16 giugno 2016

Pizza ripiena con scarola


Profumo intenso e sapore deciso, per un rustico veramente speciale! Un buon piatto unico nutriente costituito da un insieme di ingredienti sani e genuini, ottimo da gustare all'aperto nelle prossime giornate estive. Una proposta molto versatile,  preparata con un doppio strato di pasta lievita, farcita e arricchita a piacere, accostando tutto ciò che piace, per variare il ripeno e renderela più appetitosa. Una pizza ripena sfiziosa anche in versione finger food, tagliata a spicchi e servita fredda, delizierà tutti gli amanti del classico lievitato intramontabile!  


Pizza ripiena con scarola

Ingredienti

Per l'impasto di base morbido:
250 g di farina 1
150 ml di acqua
un filo di olio di etravergine di oliva
1 patata piccola lessa
1 cucchiaino di Milbio Miele di Fiori Rigoni di Asiago
5 g di lievito di birra
1/2 cucchiano di sale
Per il ripieno:
1 cespo di scarola
(o verdura a piacere)
3 fette di provola a pezzetti
1 tonno in scatola
olive verdi denocciolate q.b.
capperi dissalati q.b.
sale e pepe


Procedimento


In una ciotola o planetaria mettere la farina setacciata, la patata lessa schiacciata, l'acqua, il miele e il lievito. Fare assorbire il liquido, aggiungere il sale e l'olio di oliva, lavorare fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lasciare lievitare in un contenitore unto fino al raddoppio del volume.
Nel frattempo, lavare la scarola e metterla in una padella con un filo di olio e sale, fare appassire per 10 minuti circa. Aggiungere il tonno a pezzetti, le olive denocciolate e i capperi dissalati, pepare e spegnere dopo 5 minuti.
Rovesciare l'impasto su un piano di lavoro e dividere in due parti. Stendere con le mani la base, direttamente su una teglia rotonda (diametro 20 cm) foderata con carta da forno. Riempire distribuendo all'interno gli ingredienti della farcia e la provola a pezzetti, chiudere con un altro strato di pasta lievita. 
Spennellare la superficie con dell'olio di oliva e praticare dei buchi con i rebbi di una forchetta. Lasciare riposare per 10 minuti e infornare a 180°/200°C per circa 30 minuti o poco più, fino a perfetta doratura.


Sapevate che...
. Per ottenere un impasto lievitato morbido, occorre fare assorbire alla farina almeno il 60% di liquido.
. Aggiungendo l'olio extravergine di oliva all'impasto, il lievitato ha più sapore; mentre il miele aiuta la lievitazione e contribuisce a dare un bel colore.




Post più recente Post più vecchio

    Share This

5 commenti:
Join the discussionPizza ripiena con scarola

  1. Non uso molto la scarola perchè in famiglia non amano il gusto amarognolo, ma è così invitante questa pizza!

    RispondiElimina
  2. Ti è venuta troppo bene; a me piace tantissimo!
    Ti abbraccio.
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. ...eeeeeed ecco una specialità dell amia terra!
    E' così bello ritrovarla improvvisamente tra le pagine del tuo blog! Fa casa, fa famiglia e fa profumi e sapori d'infanzia! Grazie per il salto nel passato... assaggio, naturalmente, questa bontà! :)

    RispondiElimina
  4. bellissima e una delle mie preferire.

    RispondiElimina
  5. Ho deciso... arrivo per cena :)
    Adoro la pizza ripiena e adoro la scarola, più di così :)
    Ti voglio bene <3

    RispondiElimina


.