New Updates
Sidebar
Recent posts from different topics.

27 settembre 2021

Pane alla Zucca

 

L'Autunno è arrivato, così come la zucca, protagonista indiscussa di questa stagione. Delicata e dal colore meraviglioso, rende speciali tutte le preparazioni di primi piatti e di contori, ma anche di pani e  di dolci. Il pane alla zucca è un pane morbidissimo dal sapore particolare, molto scenografico per la forma identica alla zucca. Una ricetta semplice da realizzare che prevede l'uso della zucca cruda al posto dell'acqua e un doppio impasto: quello arancione e quello verde. Il pane alla zucca è un lievitato perfetto per accompagnare i piatti salati, l'ideale come centrotavola nelle occasioni importanti.

Pane alla Zucca

Ingredienti

Per l'impasto arancione

100 g di semola rimacinata di grano duro

100 g di farina manitoba

100 g di farina 0

200 g di zucca cruda

75 g di lievito madre (o 5/6 g di lievito di birra)

1 bustina di zafferano

6 g di sale

Per l'impasto verde

175 g di farina 1

100 ml di acqua

45 g di lievito madre (o 3 g di lievito di birra fresco)

1 cucchiaio scarso di spinaci in polvere bio di KoRo

3 g di sale

Procedimento

Impasto arancione: frullate la zucca e aggiungetevi lo zafferano, impastate con le farine e il lievito madre (se utilizzate il lievito di birra scioglietelo in poca acqua). Unite il sale e lavorate fino a ottenere una consistenza omogenea (se dovesse occorrere aggiungere acqua). Fate lievitare, a una temperatura di 26 °C, fino al raddoppio del volume.

Impasto verde: impastate l'acqua con la farina, gli spinaci in polvere e il lievito madre. Unite il sale e lavorate fino a ottenere una consistenza omogeneac(se dovesse occorrere aggiungere acqua). Fate lievitare, a una temperatura di 26 °C, fino al raddoppio del volume.

Rovesciate gli impasti sul piano da lavoro. Effettuate una serie di pieghe all'impasto arancione, cercando di sgonfiarlo il meno possibile, effettuate una piccola pirlatura, sempre con delicatezza.

Stendete la parte verde a disco con il matterello e panete al centro del disco l'impasto di zucca con la piega della pirlatura rivolat verso l'alto. Chiudete la parte verde fino a coprire perfettamente quella arancione e rigirate il tutto sottosopra (dall'eccedenza dell'impasto verde ho ricavato una zucchetta piccola). Con uno spago legate il tutto in maniera lenta, in modo da consentire la lievitazione successiva, simulando gli spicchi classici della zucca. Fate lievitare per 20 minuti circa su una teglia con carta da forno. 

Cuocete in forno per 45 minuti ciraca, i primi 10 minuti a 200 °C, poi proseguite la cottura a 180 °C. Sfornate e rimuovete idelicatamente lo spago quando il pane è ancora caldo.

Note: prima della fine della cottura ho spennellato il pane con un pò di olio extravergine di oliva. La ricetta è tratta dal ricettario di Sara Papa, modificata nelle dosi per adattarla alle mie esigenze.

Benvenuto Autunno!



ATENA... 💚

 






Pubblicato da Fulvia

Pane alla Zucca

23 settembre 2021

Cheesecake allo yogurt greco e mirtilli

  

E' arrivato l'autunno, ma questo non vuol dire che sia disposta ad abbandonare le tanto amate torte fredde! Anzi, continueranno le proposte di semifreddi, torte gelato e cheesecake. La Cheesecake gelato allo yogurt greco e mirtilli è un dessert fresco e delicato, molto accattivante e raffinato, composto da una base croccante di biscotti secchi e una crema allo yogurt greco ai mirtilli dalla consistenza vellutata. Ricoperta da un top delizioso e fruttato al cioccolato rosa Ruby, decorato finemente con i mirtilli. Una ricetta versatile, variando a piacere gli abbinamenti con altra frutta fresca, molto semplice e veloce da preparare. Un dolce al cucchiaio cremoso e ricco di gusto, morbido ed avvolgente, elegante da servire in tavola, perfetto in ogni stagione.

