New Updates
Sidebar
Recent posts from different topics.

18 aprile 2018

Crostata morbida al cacao e crema di nocciole



Bontà irresistibile, golosa e profumata - la crostata morbida al cacao e crema di nocciole è un'idea perfetta per ogni occasione. Una torta veloce da realizzare in pochissimo tempo, utilizzando lo stampo furbo per crostate, sarà una piacevole base morbida, pronta ad accogliere tante varietà di ripieni cremosi. Una ricetta molto versatile, offre il vantaggio di essere subito pronta da gustare, oltre ad essere ottima per una sana e nutriente colazione o merenda, si presta a ben figurare sulla tavola nelle occasioni speciali. Un dolce raffinato dall'aspetto invitante, non smetterei mai di proporre le diverse varianti, semplicemente delizioso!


Crostata morbida al cacao e crema di nocciole

Ingredienti

125 g di farina
25 g di cacao amaro in polvere
100 g di zucchero
2 uova
50 ml di olio di semi
50 ml di latte
aroma di vaniglia Decora
1 cucchiaino da tè di lievito per dolci
Per la farcia:
crema di nocciole q.b.  
Decorsugar Pearly Decora

Attrezzature utili: stampo furbo Tart Pan Decora


Procedimento

In una ciotola, lavorare le uova con lo zucchero con le fruste, fino a far diventare il composo bianco e spumoso. Aggiungere l'olio a filo e l'aroma di vaniglia. Unire la farina setacciata con il cacao e il lievito, delicatamente, incorporandola al composto. Versare nello stampo per crostata diam. cm 24, imburrato e infarinato, cuocere nel forno caldo a 180°C per circa 20 minuti, facendo la prova stecchino per verificare la cottura. Una volta pronta, sfornare la torta e lasciarla raffreddare nello stampo posto su una gratella. Sformare il dolce e lasciarlo capovolto, in modo da poterlo farcire con la crema di nocciole fusa, aiutandosi con un cucchiaio per spalmare bene. Prima di servire, cospargere la superficie con perline di zucchero.





Pubblicato da Seddy

Crostata morbida al cacao e crema di nocciole

13 aprile 2018

Madeira Cake


Splendida in tutta la sua eleganza e semplicità, la Maidera Cake è una proposta veramente strepitosa! Per la rubrica Delicious Tips & Tricks, dedicata alle ricette straniere, un dolce classico di origine anglosassone, compatto e molto gustoso, particolare per la sua consistenza umida e spugnosa. Una torta a base di burro che si prepara facilmente - tradizionalmente veniva servita con un bicchiere di vino Madeira freddo, ottima da gustare in ogni occasione, adatta per colazione, da offrire dopo pranzo, nel pomeriggio a merenda accompagnata con una tazza di thè, l'ideale per ogni occasione speciale. La Torta Madeira, raffinata e accattivante, si presta bene per il cake design, che prevede una copertura con la sugarpaste, stabile per realizzare bellissime torte a strati o decorate. Irresistibile semplicemente cosparsa di zucchero a velo, più golosa se arricchita con farciture di frutta o creme deliziose!


La scelta ideale...
Per la realizzazione della Madeira Cake ho scelto l'ottimo burro Lurpak classico, il vero burro danese garantito di altissima qualità, prodotto da panna fresca e completamente privo di sale. Perfetto per la preparazione di un dolce molto saporito, come la Maideira Cake, dove l'ingrediente principale è un buon burro! Lupark è caratterizzato dalla cremosità, freschezza e leggermente aromatico, l'ideale per ogni impiego regalando più gusto ai piatti, prezioso alleato ed essenziale in cucina.


Madeira Cake

Ingredienti

250 g di farina
200 g di zucchero
200 g di burro Lurpak classico
3 uova
aroma di vaniglia o scorza di limone
10 g di lievito in polvere per dolci

 zucchero a velo, per spolverizzare


Procedimento

Preiscaldare il forno a 170° C.
In una ciotola lavorare il burro a temperatura ambiente e lo zucchero con uno sbattitore elettrico (o planetaria) per almeno 5 minuti, fino a farlo diventare bianco e spumoso.
A parte, in una ciotola sbattere leggermente le uova con una frusta per alcuni secondi.
Aggiungere le uova sbattute, poco per volta, nel composto di burro e zucchero.
Unire la farina e l'aroma, mescolare delicatamente per non smontare il composto.
Versare in uno stampo da 15 cm dai bordi alti foderato con carta da forno.
Cuocere nel forno a 170° C per circa 60 minuti, facendo la prova stecchino.
Una volta sfornata, trasferire su una gratella. Prima di servire, spolverizzare con zucchero a velo.





