31 marzo 2020

Pane Bianco


In questo periodo di emergenza, per evitare di uscire e contenere il pericolo di contagio dal virus, ormai è prassi panificare in casa. Per la gioia della famiglia, preparo il mio pane casalingo, sperimentando ogni volta una ricetta diversa - o rifacendo le ricette che mi lasciano soddisfatta, panificando almeno 2 volte a settimana. E' un pò più laborioso del solito, ma di certo il pane non avanza mai per quanto sia buono! Questo è il pane bianco del grande maestro Emmanuel Hadjiandreou tratta dal mio libro preferito "Come si fa il pane", che consiglio a tutti gli appassionati di lievitazione per quanto sia bello e interessante. Il pane bianco è un pane fantastico da preparare regolarmente, molto croccante e saporito, digeribile per l'uso del lievito madre, anche perchè il lievito di birra ultimamente non si riesce a reperire. Una ricetta semplice per ottenere un pane quotidiano che potete preparare tutti i giorni con un risultato eccezionale.


Pane Bianco di Emmanuel Hadjiandreou

Per il mio pane medio/grande:
600 g di farina 0
360 ml di acqua
150 g di lievito madre 
14 g di sale

Per un pane piccolo (ricetta originale di Emmanuel Hadjiandreou):
250 g di farina per pane
150 ml di acqua tiepida
75 g di lievito madre di farina bianca
4 g di sale

Accessori utili: cestino di bambù


Procedimento

In una ciotola (più piccola) setacciare la farina.
In un'altra ciotola (più grande), versare l'acqua e unire il lievito.
Unire gli ingredienti secchi a quelli umidi. Mescolare con un cucchiaio di legno e poi con le mani fino a formare un impasto, aggiungendo il sale.
Coprire con la ciotola che conteneva gli ingredienti secchi e fare riposare 10 minuti.
Dopo 10 minuti, lasciando l'impasto nella ciotola, iniziare a fare le pieghe tirando un pezzo di impasto di lato premendolo al centro. Girare leggermente la ciotola e ripetere l'operazione con un'altra porzione d'impasto. Ripetere per altre 8 volte. L'intero processo dovrebbe richiedere circa 10 secondi e l'impasto dovrebbe iniziare a fare resistenza.
Coprire di nuovo la ciotola e fare riposare per 10 minuti.
Ripetere due volte le pieghe. Coprire la ciotola e fare lievitare 1 ora.
Spolverare di farina un piano di lavoro e trasferire l'impasto.
Formare un disco liscio.
Foderare un cestino per la lievitazione o uno scolapasta con un canovaccio pulito. Spolverare generosamente di farina e metterci sopra l'impasto.
Spolverare di farina l'impasto.
Fare lievitare finchè non raddoppia di volume (nel mio caso una notte nel forno spento).
Accendere il forno 240°C. Scaldare una teglia sul fondo del forno (se il forno è grande). Riempire d'acqua una tazza e mettere da parte.
Quando l'impasto sarà raddoppiato di volume, rovesciare il cestino sulla teglia.
Sfilare con delicatezza il canovaccio.
Fare dei tagli sulla superficie del pane con una lametta o bisturi.
Infornare il pane sulla teglia riscaldata. Versare l'acqua nella teglia e abbassare la temperatura a 220°C.
Cuocere per circa 30 minuti o finchè è ben dorato.
Per controllare se è ben cotto, rovesciare e dare dei colpetti sul fondo. dovrebbe suonare vuoto.
Se non è pronto lasciarlo ancora nel forno per qualche minuto. Altrimenti, farlo raffreddare su una griglia.
Note: la ricetta del mio pane è stata modificata nelle dosi per ottenere un pane più grande aumentando anche un pò il sale; quella originale prevede l'uso del licoli (lievito madre liquido), nel mio caso è stato utilizzato il lievito madre solido in base al peso della farina senza convertire le dosi degli altri ingredienti.


La ricetta del pane bianco è tratta dal libro "Come si fa il pane" del maestro panificatore Emmanuel Hadjiandreou.





Post più recente Post più vecchio

    Share This

4 commenti:
Join the discussionPane Bianco

  1. Cara Fulvia, sai che non avevo mai visto di questo pane, è sicuramente una specialità.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ottimo il pane fatto in casa. In questo periodo è impossibile trovare la farina 0 al supermercato.
    Io per ora comincio con il lievito madre che volevo fare già da tanto tempo.
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
  3. Che spettacolo!!!! Non ho più da un anno e passa il mio lievito madre.. e al momento lievito di birra secco o fresco non si trova!!! un baciotto

    RispondiElimina
  4. bellissimo, come tutte le tue preparazioni ^_^

    RispondiElimina


.