29 aprile 2013

Pane ai cereali con lievitazione naturale


Una nuova tendenza nel ritorno alla cucina naturale e il pane è il vero re della tavola: alimento tra i più arcaici presente nella tradizione gastronomica di quasi ogni parte del mondo, differenziandosi per le vari versioni. Il pane casalingo, ovvero preparato in casa, con una lunga e lenta lievitazione, comporta innumerevoli vantaggi per la salute e per il gusto. Il più importante è fornire un prodotto di alta qualità e più salutare, soprattutto perchè consente di scegliere le farine migliori e le diverse composizioni ricche di sostanze benefiche. Il pane ai cereali con lievitazione naturale, presenta l'utilizzo della farina di cereali interessante per le sue peculiarità, come risultato un pane saporito, croccante e digeribile.  


La composizione del pane ai cereali deriva dalla combinazione di 2 tipi di farina, personalmente definite setose al tatto, del marchio Antiqua. La farina Linea Casa tipo 2 e la farina Linea Casa ai Cereali. La prima farina si presenta molto fine, di colore uniformemente ambrato. L’aspetto, il profumo ed il gusto del pane sono ben connotati dal colore scuro della crosta, dalla mollica color nocciola e dal marcato gusto di grano. È la farina dove si conserva la maggior concentrazione di fibra, di antiossidanti e minerali pur conservando l’aspetto di un pane convenzionale. La seconda farina è' una miscela di farina Antiqua tipo 2 a cui vengono aggiunti semi e farine di cereali diversi. Al gusto caratteristico di Antiqua, si aggiungono i sapori ed i valori nutrizionali del lino, del miglio, del mais, della segale, del sesamo, della soia, dell’orzo, dell’avena. Il risultato è un prodotto da forno dalla cui masticazione si sprigionano gusti e sapori unici.


Curiosità!
Antiqua è una farina macinata a pietra a filiera corta certificata che nasce solo da grani piemontesi provenienti da 45 aziende agricole riunite in un solo consorzio di garanzia che seleziona soltanto terreni lontani da città, autostrade e fabbriche nel rispetto di un disciplinare di produzione per ottenere grani a residuo zero, lavorata da un mulino che risparmia circa 150 ton di CO2 ogni anno grazie a 1600 mq di pannelli fotovoltaici e che garantisce rigidi controlli qualitativi ed igienico-sanitari anche grazie ad una selezione ottica che scansiona ogni chicco di grano attraverso otto fotografie. La farina Antiqua conserva tutti gli elementi nutrizionali del grano per la presenza di tegumenti della crusca e del germe contenuti nello strato aleuronico del chicco (lo strato proteico in aderenza alla crusca) che grazie alla macinazione a pietra rimangono nella farina. L’unicità di Antiqua consiste: nel profumo di grano, nell'aspetto di una farina finissima e lievemente ambrata, maggiore capacità di assorbire l’acqua, nell'impasto per il color nocciola e il profumo intensonella cottura per la  colorazione brunita della mollica e della crostanella degustazione per la sua capacità di lasciare in bocca un gusto dolce e rotondo di grano, che  bilancia e ben si amalgama con quello degli altri ingredienti.


Le differenze organolettiche tra Antiqua tipo 1 e Antiqua tipo 2 sono dovute ad differente tasso di abburattamento (setacciatura) dopo la macinazione a pietra. Per cui la tipo 1 e più chiara e similare alle farine commerciali tipo 0 o 00. La tipo 2 è più scura e contiene una maggior quantità di tegumenti della crusca e del germe, quindi un gusto più marcato ed un aspetto più riconoscibile.
"Ricca di fibre solubili e insolubili (per favorire la motilità intestinale)
ricca di tocoferoli: antiossidanti naturali (per combattere i radicali liberi e prevenire l’invecchiamento delle cellule)
 ricca di vitamina E (per aumentare il potere antiossidante)
ricca di sali minerali (per il benessere dell’organismo)
povera di carboidrati (per diminuire il potere calorico)"


Pane ai cereali

Ingredienti
300 g di farina Antiqua Linea Casa tipo 2
 200 g di farina Antiqua Linea Casa ai Cereali
165 g di lievito madre
300 ml di acqua
10 g di olio extravergine d'oliva
5 g di sale

