New Updates
Sidebar
Recent posts from different topics.

11 dicembre 2017

Treccia Angelica


E per un Natale nuovo da gustare, non poteva mancare un lievitato davvero spettacolare! La Treccia Angelica, una torta lievitata deliziosa, molto soffice dall'aspetto invitante e scenografico. Un'idea perfetta per abbellire la tavola delle feste, con il suo tocco festoso ed effetto lumonoso affianca i grandi classici della tradizione. Sofisticata solo nell'apparenza, ma semplice nella pratica, ottenuta incrociando due strisce di pasta brioche lievita, poi chiuse a corona, per un risultato stupefacente. La Treccia lievitata tipo Angelica, proposta in una gustosa variante ricca di gocce di cioccolato fondente, senza burro nell'impasto e ricoperta da una lucida glassa, sarà di una golosità unica!


Treccia Angelica

Ingredienti

Per il lievitino:
130 g di farina Arifa Ruggeri  (o di farina tipo 00)
100 ml di acqua
15 g di lievito di birra
Per l'impasto:
400 g di farina Arifa Ruggeri (o di farina manitoba)
100 g di zucchero semolato
120 ml di latte tiepido
95 ml di olio di semi (o 120 g di burro morbido)
3 tuorli di uovo fresco
aroma di vaniglia
1 pizzico di sale

burro fuso, per spennellare
100 g di gocce di cioccolato fondente, per guarnire
scorza arancia bio, per guarnire

Accessori utili: piatto Augustin ecru Pavonidea


Procedimento

Preparare il lievitino: versare nella planetaria la farina, l'acqua e il lievito, impastare. Togliere il piccolo impastino e sistemarlo in una ciotola leggermente oliata, coprire con la pellicola trasparente e porlo a lievitare per 30 minuti ben chiuso.
Preparare l'impasto: versare nella planetaria la farina, lo zucchero, il pizzico di sale, il latte, l'olio (o il burro), l'aroma di vaniglia e i tuorli d'uovo, impastare bene aggiungendo all'impasto il lievitino e lavorare fino a incordare il composto.
Rimettere l'impasto nella ciotola oliata, coprire e lasciare lievitare ancora per circa 60 minuti (deve raddoppiare di volume).
Sul tavolo da lavoro ben infarinato, stendere l'impasto con un matterello ricavando una sfoglia rettangolare dello spessore di 3mm.
Spennellare abbondantemente tutta la superficie della pasta con parte del burro fuso, cospargere poi con le gocce di cioccolato e la scorza di arancia grattugiata.
Arrotolare la pasta su se stressa, dal lato più lungo, ottenendo così un lungo rotolo. 
Tagliare a metà per la sua lunghezza il rotolo utilizzando un coltello affilato.
Separare delicatamente i due pezzi ottenuti e, tenendo il lato tagliato verso l'esterno, formare una treccia, mantenendo la parte tagliata sempre verso l'esterno. 
Ricoprire con carta da forno la placca del forno e sistemarvi la treccia, chiudere poi a ciambella.
Pennellare di nuovo con il burro fuso e coprire il tutto a campana. Rimettere a lievitare per 40 minuti.
Cuocere in forno caldo (statico) a 180°-200°C per circa 20-25 minuti.
A piacere ricoprire con una glassa di zucchero a velo e albume.
Modalità Bimby: per il lievitino impastare gli ingredienti 20 sec. vel. 4/5. Mentre per l'impasto, amalgamare gli ingredienti 2 min. Spiga e aggiungere il lievitino 2 min. Spiga.


Prova una variante!
La ricetta originale prevede l'utilizzo di 70 g di uva sultanina messa a bagno in 40 ml di brandy (poi ben strizzata e asciugata) e 50 g di scorza d'arancia candita, per cospargere la treccia al posto delle gocce di cioccolato fondente.


