16 aprile 2017

Pastiera napoletana


La Pasqua rappresenta la primavera, la rinascita, molteplici tradizioni e un'infinità di profumi e sapori. Non è Pasqua senza la Pastiera napoletana, un vero capolavoro! Il classico dolce pasquale di origine partenopea, ricco di ingredienti e saporito, composto da una deliziosa frolla friabile ripiena di crema di ricotta, grano aromatizzato e canditi. Perfetta e più buona che mai! Tra tutte le preparazioni e diverse varianti, la scelta di una ricetta speciale, quella che rispecchia l'originale, tipica dell'antica tradizione artigianale, per gustare una bontà di alta pasticceria senza eguali!


Pastiera napoletana 
(Ricetta tratta dalla rivista VOI...NOI...BIMBY di Marzo 2017)

Ingredienti

Pasta frolla
350 g di farina 00
150 g di zucchero
1 uovo intero
2 tuorli
170 g di strutto (io ho utilizzato il burro)
1 limone biologico,
solo la scorza (senza la parte bianca)
1 stecca di vaniglia, solo i semini estratti
(io ho utilizzato aroma di vaniglia bourbon  S.Martino)
un pizzico di sale
Ricotta dolce
350 g di ricotta di pecora fresca,
sgocciolata dal siero
300 g di zucchero
Grano aromatizzato
300 g di grano cotto per pastiera
25 g di burro
200 ml di latte intero fresco
1 cucchiaio di acqua millefiori
(io ho utilizzato 1 fiala da 2 ml di fiori d'arancio S.Martino)
1 arancia biologica,
solo la scorza (senza la parte bianca)
1 limone biologico,
solo la scorza (senza la parte bianca)
Ripieno
3 uova
2 tuorli
80 g di frutta mista candita, (io ho utilizzato cedro e arancia)
a pezzetti (vedere consiglio 1)
Termine della preparazione
10 g di burro
1-2 cucchiai di farina tipo 00
zucchero a velo S.Martino, a piacere

Utensili utili: per 1 pastiera grande teglia alluminio diametro 26 cm, per 2 pastiere piccole 2 teglie alluminio diametro 20 cm dai bordi scanalati 


Procedimento

Preparazione Classica
Pasta frolla
In una ciotola versare la farina e lo zucchero a velo, poi unire il burro, l'uovo e i tuorli, l'aroma di vaniglia, la scorza di limone grattugiata, il pizzico di sale e lavorare l'impasto rapidamente.
Trasferire l'impasto sul piano di lavoro, compattarlo con le mani in un panetto liscio e avvolgerlo nella pellicola trasparente. Riporre in frigorifero per 12 ore (vedere consiglio 2) e procedere con la ricetta. 
Ricotta dolce
In una ciotola mettere la ricotta di pecora sgocciolata e lo zucchero, mescolare bene. Coprire con pellicola trasparente a contatto, riporre in frigorifero per 12 ore (vedere consiglio 3) e procedere con la ricetta.
Grano aromatizzato
In un pentolino mettere il grano cotto, il burro, il latte, le scorze di arancia e di limone, cuocere 20-25 minuti mescolando, fino a ottenere una cremina. Trasferire il composto in una ciotola, coprire con pellicola trasparente (vedere consiglio 4) e attendere il riposo delle preparazioni.
Ripieno
In una ciotola mettere nel boccale la ricotta dolce, le uova, i tuorli uno alla volta e la frutta candita, amalgamare bene. Unire il grano aromatizzato e l'acqua millefiori, incorporare al composto.
Termine della preparazione
Preriscaldare il forno a 150°C in modalità statico. Imburrare e infarinare uno stampo tondo per pastiera in alluminio (diametro 26 cm) oppure 2 stampi piccoli (diametro 20 cm).
Sistemare la pasta frolla 2/3 della frolla tra 2 fogli di carta forno (1/3 lasciarla da parte per le srisce) e con un matterello stenderla ad uno spessore di 4-5 mm. Eliminare il foglio di carta da forno superiore, adagiare la teglia sulla pasta stesa e capovolgere il tutto con l'aiuto delle mani, oppure avvolgerla nel matterello e sistemarla sulla teglia.
Far aderire l'impasto alla teglia ed eliminare il foglio di carta forno. Con un coltellino a lama liscia ritagliare i bordi a filo con lo stampo e bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta. Versare il ripieno sulla frolla. Con la pasta frolla rimasta e stenderla ricavando delle strisce larghe circa 1,5 cm e formare il classico reticolato decorativo sulla superficie della pastiera.
Cuocere in forno caldo per 1 ora e 45 minuti circa a 150°C in modalità statico (vedere consiglio 5).
Spegnere il forno e lasciare riposare la pastiera al suo interno per 30 minuti con lo sportello leggermente aperto. Togliere dal forno e lasciarla raffreddare completamente.
Spolverizzare a piacere con lo zucchero a velo e servire a fette ( vedere consiglio 6).