PREPARAZIONE

Iniziare sempre rinfrescando il lievito madre. (Ricetta del lievito madre QUI). Una volta aumentato di volume, sarà pronto per essere utilizzato nell'impasto. (Conservare quello che rimane in eccedenza).
Mettere il lievito madre spezzettato in una ciotola, versare l'acqua e sciogliere.
Unire metà della farina e continuare a lavorare con le mani, (si può utilizzare anche l'impastatrice), cercare di amalgamare bene ai pezzetti di lievito. Incorporare anche la restante farina.
Versare a filo l'olio, ha la funzione di ammorbidire l'impasto, renderlo in cottura più saporito e fragrante, nonchè di sprigionare il suo buon profumo.
Alla fine di tutto, lontano dal lievito, aggiungere il sale.
Fare le pieghe come da video, porre a riposare l'impasto ottenuto, facendo iniziare in questo modo la lievitazione, mettendolo su un tagliere di legno infarinato e coperto da una ciotola. 
Trascorsa 1 ora, dividere l'impasto e procedere a formare dei filoncini. Appiattire allungando i pezzi di pasta con le mani, piegare e arrotolare, senza fare pressione, tirando in avanti.
Si possono dare diverse forme al pane, lungo, tondo, con le maglie di un cestino, a seconda della fantasia.
Una volta ottenute le forme, mettere i filoncini distanti l'uno dall'altro, su una placca rivestita con un telo infarinato, coprire con il telo stesso e lasciare lievitare da 3 a 6 ore. Il tempo della lievitazione è indicativo, tutto dipende dalla temperatura, tutto il tempo che servirà all'impasto affinchè sia ben lievitato.
Trasferire i filoncini su una placca rivestita con carta forno e spolverizzare di farina di semola.
Prima di infornare fare dei taglietti sottili sulla superficie del pane.
CONSIGLI di Cuore di Sedano Blog per la cottura nel forno elettrico.
Il metodo di cottura nel forno di casa è molto semplice con delle accortezze. Accendere e preriscaldare il forno a una temperatura di 250°. Alla base del forno mettere un pentolino o teglietta con dentro una tazza di acqua. Inserire la placca con il pane al primo ripiano in basso del forno e abbassare la temperatura a 220°-200°. Dopo circa 10 minuti di cottura, passare la placca al ripiano centrale per permettere una buona cottura all'interno del pane. Continuare la cottura, pian piano il pane crescerà e inizierà a dorarsi, si noterà la tipica crosticina. In totale il tempo di cottura sarà di circa 40-50 minuti.
Ottenuta la cottura perfetta, adagiare il pane su una gratella per far passare bene l'aria e farlo raffreddare completamente.
Post più recente Post più vecchio

    Share This

43 commenti:

  1. Volevo farti i complimenti per questo blog che è ECCEZIONALE lo curi in ogni piccolo angolo. Scritto bene, bellissimo prima le curiosità, la ricetta e la preparazione. non ha colori pesanti, le foto sono chiare e fanno venire voglia di provare le cose. Anche questo pane integrale sempra un gioiello. nell'immaginario associo questo blog ad una cucina pulita, grande con una penisola centrale immensa con pareti bianche e piccole mattonelle lavorate. Pensi che stia sclerando? No perchè se così fosse la colpa è di questo blog ;)

    RispondiElimina
  2. Un pane speciale, di una bontà senza dubbio unica... basta guardare le foto ;) Sei sempre bravissima, i miei complimenti! Se solo sapessi panificare ci proverei... ma lascio perdere che è meglio ahahahahah ;) :D Un abbraccio! :**

    RispondiElimina
  3. Grazie per tutti questi consigli..adoro fare il pane in casa e ne prenderò sicuramente spunto!
    Buona serata!
    la zia Consu

    RispondiElimina
  4. Pane ai cereali! Cosa vedono i miei occhi :-)
    Io compreo spesso il pane in cassetta ai 5 cereali perchè quel tipo di gusto mi piace...figurati quanto mi piacerebbe questo qui tuo, genuino e fatto in casa!!
    Complimenti, bravissima!