Cheesecake allo yogurt greco e mirtilli

Per la base
120 g di biscotti secchi al riso soffiato
60 g di burro fuso 
1cucchiaino di zucchero Panela bio di canna integrale KoRo
 
Per la crema allo yogurt 
170 g di yogurt greco ai mirtilli
200 g di panna
50 g di formaggio spalmabile
50 g zucchero a velo
 
Per il top
100 g di gocce di cioccolato rosa Ruby KoRo
 
Per decorare 
mirtilli
perline di zucchero rosa
foglioline di menta

Procedimento

Sbriciola i biscotti, aggiungi il burro fuso, lo zucchero e amalgama bene. Metti la sagoma rotonda cm 18 h 6 su una base foderata con carta frigo o pellicola alimentare, rivestila con la pellicola di acetato. Distribuisci il composto ottenuto, appiattisci con un cucchiaio. Poni in frigorifero e lascia raffreddare per 15 minuti.
Nel frattempo, prepara la crema allo yogurt, versa tutti gli ingredienti in una ciotola e monta con le fruste fino ad ottenere un composto denso e cremoso.
Versa il composto nella sagoma rotonda, livella bene con la spatola, lasciando un centimetro circa dal bordo, metti in freezer alcune ore fino a quando avrà una consistenza compatta.
Sciogli le gocce di cioccolato rosa Ruby a bagnomaria, quando sarà freddo ma ancora fluido versa sulla torta e riponi in freezer. Prima di servire, sfila la sagoma, rimuovi la pellicola di acetato e sistemala su un sottotorta o piatto da portata. Ricopri i bordi della torta con i mirtilli e guarnisci con le perline di zucchero, infine aggiungi le foglioline di menta.
 

 

 

 

Pubblicato da Fulvia

Cheesecake allo yogurt greco e mirtilli

20 settembre 2021

Fougasse

 

La mia cucina assume sempre di più l'aspetto di un laboratorio, in questo periodo è piena di polveri, disseminate un pò ovunque. Da tempo avevo il desiderio di preparare la Fougasse, un pane focaccia tipico della cucina provenzale dalla forma di spiga di grano. Una proposta diversa dalla versione classica, ma colorata naturalmente con gli spinaci in polvere biologici di KoRo. Ed ecco, una fougasse ricca di gusto, profumata e verde brillante, quando ho visto lo splendido colore degli spinaci essiccati non ho resistito! L'ideale da abbinare al salato, ottima da gustare in ogni momento della giornata e, anche se esistono tante varianti aromatizzate o farcite, la mia versione semplicissima è perfetta così! 

Fougasse 

Ingredienti

250 g di farina (metà 0 e metà Manitoba)

20/30 g di spinaci in polvere bio KoRo

1 cucchiaino di zucchero di canna integrale Panela KoRo

un filo di olio extravergine di oliva

180 ml di acqua

5 g di lievito di birra fresco

1 cucchiaino di sale

Procedimento

In un'impastatrice mescolare l'acqua, lo zucchero e il lievito. Aggiungere la farina e la polvere di spinaci, impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Infine, aggiungere l'olio e il sale; l'impasto non deve essere molto appiccicoso o troppo asciutto, se è il caso aggiungere ancora acqua. Al termine della lavorazione, formare una palla e mettere in una ciotola unta coperta con pellicola alimentare o un canovaccio e lasciare lievitare. Una volta che l'impasto sarà raddoppiato, rovesciare su un piano da lavoro infarinato e usandoun raschietto praticare i tagli interni con il lato lungo e i tagli laterali con quello corto. Trasferire su una teglia foderata con carta da forno e allargare leggermente i tagli modellano la tipica forma della fougasse. Coprire e lasciare lievitare per 30 minuti circa. A piacere spennellare di olio e infornare nel forno caldo a 200/220 °C per 15/20 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare su gratella. 

Note: si può cuocere anche su pietra refrattaria.


