New Updates
Sidebar
Recent posts from different topics.

13 settembre 2020

Brioche della domenica


Un dolce risveglio con la Brioche della domenica che rende speciale la classica colazione del mattino, quella di tutta la famiglia in totale relax. Una delizia, sana e nutriente dal profumo inebriante, perfetta per accompagnare il cappuccino o il caffè, particolarmente soffice e saporita, leggera e senza burro,  ricca di mirtilli rossi essiccati e granella di mandorle che le conferiscono il massimo del gusto. Una proposta genuina di brioche semplice da preparare, molto versatile nelle graziose forme svariate, o morbidi intrecci che lasciano spazio alla fantasia rendendola sempre più accattivante. L'ideale da servire anche in ogni momento della giornata, ottima da gustare a merenda, straordinariamente buona!


Brioche della domenica

Ingredienti

250 g di farina 0
30 g di zucchero di canna finissimo Eridania
2 uova medie
40 ml di olio di semi
60 ml di latte
aroma di vaniglia
scorza, di limone
scorza, di arancia
3 g di lievito secco
4 g di sale
Per farcire
mirtilli rossi essiccati q.b.
mandorle in granella q.b.
1 uovo sbattuto con un pizzico di sale, per spennellare
zucchero a velo Eridania, per spolverare


Procedimento

In una ciotola mescolare gli ingredienti secchi: farina, lievito e zucchero.. 
A parte, unire il latte alle uova sbattute e l'olio e gli aromi. 
Unire gli ingredienti umidi a quelli secchi, amalgamando finchè il composto sarà omogeneo, anche se risulterà molto appiccicoso, infine aggiungere il sale.
Coprire e fare riposare 10 minuti.
Dopo 10 minuti lavorare l'impasto nella ciotola, tirando un pezzo d'impasto di lato e premendolo al centro. Girando leggermente la ciotola, ripetere con le altre porzioni dell'impasto. Ripetere per 8 volte; l'intero processo dovrebbe richiedere 10 secondi e l'impasto dovrebbe iniziare a fare resistenza (bagnarsi le mani con l'acqua per non fare in modo che l'impasto si appiccichi alle mani). 
Coprire ancora e fare riposare per altri 10 minuti. Ripetere questa operazione di piegatura per altre 5 volte e trasferire l'impasto in un contenitore oleato e con chiusura ermetica.
Mettere in frigo e fare lievitare tutta la notte.
La mattina seguente l'impasto sarà raddoppiato di volume, lasciare a temperatura ambiente.
Sgonfiare l'impasto, spolverizzare di farina un piano di lavoro e trasferire l'impasto.
Prendere l'impasto e stenderlo con il mattarello ottenendo un rettangolo.
Spennellare tutta la superficie con l'uovo sbattuto.
Cospargere con i lamponi e la granella di mandorle.
Arrotolare l'impasto dal lato lungo per formare un tronchetto.
Tagliare a fette di circa 3/4 cm, utilizzando un filo per ottenere il taglio perfetto.
Sistemare le fette nello stampo (20 cm), con il lato tagliato verso l'alto.
Coprire e fare lievitare finchè sarà raddoppiato di volume, spennellare la superficie con l'uovo rimasto.
Accendere il forno a 180°C e infornare, per circa 20/30 minuti, finchè la brioche sarà dorata.
Sfornare e raffreddare su una griglia. Prima di servire spolverizzare di zucchero a velo.
Note: al posto dell'uovo si può spennellare l'interno con il burro fuso e spolverizzare di zucchero canna.






Pubblicato da Fulvia

Brioche della domenica

7 settembre 2020

Corona di pane al pesto


Che meraviglia il profumo delle buone erbe aromatiche, in particolare il basilico, che con la sua fragranza rende particolare qualsiasi piatto stuzzicando l'appetito, ha proprietà curative per il nostro organismo, favorisce la digestione e insaporisce i cibi. La Corona di pane al pesto non poteva avere una farcia migliore, a base di un pesto light senza aglio, arricchita con prosciutto cotto e provola, tutti ingredienti semplici, che trattengono e sprigionano tanto sapore. Un lievitato salato speciale utilizzando una farina con grani selezionati, ricca di germe di grano, crusca e cruschello che si distingue per il particolare colore, la versione salata della Kringle estone, di origine svedese e tipica corona brioche dolce alla cannella (qui). La Corona di pane al pesto è semplice da realizzare e molto scenografica, grazie ai morbidi intrecci sovrapposti e chiusi formando un anello darà un tocco in più rendendo preziosa un buffet o la tavola di tutti i giorni.