    RispondiElimina
  5. Quel pane riempie il cuore di una pace infinita,com'è possibile!E' l'effetto che fa un buon pane fatto con tutte le accortezze e gli ingredienti giusti,come appunto i tuoi filoni ai cereali!Bravissima cara e grazie per i preziosi consigli!

    RispondiElimina
  6. Quanto mi piace, ne sono ghiotta...ma sono sicura non lo farò mai!
    Peccato...
    Un bacio grande amica mia cara!

    RispondiElimina
  7. Un post incantevole. Per me che amo il lm, il mio lm messo a dura prova perché questo periodo non posso panificare. Però mai abbandonato del tutto... Mi manca, però. In barba alla dieta, domenica un bel filoncino me lo faccio! Belle le tue immagini, affascinanti le tue spiegazioni.... sempre post di altissimo livello. Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  8. Ma che spettacolo questi filoncini ai cereali,la mollica tutta bella forata,sono perfetti complimenti!!!
    Un abbraccio:)

    RispondiElimina
  9. Che brava che sei!!!
    Questo pane è semplicemente favoloso!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  10. ciao cara!! grazie per regalarci ogni volta ricette squisite, immagini stupende e informazioni interessanti!!

    un bacione
    sabrina

    http://mycherrytreehouse.blogspot.it/

    RispondiElimina
  11. Hai preparato un pane semplicemente perfetto..uno di quei pani che quando lo sforni ti fai i complimenti da solo..devo provare a trovare quelle farine..ma non sarà facile..
    Ti abbraccio :**

    RispondiElimina
  12. @antonellaVì
    Grazie tante dei tuoi apprezzamenti, mi lusingano, spero tu possa trovare ricette e spunti interessanti. Bellissima la tua descrizione, mi è piaciuta molto, ma la mia cucina è leggermente diversa, più colorata, senza penisola e spesso, durante le fasi di preparazioni varie, caotica. :))
    A presto!

    RispondiElimina
  13. @Valentina
    La specialità del pane ai cereali sta nel sapore e poi è piacevolmente croccante. Grazie dei complimenti! Piuttosto, con la tua bravura riusciresti a ottenere ottimi risultati. Una volta acquisito il metodo, panificare non è poi così difficile come potrebbe sembrare.
    Un abbraccio a te!

    RispondiElimina
  14. @consuelo tognetti
    Grazie a te Consuelo.
    Dai tuoi stupendi lievitati si nota la passione per il pane.
    Buona serata a te!

    RispondiElimina
  15. @maris
    Allora, potresti preparare il pane ai cereali in cassetta homemade! Le ricette che proponi sono molto buone, ne saresti capace benissimo.
    Grazie Maris!

    RispondiElimina
  16. @Damiana
    E' vero, un senso di pace una volta ottenuto il risultato. Grazie cara Damiana, sei sempre molto gentile e simpatica! :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  17. @nella
    Perchè? Provar non nuoce... ;)
    Un bacio grande a te Nellina cara!

    RispondiElimina
  18. @elly
    Ciao Elly!
    Grazie tante, lieta che tu abbia gradito il post. Quando si ha il lm in casa e non lo si usa per un pò di tempo, se ne sente quasi la mancanza, alcune volte anche dei sensi di colpa nel lasciarlo inutilizzato. Di solito per mancanza di tempo panifico ogni 15gg, ma se potessi lo farei ogni giorno. :) Immagino i tuoi filoncini saranno magnifici! La tua bravura l'attesta il tuo ricco blog.
    Un abbraccio a te!!!

    RispondiElimina
  19. @uncestinodiciliege
    Grazie!
    ...all'alveolatura ci tengo in modo particolare, quasi una mania. :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. @carmencook
    Ciao Carmen e grazie tante!!!

    RispondiElimina
  21. @Cherry Blossom
    grazie a te per il piacere di averle trovate interessanti.
    Ciao Sabrina!
    ..un bacione a te

    RispondiElimina
  22. @m4ry
    Si, è esattamente la sensazione che si prova. :))
    Trovarle è facile, se ti dovessero interessare puoi provare con lo shop online sul sito
    Grazie!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  23. adoro di più i pani integrali come questi.bravissima..io un po' neghata con la lievitazione!