 

Pubblicato da Fulvia

Fougasse

13 settembre 2021

Ciambella al cacao, caffè e nocciole con glassa al cioccolato rosa

   
Un dolce goloso per iniziare nel modo migliore la settimana! La Ciambella al cacao, caffè e nocciole, molto soffice e profumata, ricoperta da una deliziosa glassa al cioccolato rosa Ruby. La ricetta di una torta da credenza che si prepara facilmente, a base di cacao, caffè alla nocciola, zucchero di canna integrale e nocciole. Sublime per la cremosità della glassa al cioccolato Ruby, dal sapore delicato e fruttato. Una ciambella ottima per la colazione, l'ideale dopo pranzo, perfetta da gustare nel pomeriggio a merenda. Per dare più gusto alla ciambella e renderla particolarmente aromatica ho utilizzato i prodotti biologici di KoRo, un'azienda che tratta alimenti sani, si distingue per l'altissima qualità e la massima convenienza.
 

 La scelta ideale...

Per la preparazione della Ciambella al cacao, caffè e nocciole con glassa al cioccolato rosa Ruby ho scelto di utilizzare i prodotti di KoRo. Un'azienda che tratta alimenti sani in grandi confezioni super convenienti sia per quanto riguarda l'altissima qualità dei prodotti bio che il prezzo. Per ottenere un dolce particolarmente aromatico ho ordinato direttamente dallo shop online di KoRo i seguenti prodotti: 

. cacao in polvere bio fortemente sgrassato KoRo, un prodotto di altissima qualità, senza zuccheri aggiunti, alto contenuto di fibre e proteine. Un cacao ottenuto da agricoltura biologica, perfetto da bere o per cucinare;
. zucchero Panela bio KoRo, lo zucchero di canna integrale, dorato e non raffinato originario dalla Colombia, 100% agricolatura biologica e si ottiene dal succo dello zucchero di canna;
. caffè alla nocciola bio KoRo, caffè tostato con aroma naturale di nocciola, senza aromi artificiali e 100% qualità arabica, derivato da agricoltura biologica controllata; 
. nocciole sgusciate XL KoRo, nocciole extra large non trattate, senza coloranti né conservanti, con un gusto unico e aromatico e alto contenuto di fibre.
. gocce di cioccolato rosa Ruby KoRo, naturalmente colorate e prodotte da fave di cacao molto rare. Particolare per il sapore dolce fruttato e una fine nota acida. Ideale al naturale o per ccucinare.

Inoltre, sul sito di KoRo si trovano una vasta varietà di prodotti divisi in sezioni: frutta secca, frutta disidratata, superfood, snak, colazione, dolce/salato, integratori, bevande, non-food. 
Codice sconto CUOREDISEDANO da utilizzare per gli acquisti sullo shop di KoRo con uno sconto del 5%.

 

Ciambella al cacao, caffè e nocciole con glassa al cioccolato rosa

Ingredienti

400 g di farina 00
50 g cacao amaro in polvere sgrassato KoRo
150 g di zucchero Panela bio di canna integrale KoRo
150 g di zucchero semolato
5 uova
180 ml di olio di semi
200 ml di latte
1 tazzina di caffè alla nocciola bio KoRo
50 g di nocciole sgusciate KoRo
1 bustina di lievito per dolci
Per la glassa al cioccolato:
100 ml di panna
100 g di gocce di cioccolato rosa Ruby KoRo
una nocina di burro
 