La scelta ideale...
Il Made in Italy
Per realizzare la Corona di pane al pesto ho utilizzato la farina INFIBRA + una miscela di farine di grano tenero, crusca e cruschello tostati, 100% naturale. Fonte di fibre dalle ottime qualità panificatorie, ideale per creare prodotti gustosi e genuini. INFIBRA + è stata pensata e creata per mantenere inalterate le componenti del chicco e offrire più gusto grazie all'aggiunta del germe di grano, indicata per preparazioni che necessitano di tempi medi di lavorazione. 

Corona di pane al pesto

Ingredienti 

Per la pasta:
300 g di farina INFIBRA +
120 g di latte
30 g di olio di semi
1/2 bustina di lievito di birra secco
1 uovo
1 cucchiaino di zucchero (o miele o malto) 
5 g di sale
Per la farcia:
pesto senza aglio q,b,
pangrattato q.b
prosciutto cotto q.b.
provoletta q,b,




Procedimento

Mettere la farina nell'impastatrice con il lievito e mescolare con la foglia, unire lo zucchero, il latte tiepido, l'uovo e dare una prima lacìvorazione all'impasto. Una volta amalgamati gli ingredienti, sostituire la foglia con il gancio e continuare a lavorare l'impasto, infine aggiungere il sale (se necessario durante la lavorazione aggiunger altro liquido, la quantità dipende dall'assorbimento della farina). Quando l'impasto dìsarà ben compatto e si staccherà dalla ciotola sarà pronto per la lievitazione.
Formare una palla e fare riposare in una ciotola unto di olio e coperta con pellicola in un luogo tiepido fino al raddoppio.
Una volta lievitato, riprendere l’impasto e stenderlo in un rettangolo di circa 40 x 50 cm. Spolverizzare leggermente di pangrattato e spalmare la farcia a base di pesto su tutta la superficie del rettangolo lasciando 2 cm di bordo tutto intorno. Aggiungere il proscitto cotto tritato e la provoletta tagliata a pezzetti piccoli. Arrotolare partendo dal lato lungo e formando un lungo rotolo. Tagliare il rotolo a metà lungo tutto il senso della lunghezza. Ruotare ciascuna metà con la parte di ripieno verso l’alto e intrecciarle, incrociandole e sovrapponendole. Chiudere le due estremità formando un anello. Posizionare la corona su un foglio di carta da forno e appoggiarla sulla placca del forno.
Cuocere in forno caldo a 180°C per 20/25 minuti circa controllando che la superficie risulti dorata.
Servire tiepida o fredda.





Pubblicato da Fulvia

Corona di pane al pesto

31 agosto 2020

Torta Tiramisù


Iniziamo la settimana con eleganza e la raffinatezza, in compagnia di Decora, l'arte di decorare con dolcezza, per personalizzare e realizzare con passione mille e più torte da sogno! La Torta Tiramisù è una rivisitazione del classico tiramisù nella versione moderna. Un dolce delizioso composto da una base di Torta Stracciatella, preparata con polvere di cioccolato fondente al posto dei savoiardi, farcito con crema tiramisù light, senza uova, con pasta aromatizzata concentrata al caffè, decorata con golosissimi sigari di cioccolato fondente. Una torta gustosissima adatta per tutte le occasioni speciali. Sublime!


La scelta ideale...
Per realizzare la Torta Tiramisù ho scelto esclusivamente la praticità e la sicurezza dei prodotti e attrezzature Decora, dagli alti livelli di qualità, un marchio leader nel mondo della decorazione con la garanzia del Made in Italy.