Pubblicato da Seddy

Madeira Cake

28 marzo 2018

Tsoureki


La grande passione per i lievitati è irrefrenabile! Dolci o salati, sono sempre buonissimi, sperimentare ricette per ogni occasione è sempre interessante. La ricetta è tratta dal libro "Come si fa il pane" di Emmanuel Hadjiandreou, un maestro di panificazione eccellente che prediligo per la grande professionalità. Per la rubrica un Mondo di Sapori, la proposta dello Tsoureki, un pane dolce speciale molto agrumato e al profumo di spezie, composto da una treccia a quattro capi, si serve in Grecia a Pasqua per rompere il digiuno. Protagonista insieme alle uova colorate di rosso, segno del sangue versato da Cristo e della nuova nascita donata all'uomo dalla Resurrezione. La Pasqua ortodossa, in tutta la Grecia rappresenta il giorno più gioioso dell'anno, celebrata con solennità e partecipazione da parte di tutto il popolo, celebrando lunghe liturgie, piene di poesie e pathos, gesti e simboli - canti, silenzi, fiori - nelle chiese, al rientro a casa le famiglie si ritrovano unite, per il pranzo di Pasqua, intorno a una tavola, dove non deve mancare il pane pasquale.


La scelta ideale...
Per realizzare lo Tsoureki ho scelto esclusivamente la praticità e la sicurezza dei prodotti e attrezzature Decora, dagli alti livelli di qualità, un marchio leader nel mondo della decorazione con la garanzia del Made in Italy.


Tsoureki

Ingredienti

Per il prefermento:
40 g di farina per pane
50 g di acqua tiepida
1 bustina di lievito secco attivo
Per l'impasto:
30 g di burro (più un pizzico di sale)
80 g di zucchero
la scorza grattuggiata di 1/2 arancia
4 g /1 cucchiaino di mahlepi/mahleb
(noccioli di ciliegie macinati) o di pimento
4 g /1 cucchiaino di cardamomo in polvere
1 uovo medio
200 g di farina per pane

1 uovo medio, sbattuto con un pizzico di sale, per spennellare

Accessori utili: stampo per plumcake Decora

Note: nella ricetta originale la quantità di lievito corrispondente è di 20 g di lievito secco attivo o 40 g di lievito fresco.
Nel caso fosse difficile reperire le spezie indicate, utilizzare altre simili a piacere.


Procedimento


In una ciotola grande, mettere il lievito, l'acqua e mescolare finchè il lievito si scioglie. Unire i 40 g di farina e mescolare bene con un cucchiaio di legno. Questo è il prefermento.
Coprire la ciiotola e fare fermentare il composto finchè non aumenterà di volume, circa 30 minuti.
Nel frattempo, sciogliere il burro in un pentolino.
Unire lo zucchero al burro fuso e abbassare la fiamma al minimo. Mescolare con un cucchiaio di legno. Quando è sciolto, togliere dal fuoco e unire la scorza di arancia e le spezie. Fare raffreddare mescolando ogni tanto.
Sbattere l'uovo nel composto con il burro finchè tutto è ben amalgamato.
Quando il prefermento è pronto (avrà un aspetto spugnoso), unire i 200 g di farina, il composto con il burro e lavorare bene.
Coprire e fare riposare 10 minuti. Trascorso il tempo indicato, lasciando l'impasto nella ciotola, tirare una parte dell'impasto dal lato e premerlo al centro. Girare leggermente la ciotola e ripetere l'operazione con un'altra porzione d'impasto. Ripetere altre 8 volte. L'intero processo dovrebbe durare 10 secondi e l'impasto dovrebbe fare resistenza.
Coprire e ripetere per altre due volte la fase delle pieghe, rispettando i 10 minuti di riposo tra le fasi. Coprire con pellicola e fare lievitare per 1 ora.
Quando l'impasto è raddoppiato di volume, sgonfiare con il pugno. Spolverare di farina un piano di lavoro pulito. Trasferire l'impasto e dividerlo in 4 parti uguali: pesare ogni pezzo.
Formare con ogni pezzo un salsicciotto di circa 25-30 cm, più stretto all'estremità. Appoggiare sul piano di lavoro agni salsicciotto, uno accanto all'altro formando una "V", sigillando bene le estremità alla base della "V". A questo punto intrecciare l'impasto nella classica forma dello tsoureki (seguire lo schema riportato nel libro o i modelli nel web).
Dopo aver fissato bene le estremità dello tsoureki, trasferirlo nello stampo o su una teglia foderata con carta da forno. Coprire e lasciare lievitare finchè non raddoppierà di volume, per circa 30-45 minuti (avendo utilizzato una quantità minore di lievito, per il mio pane ne occorrono di più).
Circa 20 minuti prima di infornare accendere il forno a 240°C. Fare scaldare una teglia sul fondo del forno. Riempire d'acqua una tazza e mettere da parte.
Quando lo tsoureki è lievitato, spennellare la superficie con l'uovo sbattuto.
Infornare, versare l'acqua nella teglia posizionata in fondo al forno e abbassare la temperatura a 200°C. Cuocere per circa 20 minuti o finchè non è ben dorato.
Per controllare se è cotto, capovolgerlo e un colpetto sul fondo dovrebbe suonare vuoto. Se è pronto, farlo raffreddare su una griglia.