Preparazione con modalità Bimby
Pasta frolla
1. Mettere nel boccale lo zucchero, la scorza di limone, i semini di vaniglia, polverizzare: 10 sec./vel.10. Riunire sul fondo con la spatola.
2. Polverizzare ancora: 10 sec./vel.10. Riunire sul fondo con la spatola.
3. Aggiungere l'uovo, i tuorli, lo strutto (o il burro), la farina 00 e il sale, impastare: 30 sec./vel.5. Trasferire l'impasto sul piano di lavoro, compattarlo con le mani in un panetto liscio e avvolgerlo nella pellicola trasparente. Riporre in frigorifero per 12 ore (vedere consiglio 2) e procedere con la ricetta. 
Ricotta dolce
4. Nel boccale pulito e asciutto mettere la ricotta di pecora e lo zucchero, mescolare: 30 sec./vel.4. Trasferire in una ciotola, coprire con pellicola trasparente a contatto, riporre in frigorifero per 12 ore (vedere consiglio 3) e procedere con la ricetta.
Grano aromatizzato
5. Nel boccale pulito mettere il grano cotto, il burro, il latte, le scorze di arancia e di limone, cuocere 20 min./80°C/antiorario/vel.1 (se la cremina non è pronta potrebbe essere necessario prolungare il tempo di cottura o alzare la temperatura a 90°C). Trasferire il composto in una ciotola, coprire con pellicola trasparente (vedere consiglio 4) e attendere il riposo delle preparazioni.
Ripieno
6. Mettere nel boccale la ricotta dolce, le uova, i tuorli e la frutta candita, amalgamare 1 min./antiorario/vel.4.
7. Unire il grano aromatizzato e l'acqua millefiori, amalgamare 1 min./antiorario/vel.3. Tenere nel boccale sino al momento di utilizzare.
Termine della preparazione
8. Preriscaldare il forno a 150°C in modalità statico. Imburrare e infarinare uno stampo tondo per pastiera in alluminio (diametro 26 cm) oppure 2 stampi piccoli (diametro 20 cm).
9. Sistemare la pasta frolla 2/3 della frolla tra 2 fogli di carta forno (1/3 lasciarla da parte per le srisce) e con un matterello stenderla ad uno spessore di 4-5 mm. Eliminare il foglio di carta da forno superiore, adagiare la teglia sulla pasta stesa e capovolgere il tutto con l'aiuto delle mani, oppure avvolgerla nel matterello e sistemarla sulla teglia.
10. Far aderire l'impasto alla teglia ed eliminare il foglio di carta forno. Con un coltellino a lama liscia ritagliare i bordi a filo con lo stampo e bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta. Versare il ripieno sulla frolla. Con la pasta frolla rimasta e stenderla ricavando delle strisce larghe circa 1,5 cm e formare il classico reticolato decorativo sulla superficie della pastiera.
11. Cuocere in forno caldo per 1 ora e 45 minuti circa a 150°C in modalità statico (vedere consiglio 5).
12. Spegnere il forno e lasciare riposare la pastiera al suo interno per 30 minuti con lo sportello leggermente aperto. Togliere dal forno e lasciarla raffreddare completamente.
13. Spolverizzare a piacere con lo zucchero a velo e servire a fette ( vedere consiglio 6).


Consigli
1. Se si preferisce avere dei canditi più piccoli è possibile sminuzzarli con un coltello a lama liscia prima di amalgamarli nel ripieno.
2. L'impasto della pasta frolla proposto in ricetta è molto morbido e necessita del giusto riposo per poter essere lavorato senza che si rompa. Maggiormante rigido e fresco sarà l'impasto al momento della lavorazione e più facile risulterà maneggiarlo. per un risultato qualitativamente migliore, lasciarlo riposare in frigorifero per 24 ore.
3. Per ottenere una pastiera napoletana di ottima qualità è importante che la ricotta assorba completamente lo zucchero formando un composto unico.
4. Se si desidera un ripieno maggiormante cremoso si consiglia di frullare metà composto di grano aromatizzato: 30 sec./ve. 8 e amalgamarlo nuovamente al rimanente composto.
5. Si consiglia di posizionare la pastiera al primo binario del forno partendo dal basso. Controllare di tanto in tanto la cottura della pastiera e, se la superficie tenderà ad imbrunirsi troppo, coprirla con un foglio di alluminio verso gli ultimi 30 minuti di cottura.
6. Sarebbe preferibile lasciare la pastiera nello stampo di cottura tagliando le fette direttamente al suo interno.




Post più recente Post più vecchio

    Share This

7 commenti:
Join the discussionPastiera napoletana

  1. Cara Seddy, questa pastiera napoletana, io la vedo molto bella e sicuramente buona.
    Ciao e buona serata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. In questi giorni il web si è riempito di pastiere ma confesso che una bella come questa non ne avevo ancora vista! Complimenti Seddy e felice Pasqua <3

    RispondiElimina
  3. Un classico che adoro!
    Buon lunedì di pasquetta.

    RispondiElimina
  4. Favolosa!!!
    Buona pasquetta, un abbraccio<3

    RispondiElimina
  5. wow che brava spiegata benissimo e con tutti i passaggi, l'ho mangiata qualche volta seppur al nord non è fra i dolci comuni ma non l'ho mai fatta! è buonissima e giro subito la versione bimby a un'amica, grazie, un abbraccio

    RispondiElimina
  6. E' favolosa! Ho la fortuna di gustarla ogni anno preparata da un'amica napoletana. Fantastica!

    RispondiElimina
  7. Mi piace tantissimo questo dolce ma da anni non lo preparo..ottima la tua ricetta e bellissima la tua pastiera:ti e' venuta meravigliosamente bene,ha un aspetto meravigliosamente invitante e golosissimo ed è senza ombra di dubbio di una bontà unica,non immagini l'acquolina incredibile che mi ha fatto venire!!:)).
    Bravissima come sempre Saddy ti faccio i miei migliori complimenti:)).
    Un bacione e grazie mille per la condivisione:)).
    Rosy

    RispondiElimina


.