Torta Tiramisù

Ingredienti

Per le 2 basi torta
150 g di farina 00
40 g di polvere di cioccolato fondente Decora
150 g di zucchero
3 uova
50 ml di olio di semi
100 ml di latte
estratto vaniglia Decora
12 g di lievito per dolci
Per la crema tiramisù
150 g di panna
200 g di mascarpone
40 g di zucchero a velo
pasta concentrata aromatizzata caffè Decora
Per la bagna
bagna analcolica Nocciola Decora
acqua q.b.
Per spolverizzare
polvere di cioccolato fondente Decora
Per decorare
Sigari (200 g di cioccolato fondente in dischetti Decora)
rose in zucchero Decora
Nastro raso Decora



Attrezzature Decora utilizzate: stampo tondo cm 15 x 7 h, Ciotole in policarbonato trasparente, Spatola angolare, Spatola multiuso in silicone, Frusta in acciaio, Griglia rafffredda torta, Staccante spray, Stampo policarbonato cioccolatino sigaro 18 cavità, Spatola raschietto lama 14 cm, Alzata per torta.


Procedimento

Prepara la base: in una ciotola metti le uova con lo zucchero, monta con lo sbattitore elettrico (o con planetaria), per 15 minuti, fino a ottenere un composto bianco e spumoso. Aggiungi l'olio e il latte a filo, l'aroma, unisci delicatamente a mano la farina setacciata, la polvere di cioccolato fondente e il lievito. Dividi il composto in 2 parti uguali e versane una parte nello stampo unto con lo staccante, cuoci nel forno a 170° C per circa 30 minuti, facendo la prova stecchino. Sfornata la prima base torta, procedi allo stesso modo per la seconda base torta con la metà dell'impasto lasciato da parte (oppure utilizza 2 stampi uguali e inforna contemporaneamente. Metti le basi torta su gratella a raffreddare completamente. 
Prepara la crema tiramisù per la farcotura e la copertura: in una ciotola monta la panna con lo zucchero a velo, unisci il mascarpone ammorbidito e la pasta concentrata aromatizzata al caffè a piacere.

 

Togli le calotte alle basi torta, capovolgi e posiziona una base torta su un piatto o alzata, bagna con lo sciroppo e distribuisci parte dellla crema tiramisù, adagia sopra l'altra base e copri. Con una spatola distribuisci il composto restante su tutta la torta e metti in frigo a compattare. 
In una ciotola sciogli (a bagnomaria o microonde) i dischetti di cioccolato fondente per pochi minuti, versa il cioccolato fuso nelle cavità dello stampo e sbatti per la fuoriuscita delle bolle d'aria. Quando il cioccolato si sarà perfettamente cristallizzato, sforma capovolgento lo stampo e con un movimento deciso sbatti sul piano di lavoro per far fuoriuscire i cioccolatini. Questo procedimento verrà fatto con 50 g di cioccolato per 4 volte, in totale occorreranno 4 stampi completi (circa 72 sigari) per rivestire interamente il giro del bordo della torta. 
Decora la torta tiramisù posizionando i sigari intorno ai bordi, spolverizzando la superficie con la polvere di cioccolato fondente e ponendo la rosa al centro.
 


RICETTA IN COLLABORAZIONE CON DECORA


Pubblicato da Fulvia

Torta Tiramisù

30 luglio 2020

Torta Biscotto


Svegliarsi al mattino con una buona colazione è un momento di piacere che ci allieta per tutta la giornata: facciamo colazione insieme, tagga @ColussiGranturchese nella foto della tua colazione e inserisci #FacciamoColazioneInsieme le foto più belle saranno pubblicate sul profilo Colussi!
La Torta Biscotto è un dolce fresco e senza cottura, perfetta per il primo pasto della giornata di tutta la famiglia, delizioso da gustare accompagnato da una spremuta di agrumi. Una ricetta facile e veloce, composta da una base croccante di salame al cioccolato nella versione senza uova, biscotti sbriciolati, tanta sana frutta secca, cacao in polvere e cioccolato fondente. La copertura di crema di nocciole la rende golosissima, guarnita con i biscotti Il Granturchese Colussi: un classico intramontabile!


La scelta ideale...
Il Made in Italy
Per la preparazione della Torta Biscotto ho scelto di utilizzare i biscotti Il GranTurchese Colussi  con farina poco raffinata 100% italiana, senza olio di palma, l'unico e inimitabile frollino con i buchi dal gusto inimitabile!