Pubblicato da Seddy

Treccia Angelica

10 dicembre 2017

Ciambella al cocco


Per la Rubrica "Un dolce per ogni domenica" di Cuore di Sedano, una proposta veramente strepitosa! Un dolce soffice e profumato super coccoloso: la ciambella al cocco. Una torta da credenza che si prepara facilmente, ottima da gustare in ogni occasione, adatta per colazione, da offrire dopo pranzo, nel pomeriggio accompagnata con una bella tazza di thè. La ciambella è un classico della pasticceria, resa ancora più golosa se arricchita con il gusto esotico del cocco, leggera senza burro, morbida e gustosissima allo yogurt. E come la neve scende lieve dal cielo, dolcissima e avvolta nel suo bianco candore abbellisce la tavola delle feste.


Ciambella al cocco 

Ingredienti

300 g di farina
100 g di farina di cocco
250 g di zucchero
4 uova
160 ml di olio di semi
125 ml di yogurt bianco
125 ml di latte
aroma di vaniglia
scorza di limone bio
bustina di lievito per dolci

zucchero a velo, per spolverizzare
ciliegine candite, per decorare 

Accessori utili:  Stampo Gugelhupf, piatti dessert Gustave  e Sweetable Message by Pavoni

 

Procedimento

Preriscaldare il forno a 170°C.
In una ciotola, con uno sbattitore, montare le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto bianco e spumoso.
Unire l'olio a filo, lo yogurt e il latte, il sale, la scorza di limone grattugiata, l'aroma di vaniglia e mescolare.
Aggiungere a cucchiaiate le farine mescolate con il lievito, con un movimento dall'alto verso il basso per non smontare il composto.
Versare il composto nello stampo unto e infarinato, cuocere a 170°C per circa 50 minuti o fino a cottura completa, facendo la prova stecchino. Far riposare nello stampo e sformare la ciambella solo quando sarà fredda. Sistemare su un piatto di servizio e decorare a piacere con zucchero a velo e ciliegine candite prima di servire.


Presentatela così!
Per una presentazione impeccabile, servire la ciambella sulle meravigliose alzate Sweetable Message e piatti dessert Gustave by Pavoni, elegantissima rossa, oppure abbinamenti perfetti con le fresche e colorate translucide tonalità: verde blu, fucsia, red. Una nuova linea di alzate in 3 tipologie diverse con colori di tendenza, realizzate con materiale altamente resistente e di primissima qualità, conferiscono eleganza in tavola e luce alle creazioni!


Pubblicato da Seddy

Ciambella al cocco

7 dicembre 2017

Panettone gastronomico


Un salato diverso dal solito accompagna i sontuosi pasti festivi - recentissimo e moderno, il Panettone Gastronomico, rappresenta un ottimo antipasto sulle imbandite tavole natalizie. Delizioso stuzzichino lievitato, diversificato nella farcitura con: salse, mousses e pâtés, salumi, tonno, salmone e formaggi, a sezioni separate e unico nella ricomposizione, consente di utilizzare gli ingredienti più graditi per realizzare golosi tramezzini. Diverse versioni d'impasto base, si parte dalla semplice pasta lievita con l'aggiunta di qualche uovo, oppure seguendo metodologie professionali, infine la proposta di questo soffice panbrioche alternativo. Semplicemente squisito!

Panettone gastronomico

Ingredienti 

550 g di farina 0 ( oppure farina 0 + farina di forza)
250 ml di latte (oppure 125 ml acqua + 125 ml di latte

1 uovo e1 tuorlo
50 di olio extravergine di oliva o di semi
1 cucchiaino di zucchero

20 g di lievito di birra
10g di sale

albume + latte, per spennellare
 

In una planetaria mettere il latte tiepido, il lievito e lo zucchero, mescolare.
Unire tutti gli altri ingredienti e impastare fino ad ottenere un composto omogeneo e ben incordato. Dopo aver preparato un impasto morbido, porre in una ciotola e coprire per 1 h fino al raddoppio del suo volume.
Trascorso il tempo e lievitato, sgonfiare il composto lavorare per qualche minuto, fare le pieghe verso l'interno dando la forma di una palla e lasciare lievitare ancora nell'apposito stampo da panettone, finchè non avrà raggiunto il bordo. Questa seconda lievitazione avverrà nel forno spento con luce accesa.
Spennellare la superficie con l'albume e il latte sbattuto. Cuocere in forno a 180° per 45'.


