7 ottobre 2014

Buttermilk Pancakes - Pancakes al Latticello


La colazione tradizionale preferita della domenica mattina, in genere inizia con la preparazione semplice di deliziose frittelle, realizzate ogni volta diverse e di tutti i tipi, cercando sempre di personalizzare la ricetta adattandola ai gusti del momento. I pancakes al latticello o buttermilk pancakes, teneri, soffici e morbidi come mai provati prima, dalla consistenza leggera e spugnosa, molto particolari dal sapore unico e ricco di gusto. Ottima idea per una giornata all'insegna del relax con un'appetitosa colazione, si preparano facilmente e si possono guarnire come più piace. Tante piacevoli varianti, soluzioni e suggerimenti utili, mentre per tutti gli appassionati una versione salata, aromatizzata con erbe! 


Buttermilk Pancakes
o Pancakes al Latticello

Ingredienti
130 g di farina
2 cucchiai di zucchero semolato
1 uovo
240 ml di latticello
(oppure 120 ml di latte intero o scremato + 120 ml di yogurt magro bianco)
30 g di burro fuso
(oppure 1 cucchiaio di olio di semi)
1 cucchiaino di lievito
vanigliato per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
un pizzico di sale
aroma di vaniglia


Note: se la pastella dovesse risultare troppo densa, si può aggiungere un goccino di latte.


Prova una variante!
La versione dei pancakes salati è un'ottima alternativa, basta omettere lo zucchero, aggiungere delle erbe aromatiche a piacere e servire con formaggi e altro.


Procedimento

1. In una ciotola grande mescolare gli ingredienti secchi: farina setacciata, zucchero, lievito, bicarbonato, un pizzico di sale.
2. In un ciotola media mescolare gli ingredienti liquidi: l'uovo, l'olio, il latticello, la vaniglia.
3. Unire i liquidi al composto solido, mescolando bene con uno sbattitore elettrico o frusta, fino a rendere il composto omogeneo.
4. Trasferire la pastella coperta da pellicola in frigorifero a riposare, per fare agire il lievito.
5. Riscaldare una padella antiaderente o per crepes, spennellare le piastre calde con del burro fuso (oppure olio di semi), togliendone l'eccesso. Versare nelle piastre le quantità di composto necessarie per volta (di solito ne metto tre per volta utilizzando come dosatore 1/4 di cup) dosando con un mestolo o cucchiaio; si possono fare anche più grandi, più o meno la quantità corrispondente alla misura di 1/3 cup.
6. Cuocere a fiamma moderata, quando sulla superficie compaiono delle bolle è il momento di girare i pancake utilizzando una spatola e cuocere dall'altra parte. A mano a mano che sono pronti sistemarli in un piatto uno sopra l'altro. nell'intervallo di cottura spostare la piastra dal fuoco per non farla riscaldare troppo, pulire con carta assorbente e ungere di nuovo. Se si vuole un risultato dalla forma ancora più precisa, si può utilizzare anche un anello o coppapasta. Procedere così fino ad esaurire la pastella.
7. Una volta cotti servire al naturale, spolverizzare di zucchero a velo, oppure guarnire a piacere con il classico sciroppo d'acero, burro, frutta fresca o sciroppata, topping vari, miele, salsa al cioccolato, panna e creme di tutti i tipi, frutta secca a scelta.

Ancora più soffici seguendo il procedimento dei tuorli e degli albumi montati separatamente...

Preparazione con gli albumi montati:
1. In una ciotola montare gli albumi a neve ben ferma con un pizzico di sale. Mettere da parte.
2. In un'altra ciotola montare insieme i tuorli con lo zucchero, il burro fuso, la farina setacciata alternando il latticello, il lievito, il bicarbonato e la vaniglia. Mescolare bene fino a rendere il composto omogeneo e senza grumi. 
3. Unire alla pastella gli albumi montati a neve delicatamente, con un movimento dal basso verso l'alto per non smontare il composto.
Riprendere dal punto 4.
Importante! In questo caso, il passaggio consente di utilizzare pochissimo lievito, in quanto i bianchi montati a neve ben ferma avranno incorporato già abbastanza aria.


 Tips & Tricks
. Per aumentare la quantità basta raddoppiare le dosi; si possono fare di diverse dimensioni.
. Per ottenere il latticello ci sono diversi metodi, oltre a quello utilizzato per la preparazione della ricetta, cioè 1 parte yogurt e 1 parte latte, si può ricavare sostituendo 100 ml di latte e un cucchiaino scarso di aceto bianco o succo di limone. mescolando e lasciando riposare 10 minuti prima di usarlo.
. Si possono sistemare in una vaporiera per tenerli in caldo.
. Si può utilizzare solo la farina autolievitante con il metodo della preparazione degli albumi montati.
. La pastella può essere preparata anche in anticipo la sera prima, lasciandola in frigorifero per la mattina dopo.
. Si possono congelare (non lo farò mai!) o riscaldare semplicemente nel forno.


Et-voilà una bella pila di pancakes (doppia dose) e...
le mie più attente e affezionate spettatrici!!!

Post più recente Post più vecchio

    Share This

15 commenti:

  1. adoro i pancakes sono la colazione oramai di obbligo del fine settimana i tuoi sono magnifici

    RispondiElimina
  2. Cosa darei per avere questi pancakes domani mattina sulla mia tavola...la mattina siamo sempre di corsa ma il fine settimana dove posso dedicarmi più a me stessa ed ai miei cari questa colazione con questi deliziosi pancakes sarà mia!! Un bacione e complimenti anche per le bellissime foto!! Imma

    RispondiElimina
  3. Cara Seddy, quanto amo una super colazione come questa!!!
    Penso che andrebbe non solo alla domenica, ma tutti i giorni.
    Ciao e buona serata cara amica, sempre con un sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Li adoro anche io per colazione, ma queste varianti non le conoscevo proprio.
    Grazie per la ricetta!
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  5. Oh, I'm so glad to have you around!
    A wonderful time
    Elisabeth

    RispondiElimina
  6. Davvero una colazione supergolosa con questi soffici e buonissimi pancakes... anche la versione salata non è niente male... bravissima!!!
    Buona serata...

    RispondiElimina
  7. Vengo da te a colazione Seddy...è così bello quando i pancakes te li servono caldi e profumati! I tuoi son perfetti!! Serena notte, Mary

    RispondiElimina
  8. Mi piace la versione salata, non che disdegni la versione dolce, ma la salata è interessante :)

    RispondiElimina
  9. Sofficissimi e buoni!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. semplicemente una delizia, ne immagino la morbidezza fatti col latticello...che trovo con difficoltà purtroppo...!

    RispondiElimina
  11. Vorrei intromettermi tra le tue spettatrici ^_^ caspita che meraviglia, sono perfetti e molto invitanti!!!
    Adoro la versione salata... ora però voglio provare la tua ricetta!!!
    Tesoro, un abbraccio strettissimo e tantissimi tvb <3

    RispondiElimina
  12. Dolci o salati, sempre meravigliosi, abbondanti, opulenti quando riccamente guarniti con sciroppo d'acero, frutta o altro. I tuoi sono strepitosi e le immagini eloquenti, parlano da se.

    RispondiElimina
  13. Mi ispirano tantissimo!!! Ma perché non li ho ancora fatti?!?!?!?!??! ^_^ Bravissima

    RispondiElimina
  14. sono perfetti e sicuramente ottimi in entrambe le versioni !!
    baci

    RispondiElimina


I commenti anonimi non saranno moderati.

.