Torta Biscotto

Ingredienti

Per la base
300 g di biscotti Il GranTurchese Colussi
60 g di burro fuso
100 g di zucchero di canna finissimo
100 g di cioccolato fondente finissimo
60 g di frutta secca (nocciole, mandorle, noci)
25 g di cacao amaro in polvere
60 ml di latte
3 cucchiai di brandy
Per la copertura
crema di nocciole q.b.
Per decorare
8 biscotti Il GranTurchese Colussi
cioccolato fondente in polvere
1 biscotto Il GranTurchese Colussi sbriciolato


Procedimento


Sbriciolare grossolanamente i biscotti, a mano o con l'aiuto di un robot. Mettere da parte in una ciotola. Ridurre in granella la frutta secca e unire ai biscotti insieme al cacao amaro in polvere. In un pentolino, sciogliere il cioccolato fondente fino al raggiungimento della temperatura di 50°C, aggiungere al composto di biscotti e di frutta secca insieme allo zucchero, il burro fuso, il latte, e il brandy. Versare il composto ottenuto in una sagoma rotonda 14 cm h 6 (o stampo apribile) posto su una base foderata con pellicola alimentare, rivestita ai bordi con pellicola di acetato. Distribuire con un cucchiaio livellando bene e coprire con pellicola, mettere in frigorifero fino a quando avrà una consistenza compatta. Sformare la base torta capovolgendola su un piatto da portata, togliere la pellicola di acetato e con una spatola coprire la superficie e i bordi con un leggero strato di crema di nocciole. Prima di servire, decorare disponenedo e facendo aderire i biscotti sui bordi; cospargere la superficie con la polvere di cioccolato fondente e il biscotto sbriciolato.





Pubblicato da Fulvia

Torta Biscotto

29 luglio 2020

Mattonella gelato al gusto gianduia


Estate è sinonimo di gelato! Irresistibile dolcezza da gustare nelle calde giornate di questa splendida stagione. La Mattonella gelato al gusto gianduia è un delizioso dessert fresco e goloso da gustare nei momenti di relax. Una ricetta facile e veloce esecuzione, ispirandosi alla pasticceria moderna, rappresenta la proposta ideale per tutte le occasioni. Tante idee golose e nuovi sapori da scoprire per i gelati fatti in casa, saranno la soluzione ideale per creare l'attimo di gusto perfetto! Elegante e raffinata dalla forma accattivante, arricchita da tanti cioccolatini fondenti e la croccantezza delle nocciole vi saprà conquistare in ogni momento della giornata.


La scelta ideale...
Per realizzare la Mattonella gelato gusto gianduia ho scelto esclusivamente la praticità e la sicurezza dei prodotti e attrezzature Decora, dagli alti livelli di qualità, un marchio leader nel mondo della decorazione con la garanzia del Made in Italy.



MATTONELLA GELATO AL GUSTO GIANDUIA


Ingredienti


Per la base biscotto

200 g di biscotti secchi al cacao

100 g di burro fuso

1 cucchiaino di miele

Per la base gelato

100 g di Preparato in polvere per gelati alla crema Decora

250 g di zucchero a velo

1 lt latte freddo

Pasta concentrata gianduia Decora q.b.

Per guarnire

50 g di granella di nocciole tostate

Per decorare

150 g di cioccolato fondente in dischetti Decora


Attrezzature Decora utilizzate: sagoma quadrato acciaio cm 18 x 18 h 6, Ciotole in policarbonato trasparente, Spatola multiuso in silicone, Frusta in acciaio, Bobina PVC per alimenti 10 M x H 60 MM, Stampo policarbonato cioccolatino quadro 22x 25 MM 200 x 120 x 22 MM, Stampo per plumcake cm 25 x 11, 5 h, Spatola angolare, Spatola raschietto lama 14 cm.


Procedimento

In una ciotola versa i biscotti sbriciolati finemente, unisci il burro, il miele e con la spatola amalgama bene. Metti la sagoma quadrata su una base foderata con carta frigo o pellicola alimentare, rivestila con la pellicola di acetato. Versa il composto di biscotti all’interno e livella con un cucchiaio in modo da ricoprire perfettamente tutta la base. Riponi lo stampo in frigo.

In una ciotola, versa il contenuto del preparato per gelato, lo zucchero a velo e il latte, amalgama bene con una frusta. Aromatizza la base gelato aggiungendo a piacere la quantità desiderata di concentrato in pasta al gusto gianduia. Trasferisci il composto per gelato nello stampo da plumcake (se ci dovessero essere eventuali grumi filtra con un colino). Metti in freezer, avendo cura di mescolare di tanto in tanto per rompere i cristalli di ghiaccio.