Prova una variante! 
Il panettone gastronomico è ottimo da farcire a strati prima di servire in tavola come antipasto o stuzzichino salato in un buffet.
Una volta freddo sezionare il panettone nel senso orizzontale e iniziare a farcire dalla base le fette a due a due seguendo i propri gusti. Ecco di seguito qualche suggerimento:
1° strato: gamberetti (sbollentati) e salsa cocktail;
2° strato: mousse di filetti di salmone e formaggio fresco spalmabile;
3° strato: mousse di prosciutto cotto, olive verdi denocciolate e ricotta;
4° strato: mousse di filetti di tonno, maionese e pomodori pachino. 
A questo punto, tagliare a spicchi a piacere 4 oppure 6, seguendo il senso verticale e ricomporre con l'ausilio di un tagliere o cartoncino facendoli scivolare direttamente sul piatto o vassoio di portata.Fermare le varie parti con stecchi per spiedini e decorare, servendosi di una siringa, con ciuffetti di formaggio spalmabile, qualche olivetta, dei pomodorini e cetriolini, alcuni alberelli di panbrioche ricavati con le apposite formine. Sbizzarrire la propria creatività.Compattare il panettone in frigo prima di servire.  


Pubblicato da Seddy

Panettone gastronomico

4 dicembre 2017

Christmas Cookies


Sentite già il Natale nell'aria? In prossimità delle feste, per la Rubrica ART & CAKE DESIGN di Cuore di Sedano, in collaborazione con Decora - l'arte di decorare con dolcezza, la proposta di golose tentazioni: i Christmas Cookies, per scoprire nuove idee decorative, che appartengono al mondo affascinante del cake design. Una bontà graziosa e accattivante - deliziosi dolcetti di pasta frolla friabile e profumata, decorati in modo sfizioso con la sugarpaste, gingerbread e stelle di natale in zucchero, per abbellire la tavola con un tocco allegro e regalare una calda atmostera festosa.


Christmas Cookies

Ingredienti

250 g di farina 00
125 g di burro
80 g di zucchero a velo
1 uovo
aroma di vaniglia Decora
un pizzico di sale
Per decorare:
Pasta di zucchero rossa, bianca, verde Decora
Gingerbread in zucchero Decora
Stelle di natale in zucchero Decora
Pennarelli alimentari Decora  

Accessori utili: set tagliapasta quadrato Decora


Procedimento

1. Preparare la frolla mettendo in un mixer la farina e il burro morbido, frullare pochi secondi fino a ottenere un composto sabbioso; trasferire su una spianatoia o all'interno di una ciotola, unire lo zucchero a velo, l'uovo, l'aroma di vaniglia e un pizzico di sale. Lavorare l'impasto rapidamente, quindi fare riposare il composto in frigorifero per una notte intera (oppure 8 ore) avvolto in un foglio di pellicola trasparente.
2. Trascorso il tempo, stendere la pasta con un mattarello dello spessore di 1/2 centimetro, ritagliare le formine per fare i biscotti utilizzando l'apposito tagliapasta quadrato (7 cm) e infornare per circa 10/15 minuti a 180°C. 
3. Sfornare e raffreddare su una gratella e decorare a piacere con la pasta di zucchero, i gingerbread e stelle di natale di zucchero.
Note: la ricetta della pasta frolla dei biscotti è ottima per realizzare dei biscotti dalla forma perfetta!




