeno due - i panini ai semi  per esempio, bisogna precisare che si tratta semplicemente di avere una grande capa tosta! Finalmente, la ricetta dei famosi panini con gocce di cioccolato, simil pangoccioli, apprezzata da tempo, ora è pronta da sperimentare. Non è facile, riuscire ad ottenere le stesse consistenze di un qualcosa che esiste già e per giunta di produzione industriale, però ragionandoci un pò si può fare meglio!


Queste piccole brioche con gocce di cioccolato sono delle ottime dolci merende,
 l'ideale da gustare anche a colazione,
 preparate in una versione homemade sana e genuina,
 i mie ragazzi ne vanno matti!
 E' bello poter realizzare tutto ciò che piace alla propria maniera,
 seguendo gusti personali,
utilizzando ingredienti scelti con cura...

Che buon odore,
gradevole bontà e...
profumo di casa mia! 


Panini dolci con gocce di cioccolato

Ingredienti

250 g di farina 00
250 g di farina di forza
225-250 ml di latte tiepido
1 uovo grande
1 cucchiaino di mielbio arancio Rigoni di Asiago
75 g di zucchero
75 g di burro
50 g di lievito Madre Attivo con germe di grano Ruggeri
10 g di sale
aroma di vaniglia
80 g di gocce di cioccolato
tuorlo e latte, per lucidare

Note: per la preparazione dei Panini dolci con gocce di cioccolato ho utilizzato (apportando qualche piccola modifica) la ricetta dell'impasto delle Cremonesi dolci del maestro panificatore Piergiorgio Giorilli.


Procedimento

A mano o con l'aiuto di un'impastatrice, iniziare a impastare gli ingredienti, mescolando prima il lievito nel latte tiepido, il miele e poi aggiungendo la farina. In seguito, unire l'uovo, l'aroma, il sale e infine il burro. Lavorare l'impasto bene in modo da renderlo omogeneo.
Mettere l'impasto in una ciotola e coprire, lasciare lievitare per 60 minuti. Rovesciare l'impasto su un piano di lavoro, aprire a rettangolo stendendolo delicatamente con le mani e distribuire le gocce di cioccolato (fredde da freezer), arrotondare l'impasto, quindi formare delle palline dal peso di 85 g ciascuna  (o grandezza desiderata), modellandole dentro il palmo della mano e facendo una leggera pressione sul piano di lavoro. Posizionare man mano tutti i pezzi ottenuti, ben distanziati l'uno dall'altro, su una placca da forno rivestita con carta da forno per una seconda lievitazione, coprire o lasciare nel forno spento. Trascorsi circa 30 minuti o il tempo necessario per il raddoppio, spennellare la superficie dei panini, con il composto di uovo diluito con il latte, infornare a 180°C 15 minuti circa, finchè saranno dorati. Una volta sfornati porre a raffreddare su una gratella. 




Pubblicato da Seddy

Panini dolci con gocce di cioccolato

11 settembre 2015

Panini ai semi


Ogni ricetta di pane è speciale - un lievitato classico da gustare farcito, non c'è variante che non sia gradita. I panini ai semi sono un'ottima alternativa per preparare dei sandwich e perfetti per gli hamburger - semplici da realizzare per le gite fuori porta o pic nic all'aperto in prossimità del week end. Un'idea stuzzicante nella versione arricchita con semi vari, per rendere la crosta croccante ancora più saporita e garantire un pasto piacevole in compagnia. In particolare, un piatto unico da farcire con ingredienti sani e genuini, da servire sostituendoli a piacere cambiando il gusto in mille modi diversi!


Panini ai semi

Ingredienti

200 g di farina bianca 
per pane
130 ml di acqua tiepida
1 cucchiaino di mielbio Rigoni di Asiago
6 g di lievito di birra fresco
o 3 g di lievito secco attivo
4 g di sale
semi vari: girasole, papavero, sesamo.
Per la farcitura:
hamburger di carne (qui)
peperoni e zucchine in agrodolce (qui)

Note: la ricetta Panini è tratta dal libro "Come si fa il pane" di Emmanuel Hadjiandreou, in parte rivisitata con l'aggiunta di semi vari. 