Quando il composto gelato avrà raggiunto una consistenza semi morbida, riprendi lo stampo quadrato con la base di biscotti e adagialo all’interno livellando bene la superficie. Metti in freezer a solidificare per una notte intera o fino a quando avrà raggiunto la consistenza giusta.

In una ciotola sciogli (a bagnomaria o microonde) i dischetti di cioccolato per pochi minuti. Versa il cioccolato nelle cavità dello stampo e sbatti per la fuoriuscita delle bolle d’aria. Quando il cioccolato si sarà perfettamente cristallizzato, sforma capovolgendo lo stampo e con un movimento deciso sbatti sul piano di lavoro per far fuoriuscire i cioccolatini.  Quando il gelato sarà pronto, stacca i lati del quadrato con la lama di un coltello, sfila la sagoma, rimuovi la pellicola di acetato. Guarnisci con la granella di nocciole e decora con i cioccolatini.





Pubblicato da Fulvia

Mattonella gelato al gusto gianduia

16 luglio 2020

Polpette di melanzane calabresi


Le polpette di melanzane sono una specialità della cucina calabrese, preparate soprattutto nella stagione estiva, periodo dell'abbondanza di questo ortaggio. Perfetto ingrediente della cucina mediterranea con tanti tipi di preparazione, le varianti delle polpette di melanzane sono diverse a seconda della zona della regione. Una ricetta della tradizione calabrese ricca e gustosa, la mia proposta, in particolare, è molto saporita e succulenta, trae origini dal passato ed è tramandata da madre a figlia per dare continuità ai profumi e sapori di questa meravigliosa terra. Le polpette di melanzane possono essere semplici o ripiene, senza "coppa" (QUI) o ripiene a barchetta. A piacere, possono essere accompagnate da un sugo al pomodoro fresco e basilico, ottime per condire un primo piatto a base di pasta secca. La qualità delle melanzane utilizzata è quella lunga di forma ovale e scura, insieme a ingredienti semplici come: il pane raffermo, le uova, il formaggio, prezzemolo e basilico, aromi profumatissimi e freschi. In questa versione, specie per chi non gradisce la frittura, consiglio la cottura al forno, più leggera e salutare, ma se si vuole rispettare la tradizione, le vere e originali sono rigorosamente fritte! L'ideale come secondo piatto, buone da gustare come finger food, squisitamente indicate anche per un cocktail, un buffet o una cena servita in terrazza all'aperto. 


Polpette di melanzane calabresi

Ingredienti

Per 1 kg di melanzane:
pane raffermo (un pò meno di 1/2 kg)
pangrattato q.b.
2 uova
formaggio grattugiato q.b.
provoletta a dadini q.b.
tonno sott'olio
1 uovo sodo
prezzemolo e basilico tritati
sale

olio di oliva, per ungere la teglia

Note: nell'elenco degli ingredienti mancano le dosi, la ricetta è stata trascritta dall'originale, la mia mamma da grande maestra non usava bilancia, si regolava "a occhio", tranne che per la preparazione dei dolci.


Procedimento

Lavare le melanzane, senza eliminare la buccia tagliarle a metà. Sbollentare in una pentola con acqua calda. Scolare delicatamente le melanzane e lasciare raffreddare. Togliere la parte interna utilizzando un cucchiaino e adagiare le "coppe" su un piatto, mentre strizzare e tritare la polpa interna mettendola da parte.
Sbriciolare la mollica del pane e mettere la crosta in una ciotola con un pò di acqua. Strizzare la crosta ed unirla alla mollica, se si vuole aggiungere pangrattato.
In una grande ciotola unire al pane la polpa tritata delle melanzane, aggiungere tutti gli altri ingredienti, aggiustare di sale e amalgamare bene. Farcire con il ripieno le "coppe" (o barchette) aiutandosi con il palmo di una mano, pressando leggermente con le dita dell'altra bagnate con dell'acqua oppure olio.
Se si preferisce una preparazione più leggera, sistemarle in una teglia oliata e cuocere in forno 180° C per 20 minuti, terminando con qualche minuto di grill per la doratura. Servire calde.
Note: altrimenti friggere in una padella con abbondante olio di semi di arachide o extravergine di oliva, fino a doratura completa. Scolare su carta assorbente per eliminare l'eccesso di olio. 






Pubblicato da Fulvia

Polpette di melanzane calabresi