Pubblicato da Seddy

Christmas Cookies

2 dicembre 2017

Ciambella speziata all'arancia


Welcome december! E' il mese più atteso dell'anno, arriva con la tipica magica atmosfera, portando il Natale, con le tante sorprese, regali e vacanze, aprendo i cuori alla gioia e alla serenità. Adoro realizzare le ricette per il periodo delle feste, sperimentando e selezionando ogni anno quelle più belle. La classica ciambella è un must, al pari del panettone, non può mancare per arricchire la tavola imbandita di dolci di tutti i tipi e tradizioni. E' un'enorme soddisfazione riuscire ad elaborare varianti di ricette sempre diverse, adattandole alle stagioni e ai propri gusti personali. In questo caso, basta sostituire il tipo di farina alla ricetta di base preferita, aggiungendo ingredienti a piacere e il gioco è fatto! Non bisogna mai smettere di provare abbinamenti nuovi e intriganti, alternarnando profumi e sapori, si otterranno dolci deliziosi e scoperte sorprendenti! La ciambella speziata all'arancia cotta nella Pentola Fornetto Versilia è perfetta, soffice e molto profumata, ricca con il mix di spezie (cannella, zenzero, cardamomo e noce moscata), croccante per il piacevole gusto di tanta frutta secca (granella di mandorle, nocciole e noci), adorabile per il gusto agrumato, allegramente decorata a festa con fette di arancia caramellate, sarà unica e speciale!


Ciambella speziata all'arancia cotta nella Pentola Fornetto Versilia

Ingredienti
200 g di farina di farro Ruggeri
200 g di fecola di patate
250 g di zucchero
4 uova
130 ml di olio di semi
100 ml di latte
la scorza grattugiata di un'arancia biologica
2 cucchiai di succo d'arancia 
mix di spezie:
cannella, zenzero, cardamomo, noce moscata, a piacere
mix di frutta secca:
15 g granella mandorle
15 g nocciole
15 g noci
1 bustina di lievito per dolci
burro e pangrattato per lo stampo
zucchero a velo per spolverizzare
Per le fette d'arancia decorative:
1 arancia biologica
zucchero a velo 
Attrezzature utili: Pentola Fornetto Versilia 24 cm


Procedimento

1. In una terrina disporre le uova intere, unire lo zucchero e, utilizzando le fruste elettriche o robot, montare il composto finchè non risulterà soffice e spumoso.
2. Setacciare insieme la farina con la fecola e unire poco alla volta alla crema di uova amalgamando delicatamente per non smontare il composto. Dopo aver incorporato 2/3 delle farine unire il latte, alternando l’altra farina rimasta.
3. Incorporare a filo anche l’olio e mescolando, in ultimo, le spezie,  la granella di frutta secca, la scorza d'arancia grattugiata e i 2 cucchiai di succo; infine il lievito.
4. Utilizzando la pentola fornetto Versilia, imburrata e cosparsa di pangrattato, versare dentro la preparazione. Assestare il composto con dei colpetti allo stampo. 
5. Posizionare lo spargifiamma sul fornello piccolo e collocare la pentola fornetto sopra lo spargifiamma. Coprire il tutto con il coperchio. Cuocere a fiamma alta per i primi 5 minuti (non di più). Proseguire la cottura abbassando la fiamma al minimo, senza aprire mai il coperchio della pentola. Occorrerà 1 h e 15 minuti, fare la prova cottura introducendo all'interno uno spaghetto dagli appositi fori del coperchio, se risulta asciutto aprire il coperchio e controllare la cottura. Se è necessario continuare ancora 10 minuti a fiamma bassa, in modo da avere la perfetta doratura della superficie del dolce.
6. Togliere la ciambella dalla pentola fornetto una volta intiepidita o fredda. Servire su un piatto cosparsa abbondantemente con zucchero a velo e decorare con le fette di arancia caramellate.
Per le arance caramellate al forno: tagliare un'arancia a fette sottili, adagiare su una teglia ricoperta da carta forno e spolverizzare di zucchero a velo, mettere in forno a bassa temperatura girandole per una perfetta essiccazione.


