17 ottobre 2017

Crostata senza burro con confettura di pesche


Un'idea speciale per creare una piacevole atmosfera per l'Afternoon Break! - l'appuntamento pomeridiano della dolce coccola, l'attimo di gusto perfetto di Cuore di Sedano. La proposta di un dolce semplice e light per accompagnare il thé: la crostata senza burro ripiena di una deliziosa confettura di pesche. L'ideale per concedersi un momento di relax nell'intimità del salotto di casa e deliziare il palato. Una bontà composta da un guscio croccante di pasta frolla all'olio, variante gustosa e alternativa rispetto alla versione classica, da preparare in pochissimo tempo, arricchita dal sapore gradevole di tanta frutta sana e genuina, che saprà conquistare rendendo il rito del tea time irresistibile!


Crostata senza burro con confettura di pesche

Ingredienti

Pasta frolla senza burro
330 g di farina 00
100 g di zucchero
2 uova
70 g di olio di semi
1 limone biologico,
solo la scorza (senza la parte bianca)
aroma di vaniglia
un pizzico di sale
Ripieno
Confettura pesche "Natura Golosa" Vis

zucchero a velo, per spolverizzare


Attrezzature utili: 
stampo crostata con fondo mobile Decora
rullo bucasfoglia Decora



Procedimento

Preparazione della pasta frolla
In una ciotola versare lo zucchero, poi unire le uova, l'olio, l'aroma di vaniglia, la scorza di limone grattugiata, il pizzico di sale,  la farina e lavorare l'impasto rapidamente.
Trasferire l'impasto sul piano di lavoro, compattarlo con le mani in un panetto liscio e avvolgerlo nella pellicola trasparente. Riporre in frigorifero.
Completare la preparazione della crostata
Preriscaldare il forno a 180°C.
Sistemare la frolla sul piano di lavoro leggermente infarinato e lasciarne 1/3 per le strisce. Sistemare la parte più grande di impasto tra 2 fogli di carta forno e stenderla con un matterello. Togliere la carta forno di superficie e, mantenendo la carta forno alla base, adagiare la pasta all'interno di uno stampo con fondo mobile rialzando i bordi; bucare la base con i rebbi di una forchetta. Con la parte di impasto più piccola ricavare delle strisce di pasta larghe 1 cm e tenere da parte e con uno stampo ad esplulsione dei fiorellini. Farcire l'interno con la confettura, livellando bene la superficie con un cucchiaio. Distribuire le strisce di pasta sulla superficie incrociandole a formare il classico reticolato e decorare con i fiorellini di frolla.
Cuocere in forno caldo per 30-35 minuti (180°C). Togliere con attenzione dal forno e lasciare raffredare completamente prima di sformare. 



Post più recente Post più vecchio

    Share This

8 commenti:

  1. Cara Seddy, questa è una crostata veramente favolosa.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Mmmm che appetitosa Seddy!
    E poi, senza burro, è anche "dietetica" ! Cosa volere di più! ;-)))
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
  3. da poco sono stata vittima di un attacco di pancreatite, e soffro di diabete, quindi per me il burro è alquanto off limits...
    tuttavia, le volte in cui ho fatto la frolla col burro, mi è sempre uscita decisamente scarsa... la differenza con la frolla col burro è troppo più buona!

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono tantissimo le frolle alternative e questa all'olio deve essere top! Grazie della ricetta!

    RispondiElimina
  5. Che bella che è questa crostata, poi hai usato una confettura che adoro.
    La faccio spesso anche io la frolla così, devo dire che inizia a piacermi più di quelle a base di burro o strutto.
    Baci

    RispondiElimina
  6. ti faccio i complimenti perchè oltre a essere golosa ma più leggera di quella tradizionale questa crostata è decorata alla perfezione! e so per esperienza che la frolla senza burro non è semplice da lavorare... quindi bravissima, davvero! un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  7. Direi che anche senza burro da tanta soddisfazione, l'avevo provata anche io con olio, e niente toglie ad essere molto buona e sopratutto anche leggera.

    RispondiElimina
  8. Si mangia prima con gli occhi, sai?! Un capolavoro!

    RispondiElimina


.