    RispondiElimina
  24. @lucy
    Grazie Lucy!
    ..perchè negata? Sperimento lievitati da un mesetto, non avrei immaginato di riuscire ad ottenere dei risultati.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  25. Ciao cara, quante informazioni ci dai oggi!:) Hai fatto un pane straordinario, queste immagini mi fanno davvero venire voglia di scongelare la pasta madre che rischia di finire nel dimenticatoio ... povera! Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  26. Che bellezza questo pane che tra l'altro non posso non rifare visto che mi sono comprata un kg di farina ai cereali (bio bio) proprio ieri.... questa ricettina mi cade a pennello!
    Bacioni cara.

    RispondiElimina
  27. @Valentina Marangoni
    Ciao Valentina!
    Sai, non ho ancora provato a congelare il lm.
    Grazie!!!
    Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  28. @Le Dolcissime Creazioni
    Bene. In sintonia con le stesse farine! :)
    Grazie cara Federica e bacioni a te.

    RispondiElimina
  29. Ciao bellissima!! Meraviglioso il tuo pane, così però mi fai tornare la fameeeee!!! Che bontà pane e crema di nocciole... meglio non pensarci, mi è venuta l'acquolina!!!
    Felice notte e tanti baci :)

    RispondiElimina
  30. specilissimo questo pane. e la tua intro lo ha reso ancora più accattivante!

    RispondiElimina
  31. Direi che è perfetto cara, splendidamente ievitato!

    RispondiElimina
  32. perfetta lievitazione, che bella pagnottina e che mollica!

    RispondiElimina
  33. Sarà che ogni ricetta che parla di pane, per me ha un valore profondissimo e speciale che non posso che essere ammirata della bravura di chi riesce ad ottenere risultati come il tuo.
    Assolutamente magnifico, la crosta è perfetta e l'alveolatura ipnotica.
    Complimenti, Pat

    RispondiElimina
  34. Da divoratore imperterrito di pane,apprezzo particolarmente questa ricetta.

    RispondiElimina
  35. Un'altra immagine da svenimento.... Ehi, dolcezza! Vuoi che tiri le cuoia? Ahah!! Mi ci vedo a meraviglia nella mia incasinata cucina (non ci credo che la tua sia in disordine quando sei all'apice delle tue performances cuoca/panettiera/ballerina ;-)) a spalmare marmellatine e salsine su quelle fette... Grazie per questo momento di intense sensazioni da ghiottona. Baci

    RispondiElimina
  36. che spettacolo questo pane, da provare assolutamente, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  37. io qui trovo sempre delle ottime idee... ma come farei senza di te. ormai sei una droga... ehehehehhe

    RispondiElimina
  38. Non conosco quelle farine, io uso quasi esclusivamente quello che trovo al supermercato :)
    ma il risultato che hai ottenuto ha messo in moto la mia insaziabile curiosità di provare...mi piacciono da matti quei pezzettini nella mollica.
    I tuoi filoncini sono davvero bellissimi, la crosta ha un colore dorato e uniforme e la mollica è aperta e regolare come disegnata, il pane è decisamente cosa per te ♥

    RispondiElimina
  39. Va bene, scelgo questo. Con doppia nutella per me. Ma come per cosa? Per fare scambio con i miei muffin alla banana! Dai!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  40. Attraverso blog di amiche in comune arivo a questo tuo blog che è decisamente fantastico, pieno di idee di nozioni di consigli... sei veramente bravissima e molto molto professionale! Ti seguo molto volentieri!

    RispondiElimina
  41. Ciao mi unisco al tuo splendido blog pieno di ricette che mi piacciono molto!!!
    Poi vedo con piacere che sei anche tu Betty approved!!!
    Un abbraccio,
    Chiara di criminiincucina.blogspot.it

    RispondiElimina
  42. @serena @Chiara Benvenuti
    Benvenute!
    Grazie tante dei complimenti, spero possiate trovare spunti interessanti.
    Una buona giornata!

    RispondiElimina


I commenti anonimi non saranno moderati.

.