Consigli & Segreti
Prima di utilizzare la pentola fornetto lavare accuratamente con acqua calda e sapone. Ungere le parti interne con olio e lasciare per una notte.
Utilizzare lo spargifiamma in dotazione posizionandolo sul fornello piccolo.
Oliare o imburrare lo stampo, poi cospargere di pangrattato o infarinare.
Appoggiare la pentola fornetto sullo spargifiamma.
Tenere la fiamma al massimo per i primi 5 minuti, poi abbassare al minimo.
Non scoprire il fornetto per i primi 30-40 minuti.
Gli alimenti nelle pentole in alluminio (che hanno un'alta conducibilità termica) cuociono meglio a fuoco moderato.
Non lavare la pentola fornetto in lavastoviglie.
Non utilizzare per conservare i cibi.





Pubblicato da Seddy

Ciambella speziata all'arancia

29 novembre 2017

Coroncine di brioche alle nocciole



Le Coroncine di brioche sono straordinarie! Deliziose proposte nella versione dolce alle nocciole, perfette da gustare anche nella variante salata, ottime da farcire a piacere. La caratteristica più importante di una ricetta è la versatilità, consente di realizzare diverse varietà lasciando ampio spazio ai propri gusti e alla fantasia. Non mi stancherei mai di sperimentare lievitati di tutti i tipi,  utilizzando miscele di farine particolari,  con la sostituzione degli ingredienti, nella continua ricerca di nuovi accostamenti. Le coroncine di brioche creano un bellissimo effetto sulla tavola delle feste, l'ideale per arricchire ogni tipo di buffet, brunch, servite a colazione o merenda. Molto graziose nella loro forma invitante, morbide e profumate, sapranno allietare le vostre giornate.


Coroncine di brioche alle nocciole

Ingredienti

Per 5 brioche:
210 g di farina di farro Ruggeri
50 g di latte (o acqua)
1 uovo
1 cucchiaino di zucchero
20 ml di olio di semi
5 g di lievito fresco
aroma di vaniglia
scorza di limone
2 g di sale

tuorlo + latte, per spennellare
granella nocciole, per guarnire

Per il ripieno:
crema di nocciole
granella di nocciole


Procedimento


In una ciotola o planetaria impastare la farina setacciata, il lievito, il latte tiepido, lo zucchero, l'uovo e l'olio; successivamente unire gli aromi e il sale. Amalgamare bene gli ingredienti, deve risultare un impasto morbido. Coprire l'impasto e farlo lievitare fino al raddoppio del volume.
Quando l'impasto è lievitato e raddoppiato di volume, farlo sgonfiare e divederlo in 5 pezzi da 70 g, stenderli con il mattarello, formando un rettangolo allungato dai lati. Nella parte superiore dei lati distribuire il ripieno di crema di nocciole e la granella, tagliare a strisce di 2 cm la pasta rimanente. Arrotolare i rettangoli, chiudere le coroncine e trasferire su una placca foderata con carta forno. Coprire e lasciare lievitare ancora 15-20 minuti, poi spennellare con la miscela di tuorlo e latte, cospargere di granella di nocciole a piacere. Cuocere in forno a 190°-200°C per circa 15-20 minuti.
Note: la ricetta rivisitata è tratta dal ricettario di Sara Papa.


Prova una variante!
. Si può sostituire il ripieno con altro composto dolce: marmellate, creme, altri tipi di fritta secca e cospargere con granella di zucchero.
. L'impasto è molto versatile, si adatta bene anche alla versione salata, ripieno a piacere a base di verdure, formaggi, salumi; infine cospargere con semi di sesamo, papavero, girasole o lino.




Pubblicato da Seddy

Coroncine di brioche alle nocciole

.