Pubblicato da Seddy

Tsoureki

23 marzo 2018

Pizzette soffici al pomodoro e olive


Che voglia di sole, di belle giornate e di stuzzichini saporiti da gustare all'aperto! Sfiziose pizzette soffici al pomodoro e olive, profumatissime e invitanti, da servire calde o fredde, in comode monoporzioni. Morbide e appetitose, si mangiano in un boccone senza stancare mai! Perfetti finger food  adatti in ogni occasione importante, un buffet informale o chic party, portando in tavola allegria e aria di festa. 


La scelta ideale...
Per realizzare la realizzazione delle Pizzette soffici al pomodoro e olive, la scelta di utilizzare prodotti di alta qualità, che fanno parte della Degustabox di Marzo. La Degustabox è una scatola piena di sorprese, tanti novità sfiziose, molti articoli ancora nuovi sul mercato. Sul sito Degustabox maggiori informazioni su come ricevere la scatola di prodotti selezionati, ogni mese direttamente a casa.


Pizzette soffici al pomodoro e olive

Ingredienti

Per l'impasto:
500 g d farina di grano tenero
macinata a pietra 1 Molino Rossetto
200 ml di acqua
100 ml di latte
1 cucchiaino di zucchero
20 ml di olio extravergine di oliva
10 g di lievito di birra fresco
(o 3 g di lievito di birra secco Molino Rossetto
1 cucchiaino di salesale
Per il condimento:
Pomodori Pelati Cirio
Olive Taggiasche "Italiamo" Lidl
Origano Cannamela
olio extravegine di oliva
sale


Procedimento

A mano o con l'aiuto di un'impastatrice, iniziare a impastare gli ingredienti, mescolando prima il lievito nell'acqua e nel latte tiepidi con lo zucchero e poi aggiungendo la farina, l'olio e infine il sale. Lavorare l'impasto bene in modo da renderlo omogeneo.
Con la pasta formare una palla e incidervi sopra una croce. Trasferire l'impasto in una ciotola, coprire con pellicola da cucina e fare lievitare in un luogo tiepido. 
Accendere il forno a 200 - 220°C.
A fine lievitazione riprendere la pasta e dividerla in tante palline. Schiacciarle formando delle pizzette. Disporle sulla placca del forno foderata con carta forno.
Distribuire col cucchiaio su ogni pizzetta il condimento di pomodoro insaporito con del sale, un filo di olio extravergine di oliva e origano, aggiungere le olive, facendo leggermente pressione sulla pasta in modo da formare un piccolo incavo (così facendo il condimento non fuoriesce).
Cuocere in forno caldo per 10-15 minuti.




Pubblicato da Seddy

Pizzette soffici al pomodoro e olive

15 marzo 2018

Bundt Cake al cacao e frutta secca


Un dolce goloso - il Bundt Cake al cacao e frutta secca, ottimo gustato semplice oppure ricoperto da una deliziosa glassa al cioccolato fondente. La ricetta di una torta da credenza, perfetta se realizzata in uno stampo scenografico, dalle forme più svariate, per renderla esteticamente bella e invitante. Una classica ciambella, soffice e profumata, molto versatile, che si prepara facilmente, buona da gustare per colazione, adatta dopo pranzo, da offrire nel pomeriggio a merenda accompagnata con una tazza di thè; il dolce l'ideale per impreziosire un buffet nelle occasioni speciali.


Bundt Cake al cacao e frutta secca

Ingredienti

340 g di farina
60 g di cacao amaro in polvere
200 g di zucchero
100 ml olio di semi
3 uova
200 ml di latte
40 g di granella di frutta secca mista
1 cucchiaio di brandy
1/2 bustina di lievito per dolci
Per la glassa al cioccolato:
100 ml di panna
70 g di cioccolato fondente
una nocina di burro