Attrezzature utili: Stampo per ciambella 2 Lt
 

Procedimento

1. In una terrina disporre le uova intere, unire lo zucchero di canna integrale e lo zucchero semolato e, utilizzando le fruste (o sbattitore elettrico), montare il composto finchè non risulterà soffice e spumoso.
2. Incorporare l'olio a filo, mescolando bene. Setacciare insieme la farina, il cacao amaro in polvere e unire poco alla volta alla crema di uova amalgamando delicatamente per non smontare il composto. Incorporare la farina alternandola con il latte e il caffè alla nocciola.
3.  Aggiungere le nocciole tritate grossolanamente, infine il lievito.
4. Versare il composto dentro lo stampo imburrato e infarinato, assestare con dei colpetti allo stampo. 
5. Cuocere nel forno caldo a 170/180 °C per 50 minuti o fino a quando facendo la prova stecchino non risulterà asciutto. Togliere dal forno e porre su gratella a raffreddatare. Una volta fredda sformare.
6. Preparare la glassa al cioccolato rosa Ruby. In un pentolino, scaldare la panna fino a ebollizione; versare le gocce di cioccolato rosa Ruby, mescolare per rendere il composto omogeneo. Versare la glassa al cioccolato sopra la ciambella fredda
 

A presto con tantissime novità!
 

 
 

Pubblicato da Fulvia

Ciambella al cacao, caffè e nocciole con glassa al cioccolato rosa

8 settembre 2021

Pancarré ai fiori di pisello di farfalla

 

L'autunno è alle porte, sarà una stagione meravigliosa! La natura, come ogni anno, ci regala mille sfumature di colori che impreziosiscono la tavola! Una gioia per gli occhi e per il palato quando anche il pane si tinge di blu. Il Pancarré ai fiori di pisello di farfalla è una tipologia di pane morbido, molto profumato e ben alveolato, che si adatta all'abbinamento sia dolce che salato. Un pane in cassetta dal sapore delicato da gustare farcito a seconda dei gusti, delizierà ogni momento della giornata.

Il colore spettacolare è dato dall'infuso di pisello di farfalla (Butterfly Pea Flowers), i fiori di una pianta originaria dell'Asia sudorientale. La caratteristica dei fiori è il colore blu intenso, sono molto ricchi di antiossidanti e stimolano la produzione di collagene, hanno proprietà antinfiammatorie e analgesiche.

Pancarrè ai fiori di pisello di farfalla

Ingredienti 
 
150 g di farina 00
150 g di farina manitoba
195 ml di infuso di fiori di pisello di farfalla (Butterfly Pea Flowers)
5 g di zucchero 
35 g di burro fuso
7/8 g di lievito di birra fresco
2 g di sale

Per l'infuso

8/10 g di fiori essiccati di pisello di farfalla + 300 ml di acqua

Attrezzature utili: stampo da plum cake

Procedimento

Per l'infuso: portare l'acqua a 90 °C, spegnere e mettere  i fiori in infusione per 15-30 minuti o tutta la notte (dipende dalla gradazione di colore che si vuole ottenere). Quando l'acqua sarà fredda filtrare i fiori (si possono anche strizzare e rimetterli in acqua per far rilasciare ulteriore colore).

Per l'impasto: mettere in un'impastatrice l'infuso, il lievito sbriciolato lo zucchero, unire le farine setacciate e lavorare finchè non si forma una bella maglia glutinica. A metà della lavorazione unire il sale e, verso la fine, il burro morbido poco alla volta. Una volta che l'impasto sarà diventato elastico, porre in una ciotola unta, coprire e lasciare fino al raddoppio. Dopo circa un'ora, sgonfiare l'impasto lievitato e trasferire su un piano di lavoro. Stendere l'impasto delicatamente con un mattarello formando un piccolo rettangolo, rotolare l'impasto su se stesso e porre nello stampo foderato con carta da forno; coprire con pellicola. Dopo circa 40 min. o quando sarà arrivato al bordo dello stampo, infornare a 180 °C per circa 30/35 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare su gratella.

Note: si può utilizzare un quantitativo minore di fiori per preparare l'infuso, dipende dalla gradazione di colore che si vuole ottenere.

A presto con tante novità,

sarà un autunno all'insegna dei colori!

 


 

Pubblicato da Fulvia

Pancarré ai fiori di pisello di farfalla

30 agosto 2021

Crostata moderna all'uva bianca e more


Le vacanze estive sono quasi al termine, si riparte con un dolce molto gustoso e dall'aspetto accattivante: la Crostata moderna all'uva bianca e more. Una proposta super golosa, composta da un guscio di pasta frolla alle nocciole, friabile e profumata, farcito con un ripieno delizioso a base di crema al cioccolato bianco e formaggio cremoso. Il tocco decorativo e scenografico con l'uva bianca e le more disposte a composizione di un fiore la renderà ancora più raffinata. Una crostata moderna di frutta dall'elaganza unica, l'ideale da servire a fine pasto o durante giornata, perfetta per impreziosire la tavola nelle occasioni speciali.

