6 settembre 2017

Crostata Tartufata


La Crostata Tartufata è un dolce godurioso, molto elegante e scenografico, perfetto per conquistare i palati più raffinati. Una bontà tutta da gustare, composta da una deliziosa pasta frolla profumata di vaniglia, ripiena di crema al mascarpone e caffè, morbida e vellutata, con l'immancabile tocco goloso dei tartufi al cioccolato fondente, che la rende irresistibile! Una ricetta nel complesso molto semplice e meno articolata di quanto possa sembrare, facile da realizzare, creata per soddisfare la voglia di gustare un cofanetto ricco di bocconcini ghiotti e invitanti.  La Crostata Tartufata è l'ideale da servire come dessert o come accompagnamento del thè pomeridiano, adatta da proporre con grande piacere nelle occasioni importanti, specialità unica e insuperabile!


La scelta ideale...
Per la preparazione della Crostata Tartufata ho scelto di utilizzare il tappetino microforato, antiaderente della nuova linea PROGETTO CROSTATE della Pavonidea, che facilita la distribuzione ottimale del calore. Per creare crostate perfette, il tappetino microforato è in abbinamento all'innovativa fascia inox microforata quadrata (dim. 190x190x35 mm), anch'essa della linea PROGETTO CROSTATE della Pavonidea. Ottimale la cottura!

Crostata Tartufata

Ingredienti

Per la pasta frolla:
250 g di farina 00
125 g di burro
100 g di zucchero a velo vanigliato
1 uovo
aroma di vaniglia
(o scorza di limone grattugiata)
un pizzico sale
Per il ripieno:
Crema al mascarpone
250 ml di mascarpone
120 ml di panna
2 cucchiai di zucchero a velo
2 cucchiaini di caffè ristretto
Per i tartufi:
100 g di cioccolato fondente
50 ml di panna
50 g di biscotti sbriciolati
15 g di granella di nocciole tostate
2 cucchiaini di caffè ristretto
cacao amaro in polvere q.b.

Attrezzature utili: tappetino microforato e fascia inox microforata rotonda Pavonidea


Procedimento

Preparare la frolla:
1. In una ciotola disporre la farine a fontana e collocare al centro il burro, lo zucchero, l'uovo, l'aroma di vaniglia, il sale e lavorare cominciando dal centro con le mani fredde. Cercando di lavorare il meno possibile rendere il composto omogeneo. 
2. Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e lasciare riposare 30 minuti in frigorifero.
Preparare la crema al mascarpone:
3. Lavorare il mascarpone con il caffè e ammorbidirlo.
4. A parte montare la panna con le fruste elettriche aggiungendo lo zucchero a velo.
5. Unire il mascarpone alla panna, mescolando dal basso verso l'alto per non smontare il composto, incorporare bene. Riporre in frigo.
Preparare i tartufi:
7. Versare la panna in un tegame, porre sul fuoco moderato e portare a ebollizione. Togliere dal fuoco. e immergere nella panna bollente il cioccolato, prima spezzettato finemente, e amalgamare alla preparazione con un cucchiaio di legno. Si dovrebbe ottenere un composto omogeneo al quale unire i biscotti sbriciolati e la granella di nocciole.
8. Fare raffreddare completamente, quindi unire il caffè. Mescolare bene in modo da incorporarlo perfettamente e fare rassodare in frigo per 1 ora o nel freezer per 30 minuti. Togliere dal frigo e, con un cucchiaino, ricavare delle palline, rotolare nei palmi delle mani per renderle ben tonde. Porre immediatamente su un foglio di carta da forno man mano preparate. Riporre in frigo per qualche minuto peima di passarle nel cacao amaro in polvere.
Comporre la crostata:
9. Accendere il forno a 180°.
10. Con l’aiuto del matterello stendere su un foglio di carta da forno l’impasto, foderare i bordi imburrati dello stampo e comporre il fondo della crostata. Premere con i polpastrelli in modo da fare aderire perfettamente le giunture della pasta.
11. Ritagliare un disco di carta forno da appoggiare sulla base della frolla bucherellata: ricoprire con uno strato di fagioli o ceci secchi.
12. Mettere nel forno a 180° e cuocere 15'-20', finchè la superficie non risulterà dorata. Questa cottura è detta "in bianco"poichè non è presente la farcitura. Terminata la cottura eliminare la carta e i legumi secchi, rimettere la pasta per altri 5' in forno. Togliere e far raffreddare.
13. Farcire la crostata con uno strato di crema al mascarpone livellandola bene. Completare la farcitura della crostata decorandola con i tartufini e il resto della crema al mascarpone distribuendola con l'aiuto di una sac à pache.
14. Spolverizzare di cacao e una volta composta conservare in frigorifero.



Post più recente Post più vecchio

    Share This

10 commenti:
Join the discussionCrostata Tartufata

  1. Che meraviglia questa crostata tartufata !

    RispondiElimina
  2. ma che bella così, quando ho letto tartufata mi aspettavo tutt'altro, uno strato liscio tutto cioccolato invece....bella bella, sul buono....manco da dirlo!

    RispondiElimina
  3. Semplicemente stupenda e golosissima! Davvero uno spendido capolavoro di dolcezza sublime!
    Dolce notte<3<3<3

    RispondiElimina
  4. no va beh questa crostata è pazzesca O_O sei sempre top!! complimenti!

    RispondiElimina
  5. Spettacolare!!!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  6. Cara Seddy quando ritorno qui a dare un'occhista e vedere le tue nuove creazioni deliziose rimango sempre a bocca aperta :)
    Questa crostata tartufata è una novità per me, che idea bellissima!
    Stamattina ti ho pensata particolarmente perché mi appresto a preparare la famosa "chocolate bundt cake" che scoprii qui sul tuo blog circa 3 anni fa e che ho fatto da allora alcune volte sempre con successo. Stasera ho ospiti e li farò contenti così :)

    Un abbraccio e buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maris! Scusa se rispondo in ritardo, ma è un periodo particolarmente pieno di impegni e spesso non riesco ad essere presente. Ti ringrazio tanto per gli apprezzamenti e mi fa molto piacere che una delle ricette del blog soddisfi i tuoi gusti con ottimi risultati.
      Grazie mille, sei sempre così cara e gentile! <3
      Ti auguro un buon week end, a presto

      Elimina
  7. Hai ragione, è scenografica a mille questa torta. E deve essere un vero peccato divino mangiarla! Complimenti!

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
  8. I tuoi dolci sono sempre paradisiaci... che golosità, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  9. Buonasera cara Seddy!
    Ritorno e ritrovo un profumino delizioso, una goduria (come tu stessa ci hai annunciato) per gli occhi e una meraviglia per il palato... o forse la goduria sarà più per il palato che per gli occhi!
    Fatto sta che mi tocca solo guardare e anche se quel che vedo è sublime, ahimé, ho una gran voglia anche di assaggiare!
    Sempre un grande talento... brava! :D

    RispondiElimina


.