29 maggio 2020

Dolce d'Amalfi


Delizioso e soffice, il Dolce d'Amalfi è un classico della pasticceria, dal profumo inebriante di limoni e mandorle. La ricetta è di Salvatore De Riso, tratta dal libro "Dolci del sole" - ricette, passione e tradizione della Costiera amalfitana, rivisitata in una versione più light e senza burro. La bontà delle ricette semplici stupisce sempre, raffinatissima nelle sue rotondità, soddisfa pienamente i miei gusti. Una torta da credenza facile da preparare, un vero concentrato di sapori genuini, perfetta da gustare in ogni momento della giornata, per colazione o per merenda, l'ideale anche nelle occasioni speciali, accompagnata da frutta fresca, sarà irresistibile!


La scelta ideale...
il Made in Italy
Per la preparazione del Dolce d'Amalfi ho scelto di utilizzare la Farina Selezione Denti per DOLCI, una gamma per ogni specifico utilizzo casalingo. L'ideale per la realizzazione di dolci soffici, assicurandone leggerezza e grana molto fine, esaltandone il gusto e la friabilità. La scelta dei grani di qualità e la tecnica di macinazione adottata, facilitano l'impasto con gli ingredienti che tipicamente compongono i dolci. 
La storia di Molino Denti inizia tanto tempo fa, tra i campi dell'Emilia, tra Reggio e Parma, cuore dell'agro-alimentare italiano. Tre generazioni, prima di diventare mugnai, di contadini a contatto con la terra, il saperla lavorare e coltivare fa parte di un bagaglio di conoscenze che guida l'operato del presente. Ancora oggi si sceglie il grano a mano come una volta, anche se la tecnologia aiuta a migliorare la qualità della farina e la sicurezza. Molitori di grano tenero in Borzano di Albinea e Vicofertile, con esperienza, passione e tecnologia, creano farine di qualità, comprendendo una gamma composta da più di 50 tipologie di farine con più di 300 miscele differenti. Nei laboratori tecnici esperti fanno controlli su tutti i grani che saranno macinati e su tutte le farine prodotte, assicurando sempre l'assenza di OGM, in regime di qualità controllata e tracciabilità garantita. Fin dalla nascita, Molino Denti sostiene il progetto Riscopri la Natura per insegnare ai bambini e alle famiglie la bellezza della natura e il ripsetto dell'ambiente.



Dolce d'Amalfi

Ingredienti

80 g di farina per dolci Molino Denti
50 g di fecola di patate
100 g di mandorle tritate
160 g di zucchero a velo
2 uova
100 ml di olio di semi
100 ml di latte 
60 g di scorza di limone candita
scorza, 2 limoni bio
aroma di vaniglia
10 g di lievito per dolci
2 g di sale

Note: la ricetta originale prevede 130 g di burro al posto dell'olio e 5 g di lievito. Il procedimento prevede di montare il burro con lo zucchero, aggiungendo poi le uova uno alla volta.


Procedimento

In una ciotola montare il le uova con lo zuccheroper circa 5 minuti, fino a quando non saranno bianchi e spumosi. Aggiungere l'olio a filo, la scorza grattugiata dei limoni, il sale, l'aroma di vaniglia e la scorza di limone candita finemente tritata. A parte setacciare la farina con la fecola, il lievito e poi aggiungere le mandorle dopo averle ridotte quasi in polvere nel mixer. Al composto preparato amalgamare, poco a poco, il latte, alternandolo alla miscela di farine, lievito e mandorle. Versare l'impasto in uno stampo semisferico di 18 cmdi diametro, precedentemente imburrato e infarinato con farina di mais. Infornare e cuocere nel forno statico a 160° C per circa 60 minuti. lasciare raffreddare, ma sformare la torta di portata quando è ancora tiepida. Poco prima di servire, spolverare la superficie con zucchero a velo.
Consiglio: per evitare che lo stampo si inclini durante la cottura, creare una ciambella con della carta stagnola e posizionare al centro lo stampo. Inoltre, per un risultato ottimale, tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.





Post più recente Post più vecchio

    Share This

3 commenti:
Join the discussionDolce d'Amalfi

  1. Mi piace la sostituzione del burro con l'olio.. E' bellissimo da vedere con quella cupolotta e molto buono e profumato! Un bacione e buon w.e. .-*

    RispondiElimina
  2. Ogni tanto riesco a passare e rimango sempre incantata

    RispondiElimina
  3. Ma è meraviglioso! Complimentissimi, adoro il limone e lo assaggerei immediatamente...

    RispondiElimina


.