Crostata moderna all'uva bianca e more

Ingredienti

Per la pasta frolla alle nocciole:


125 g di farina

15 g di nocciole in polvere

50 g di zucchero a velo

60 g di burro freddo

1/2 uovo (o 1 tuorlo)

scorza, di limone bio (a piacere)

un pizzico di sale

Per spennellare:

20 g di tuorlo 

5 ml di panna

Per la crema al cioccolato bianco e formaggio cremoso:

30 g di cioccolato bianco

200 g di panna

80 g di formaggio cremoso

40 g di zucchero a velo 

Per guarnire:

uva bianca q.b.

more selvatiche q.b.

gelatina spray

Accessori utili: anello microforato in acciaio diametro cm 15 x cm 3,5 h

Procedimento

In una ciotola (o robot) disporre la farina setacciata e la polvere di nocciole, lo zucchero a velo e mescolare rapidamente. Aggiungere il burro a cubetti e lavorare fino a ottenere un composto sabbioso. Unire la dose di uovo sbattuto e gli aromi, amalgamare bene il composto senza riscaldarlo.
Una volta formato il panetto, schiacciare con il palmo della mano per renderlo omogeneo.
Stendere l’impasto di pasta frolla con il mattarello tra 2 fogli di carta da forno a uno spessore di 2,5 cm, ricavare un cerchio di qualche centimetro più grande dello stampo.
Sagomare il fondo della crostata utilizzando come forma l’anello microforato. Lasciare riposare nel congelatore per circa 15/20 minuti.
Stendere per lungo l’impasto rimanente, ricavare delle strisce di un centimetro più alte del bordo dello stampo e lasciare riposare nel congelatore 15/20.
Foderare per prima i bordi della sagoma microforata imburrata con le strisce di pasta frolla, infine inserire il fondo della crostata, togliendo delicatamente dall’interno la parte in eccesso. Premere con i polpastrelli in modo da fare aderire perfettamente le giunture della pasta e spalmare del burro a pomata tra le giunture per saldare bene. Togliere con il coltello l’eccesso di pasta dai bordi e lasciare 2 ore nel congelatore. Questo passaggio è fondamentale, permetterà di evitare la cottura “in bianco” dello stampo, in cottura manterra perfetta la sua forma.
Posizionare la sagoma su un tappetino microforato (o su una teglia). Cuocere nel forno caldo a 160/165°C, per 15 minuti circa. Sfornare e lascia raffreddare nello stampo su una gratella. Una volta freddo, sformare il guscio delicatamente e spennellare con la miscela di tuorlo e panna. Infornare ancora a 160/165°C per 10/15 minuti, fino a doratura.
Preparare crema al cioccolato bianco e formaggio cremoso: sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria e lascia intiepidire. In una ciotola mescolare con la frusta il formaggio spalmabile e lo zucchero a velo (lasciandone da parte un cucchiaio che servirà per montare la panna), incorporare il cioccolato bianco fuso. A parte, montare la panna con il cucchiaio di zucchero a velo e uniscire poco per volta al composto di cioccolato bianco e formaggio, delicatamente per non smontare il tutto.
Mettere il composto di crema in una sac à poche e riempire il guscio di frolla, livellare con una spatola senza uscire dai bordi. Mettere in frigorifero e lasciare compattare. Prima di servire. guarnire con l'uva bianca e le more, disponendo l'uva sulla superficie della crostata tagliando gli acini a metà e componendo un fiore. Infine, ricoprire la frutta con gelatina spray. 
Note: nel caso dovesse avanzare della crema, si può servire in piccoli bicchieri monoporzioni.
 


 

Pubblicato da Fulvia

Crostata moderna all'uva bianca e more