Procedimento

In una ciotola (più piccola) mescolare la farina e il sale. Mettere da parte gli ingredienti secchi.
In un'altra ciotola (più grande) pesare il lievito, versare l'acqua tiepida sul lievito e mescolare gli ingredienti umidi. 
Unire gli ingredienti secchi a quelli umidi. Mescolare i due composti con un mestolo di legno e poi lavorare con le mani, finchè l'impasto sarà omogeneo.
Coprire con la ciotola che conteneva gli ingredienti secchi e lasciare riposare 10 minuti.
Trascorso il tempo, lasciare l'impasto nella ciotola, tirare una parte dell'impasto dal lato e portarlo al centro. Girare la ciotola e ripetere l'operazione con un'altra porzione di impasto. Ripetere altre 8 volte.
Coprire di nuovo e fare riposare per 10 minuti. Poi, ripetere due o tre volte il giro di pieghe, facendo riposare l'impasto tra un'operazione e l'altra per 10 monuti.
Coprire di nuovo la ciotola e fare riposare per 1 ora. Quando l'impasto sarà raddoppiato di volume, schiacciare delicatamente con il pugno per fare uscire l'aria.
Trasferire l'impasto sul piano di lavoro infarinato e dividere in 4 porzioni uguali. Ogni porzione dovrebbe pesare circa 80 g. Prendere una porzione dell'impasto e rotolarla con la mano sul piano di lavoro fino a ottenere una palla liscia perfettamente rotonda. Appiattire leggermente da un lato e posizionare sulla teglia. Ripetere con il resto dell'impasto. 
Coprire i panini o lasciare nel forno spento per una seconda lievitazione, finchè saranno quasi raddoppiati di volume. (Prima della cottura cospargere i semi sulla superficie di ogni panino dopo aver spennellato con un pò di albume). 
A questo punto, scaldare il forno a 240° C, con una teglia piccola sul fondo del forno che servirà per il vapore. Mettere la teglia dei panini nel forno caldo, versare una tazza di acqua nella teglia a parte tenuta sul fondo del forno per formare il vapore e abbassare la temperatura a 200 ° C. 
Cuocere i panini per circa 15 minuti o finchè sono ben dorati. Per verificare la cottura dare un colpetto sul fondo di un panino, dovrebbe suonare vuoto. Fare raffreddare su una griglia.



Pubblicato da Seddy

Panini ai semi

3 settembre 2015

Pizza di nocciole con spinaci e funghi


Quanti modi di fare una buona pizza, ogni volta c'è l'imbarazzo della scelta! Pronti per l'assaggio con delle novità gustose in vista da sperimentare. Allora, prepariamoci per una pizza fatta in casa davvero da urlo, con una proposta alternativa interessante, magari da realizzare proprio per il fine settimana. Non è solo la farcitura a rendere una pizza speciale: si può variare l'impasto, aggiungendo della frutta secca macinata, per ottenere un sapore estremamente insolito e gustoso. Una ricetta appetitosa, che prevede un impasto di base arricchito con le nocciole e un mix di ingredienti da abbinare come più piace o suggerisce la fantasia. Per tutti gli amanti dei lievitati, un prodotto eccellente da provare assolutamente - l'idea stuzzicante ideale ad ogni occasione, per stupire con il successo assicurato!


Come si fa...
Impasto alle nocciole

300 g di farina 0
60 g di farina di nocciole
200 ml di acqua tiepida
3-5 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di sale

In una ciotola mescolare l'acqua tiepida e il lievito, poi lasciare riposare fino a quando comincia a formarsi della schiuma in superficie, per 5 minuti. Aggiungere l'olio e mescolare, poi unire la farina, la farina di nocciole e il sale; mescolare fino a ottenere un impasto omogeneo. Rovesciare su un piano di lavoro infarinato e lavorare con le mani fino a quando diventerà liscio.
Trasferire l'impasto in una ciotola unta d'olio, coprire la ciotola con della pellicola e fare lievitare in un luogo tiepido al riparo da correnti d'aria finchè avrà raddoppiato il volume, per circa 1 ora. Dividere in due palle (anche tre per delle pizze sottili), poi procedere a dare la forma, farcire e infornare.


Consigli & Segreti
. L'impasto può essere avvolto nella pellicola e conservato in frigo per una notte, oppure congelato fino a 3 mesi. Scongelare mettendolo in frigorifero dalla notte prima dell'utilizzo. 
. Si può ridurre la dose di lievito rendendo la pizza più digeribile, allungando i tempi di lievitazione dell'impasto.
. La farina di nocciole si può preparare in casa polverizzando in un robot da cucina le nocciole tostate e spellate.


Pizza di nocciole con spinaci e funghi

1 dose di impasto per pizza alle nocciole
Per la farcitura:
un mazzo di spinaci,
sfogliati, lavati e asciugati
250 g di funghi misti tagliati
prezzemolo
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
vino bianco per sfumare
mozzarella
sale e pepe


Procedimento

Preriscaldare il forno a 250° C.
In una padella antiaderente trifolare i funghi, con un pò di olio extravergine di oliva (a piacere aglio in granuli), prezzemolo, sale e pepe. Cuocere per 10-15 minuti circa e durante la cottura sfumare con un goccio di vino bianco.
A parte, cuocere e appassire gli spinaci, con un filo di olio extravergine di oliva e sale. Lasciare intiepidire e poi strizzare.
Stendere l'impasto delle pizzette, fino ad ottenere una base circolare di almeno 24 cm di diametro e trasferire nelle teglie. Condire la pasta con un filo di olio e distribuire gli spinaci e i funghi, lasciando libero 0,5 cm sul bordo. Infornare finchè la pizza risulterà dorata e ben cotta, per 15 minuti circa. Qualche minuto prima di togliere aggiungere la mozzarella a cubetti, completare con un filo d'olio e servire.


Pubblicato da Seddy

Pizza di nocciole con spinaci e funghi

.