Procedimento

Accendere il forno a 180°C.
1. In una ciotola setacciare la farina, il cacao, il lievito.
2. In una planetaria o con sbattitore elettrico, lavorare lo zucchero con le uova, fino a farlo diventare chiaro e spumoso.
3. Aggiungere, l'olio a filo e l'aroma di vaniglia.
4. A velocità bassa, unire la farina alternando con il latte, il latte rimanenete. Infine, aggiungere un cucchiaio di brandy e la frutta secca.
5. Versare il composto nello stampo a ciambella, imburrato e infarinato e cuocere nel forno caldo per circa 45-50 minuti, fare la prova stecchino, deve uscirne asciutto e pulito. Lasciare raffreddare nello stampo per 10-15 minuti, capovolgere tiepida su una gratella.
6. Preparare la glassa: in un pentolino, scaldare la panna fino a ebollizione; versare il cioccolato fondente tritato, mescolare per rendere il composto omogeneo. Lasciare riposare per qualche minuto e aggiungere il burro, mescolando di tanto in tanto fino ad ottenere la densità desiderata. Versare la glassa sopra la torta fredda. Servire su un piatto  o alzata.





Pubblicato da Seddy

Bundt Cake al cacao e frutta secca

13 marzo 2018

Torta delle montagne


Finalmente una torta buona! Questa è una ricetta molto particolare, che ha in sè tutto l'aroma intenso della farina di grano saraceno, della cannella e della vaniglia, insieme alla freschezza della confettura di mirtilli... perfetta per una sana colazione o merenda, gustosissima da servire in ogni momento della giornata o come accompagnamento al thè pomeridiano. Adoro il profumo e il sapore rustico dei dolci genuini, le torte vere realizzate con la scelta accurata dei migliori ingredienti, i libri affascinanti come "Il senso di Melissa per le torte" di Melissa Forti - scelto al primo colpo fra tanti, la scoperta di deliziose bontà!


Torta delle montagne con grano saraceno e confettura di mirtilli

125 g di farina di grano saraceno Ruggeri
50 di farina di nocciole
1 cucchiaino di lievito in polvere
25 g di pangrattato
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
80/100 ml di olio di semi
3 uova, tuorli e albumi separati
aroma di vaniglia
125 g di zucchero di canna integrale
50 ml di succo di mela biologico
Per la farcitura:
125 g di confettura mirtilli extra "Natura e Tradizioni" VIS
( lamponi o ribes rossi)
zucchero a velo per spolverare

Note: della ricetta originale ho apportato alcune modifiche per adattarla ai miei gusti ed esigenze: metà dose degli ingredienti e la sostituzione del burro con l'olio di semi. 
Di seguito verrà riportata la ricetta originale, per chi desidera provarla integrale senza nessuna variazione.


Ricetta originale tratta dal libro "Il senso di Melissa per le torte" di Melissa Forti

250 g di burro a temperatura ambiente
250 g di farina di grano saraceno
100 di farina di nocciole
1 1/2 cucchiaino di lievito in polvere
50 g di pangrattato
1 cucchiaino di cannella in polvere
6 uova, tuorli e albumi separati
1 cucchiaino di pasta o estratto di vaniglia
250 g di zucchero di canna integrale
100 ml di succo di mela biologico
Per la farcitura:
250 g di marmellata biologica di lamponi, mirtilli o ribes rossi
zucchero a velo per spolverare


Procedimento

Scaldare il forno a 170 °C. Imburrare e infarinare uno stampo a cerniera di 23 cm (per realizzare la ricetta con metà dose di 20 cm).
Mettere la farina, la farina di nocciole, il lievito, il pangrattato e la cannella in una ciotola e mescolare il tutto.
In una planetaria (o ciotola se si utilizza lo sbattitore elettrico) lavorare il burro, i tuorli, la vaniglia e lo zucchero, finchè non si otterrà un composto cremoso. (nel mio caso ho lavoraro i tuorli con lo zucchero e poi aggiunto l'olio di semi a filo).
Unire sempre lavorando, il mix di farina e succo di mela al composto di uova in 3 volte, iniziando e finendo con la farina. Incorporare delicatamente all'impasto gli albumi montati a neve precedentemente. Versare il tutto nello stampo e cuocere in forno caldo, finchè inserendo uno stuzzicadenti al centro ne uscirà asciutto e la torta si staccherà dai bordi
lasciare raffreddare la torta prima di sformarla e tagliarla a metà in orizzontale. Spalmare la confettura sulla metà inferiore e adagiarvi sopra l'altra parte, poi spolverare con lo zucchero a velo.


Sapevate che...
Il grano saraceno deriva da una pianta a fiore appartenente alla famiglia delle Poligonacee. Accomunato ai cereali, poichè se ne utilizza la farina. Il grano saraceno ha ottimi valori nutrizionali ed è adatto alle persone intolleranti al glutine. Ideale per la preparazione di torte, biscotti, pizzoccheri e altro.




Pubblicato da Seddy

Torta delle montagne